Se non fischiate questo perché quello di Marusic?

Rigore sulla spinta di Florenzi su Pandev in Roma Genoa? No grazie. Se non fischiate questo perché quello di Marusic su Belotti? La disparità di giudizio è allarmante!

Un colpo di testa da posizione invitante; ma che dire invitante, quasi nell’area piccola. Una battuta a rete che però non si è mai verificata perché Pandev è stato evidentemente ostacolato da Florenzi che lo spinge con entrambe le mani fuori dalla portata del pallone. Rigore! Ma no: l’arbitro di Roma Genoa Di Bello non sanziona nulla e lascia proseguire. Tutti a pensare: tranquilli ora interviene il Var! Ma niente: la partita termina 3-2 per i giallorossi tra i lamenti dei liguri rimasti inascoltati. Se non fischiate questo perché quello su Marusic?

Ebbene sì il paragone fa sorridere ma c’è tutto! La lieve spinta di Marusic su Belotti già in caduta è stata giudicata fallo da rigore dal signor Irrati. Il Var è intervenuto a spiegare il malinteso? Mai nella vita. La Lazio si ritrova sotto all’Olimpico immeritatamente. La disparità di giudizio regna ancora sovrana: altro che Var qui la discrezionalità degli arbitri continua a danneggiare squadre a vantaggio di altre. Il 4 posto fa gola a molte ma c’è chi deve pulire il bilancio. Di chi stiamo parlando? Ah saperlo, di certo non la nostra Lazio!

SEGUICI SU TWITTER

LE PAGELLE DI LAZIO TORINO

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS

Le altre notizie sulla Lazio

NEWS DI OGGI