Seguici sui Social

English EN French FR German DE Italian IT Russian RU Spanish ES

Articolo copertina

LAZIO Immobile: “Il rigore? Volevo spaccare la porta!”

Pubblicato

in



: “Il rigore? Volevo spaccare la porta!”

Queste alcune parole del bomber Ciro Immobile che nella serata di ieri è stato ospite al programma Tiki Taka dove ha parlato un po’ del derby e le ore che lo hanno preceduto. Ciro ha rischiato di non prendere parte alla gara per un problema nella rifinitura del giorno prima, ma alla fine ce l’ha fatta e ha segnato il rigore del 2-0. Le sue parole:

“Si avevo un’elongazione, è un termine tecnico che usano i medici (ride ndr). A metà settimana ho avuto questo problema che mi porto dietro da un po’ di tempo. La voglia di scendere sempre in campo però, mi fa rischiare qualcosa. Ho saltato la prima parte ma è stata la scelta giusta visto che Caicedo ha segnato e poi ho raddoppiato io nel secondo tempo. Questo derby è una grande soddisfazione, era importante anche per la classifica. Siamo in corsa per la , quindi questa vittoria vale doppio”. 

RICORDO ASTORI – È stato molto emozionante che due tifoserie avversarie come quelle di Lazio e si siano unite così per Davide. Dalla panchina l’ho vissuto in modo ancora più forte. Era il minimo che si potesse fare per un grande uomo com’era Davide. Io ho avuto la fortuna di conoscerlo e giocarci insieme. Aldilà del calciatore, lui era un grande papà, una grande persona”. 

OBIETTIVO CHAMPIONS – “Le squadre sono queste quelle che lotteranno fino alla fine. Quest’anno sarà più difficile dello scorso. Si sono aggiunte Milan, Atalanta, c’è il Torino che va forte. La Roma non mollerà fino alla fine. Sarà una bella lotta e questo fa bene al campionato italiano visto che la lotta scudetto penso sia chiusa dopo la partita di stasera”. 

E IL DERBY – “Il mister ha preparato bene la partita. Noi rispetto alla Roma avevamo un solo risultato. Dovevamo fare per forza questo tipo di partita offensiva, attaccando gli spazi. Il rigore? Non avevo paura che me lo parasse. Ho pensato solo a spaccare la porta”. Gli chiedono un retroscena su Inzaghi: “Una cosa che non si sa del mister? L’altro giorno guardavamo una foto del mister quando era arrivato, era un’altra persona. Sicuramente tutto lo stress di questi tre anni lo ha cambiato (ride ndr). 

LAZIO NEL FUTURO – Puntuale la domanda sul futuro: “Alla Lazio a vita? Ho altri 4 anni di contratto”. 

BIG MATCH – “Ho visto la gara, il Napoli meritava qualcosa in più. Nonostante fossero in dieci hanno continuato a giocare. Se in Champions la Juve gioca così farà fatica con l’Atletico, ma la Juventus ha nelle corde altre partite. Ronaldo? Per me è stato molto emozionante, è un grande campione. Per me è un esempio per la professionalità che mette in questo lavoro, ho subito voluto scambiare la maglia con lui”. 

SEGUICI SU FACEBOOK

LA NOSTRA STORIA – Gigi Casiraghi, tanto forte quanto sfortunato

Articolo copertina

FOCUS Red Bull Lazio ti mette le ali

Pubblicato

in



Cagliari ha messo in evidenza l’importanza delle ali nel gioco di . Sulle corsie si è imbastita la vittoria di sabato

C’era preoccupazione alla vigilia per la mancanza di un laterale sinistro nello scacchiere di Inzaghi. Per Cagliari Lazio, infatti, non erano presenti Lulic, Lukaku e Fares, quest’ultimo in attesa di ufficializzazione. Ma ecco la mossa a sorpresa: Adam Marusic sull’out di sinistra e Lazzari a destra. E sono stati proprio loro a confezionare la vittoria nella partita di esordio nella nuova stagione. Due autentici treni, due spine nel fianco, due velocisti. Con il rimando alla pubblicità della nota bibita Red Bull, la Lazio ha messo le ali. Così facendo ha surclassato la difesa avversaria, con i terzini di Di Francesco in balia delle scorrbande dei due furetti biancocelesti. Il primo gol è tutto loro con l’azione insistita del montenegrino e l’inserimento perfetto dell’ex Spal. Poi nel secondo tempo l’azione alla Bale di Marusic che si lancia da solo con un tacco volante e serve un assist a per lo 0-2. Un bel vedere che ha strappato applausi a tutti i presenti. Marusic a sinistra potrebbe essere la sorpresa tattica di stagione, in attesa di Fares e del, speriamo, ritorno di capitan Lulic. A destra Lazzari non ha rivali. Si vola…

Marco Corsini (@Marc_Way on Twitter)

SI LAVORA A FORMELLO CON VISTA ATALANTA, IL REPORT DELL’ ALLENAMENTO ODIERNO

Continua a leggere

Articoli più letti

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità Copyright © 2020 Laziochannel.it TESTATA GIORNALISTICA NAZIONALE