Seguici sui Social

Articolo copertina

ULTIME LAZIO Milinkovic: “Io come Ibra? Siamo simili. Il mercato…”

Pubblicato

il

Milinkovic con la maglia della Lazio
PUBBLICITA

ULTIME LAZIO Milinkovic — Alla vigilia del match di San Siro contro il Milan, il centrocampista serbo si è raccontato in una lunga intervista e ha analizzato il potenziale offensivo biancoceleste. Poi una considerazione sul proprio futuro

ULTIME LAZIO Milinkovic — Le parole del classe ’95 ai microfoni di Dazn in anteprima (intervista disponibile da questa sera sulla piattaforma): “Io l’Ibrahimovic del centrocampo? Ci somigliamo fisicamente e sotto l’aspetto tecnico. Zlatan mi piace molto sia come giocatore che come persona, per cui apprezzo tanto questa definizione. Basket? Da questo sport ho sicuramente preso in prestito l’elevazione per andare a colpire di testa”.

Quindi un’analisi sul potenziale offensivo della Lazio: “In fase offensiva è importante solo una cosa, fare gol: Leiva è il playmaker, io e Luis Alberto le mezzali mentre il Tucu (Correa) va un po’ dove vuole, si muove bene tra le linee. Ciro Immobile sta alto, a lui si chiede di dare sempre profondità alla squadra, giochiamo tanto su di lui. L’azione del gol contro l’Inter, ad esempio, è iniziata da dietro, lungo la corsia destra. Dopo qualche passaggio ho cambiato il gioco a sinistra per Luis: lui ha fatto la finta che fa sempre a rientrare, e visto che lo conosco molto bene sapevo già dove l’avrebbe messa e mi sono trovato al posto giusto. Ecco, quello è “il momento” che ho imparato a comprendere grazie al basket. Nelle due partite successive alla vittoria di San Siro non abbiamo giocato come volevamo, però siamo concentrati e daremo tutto per raggiungere l’obiettivo. L’anno scorso abbiamo vinto la Supercoppa, abbiamo giocato e vinto tante gare, ma abbiamo sbagliato l’ultima partita: quest’anno dobbiamo chiudere prima, non possiamo aspettare l’ultima occasione“.

La prima partita in cui questo quintetto è partito titolare? Lazio Cagliari, il match in cui ho ritrovato il gol dopo tanto tempo.  Mi mancava la rete e in quel momento mi sono lasciato alle spalle tante pressioni. Avevano già iniziato a dire che segnavo poco, ma la ragione è anche che quest’anno gioco un po’ più arretrato: per me non è importante segnare, ma dare sempre il massimo per aiutare la squadra a vincere. Il mio problema è che leggo tanto: ho passato un periodo davvero brutto, ma avevo dalla mia parte i compagni, gli amici e la famiglia. Futuro? Ho letto le notizie che circolavano negli ultimi giorni di mercato, ma sapevo che sarei rimasto qui ed ero già concentrato sul disputare la stagione con la maglia della Lazio. Adesso invece sono concentrato sulla Coppa Italia e sul campionato, per portare la Lazio al raggiungimento dell’obiettivo che inseguiamo da tanti anni“.


Pubblicità

Articolo copertina

Inzaghi alla Juve: i bianconeri valutano il dopo Pirlo

Pubblicato

il

Lazio inzaghi

Inzaghi alla Juve – Sul taccuino della società bianconera, in vista della prossima stagione, figura anche il nome del tecnico piacentino

Inzaghi alla Juve – Quella che volge al termine è stata una stagione tutt’altro che brillante per il club bianconero. Le ultime due partite potrebbero coincidere con la vittoria della Coppa Italia e l’ingresso in Champions in extremis, eppure la sensazione è che il rinnovo di Andrea Pirlo sia pressoché improbabile. Alla prima esperienza in panchina l’ex centrocampista di Milan e Juve ha saputo mettersi in gioco e, in caso di successo contro l’Atalanta, conquisterebbe il secondo trofeo stagionale dopo la Supercoppa Italiana. In casa bianconera però, al netto di un’idea di rifondazione, le aspettative erano ben altre: pertanto la dirigenza starebbe valutando i nomi dei possibili sostituti per la panchina.

Juventus-Lazio

I NOMI SUL TACCUINO BIANCONERO

Diversi, allo stato attuale, i nomi accostati alla Juve: da un ritorno di Allegri al colpo Zidane, sogno della tifoseria alla luce delle annate vincenti trascorse con la maglia bianconera da giocatore. L’ingaggio del francese rappresenta però uno scoglio non indifferente, ecco perché il profilo di Simone Inzaghi, sempre gradito alla Juve, non sarebbe un’ipotesi così remota. Il tecnico piacentino non ha mai nascosto la propria volontà di rimanere alla Lazio rimandando però il rinnovo del contratto al termine della stagione. Alla fine del campionato di Serie A mancano due partite, ma non è escluso che dietro il temporeggiare di Inzaghi ci possa essere il desiderio di sposare un nuovo progetto. A una settimana dal termine della stagione la palla passa ai bianconeri, che non hanno però ancora formulato un’offerta concreta per il tecnico, il cui nome circola anche all’estero, Premier League in testa. Dopotutto si sa, le vie del calciomercato sono infinite: non resta dunque che attendere ulteriori risvolti.

INFORTUNIO ACERBI 

SEGUICI SU FACEBOOK

Continua a leggere

Articoli più letti