Seguici sui Social

Primo Piano

PUBBLICITA

ULTIME LAZIO FORMELLO Ripresa vista finale con buone notizie

Avatar

Pubblicato

il

Inzaghi, allenatore della Lazio a formello

ULTIME LAZIO FORMELLO Ripresa vista finale con buone notizie per gli uomini di Inzaghi.

ULTIME LAZIO FORMELLO Ripresa vista finale con buone notizie. Dopo la vittoria di Cagliari, la Lazio non può permettersi di riposare, vista l’imminenza dell’importante impegno. Subito al lavoro la rosa di Inzaghi, che si presenta questa mattina in campo con i soli calciatori non impiegati ieri in Sardegna. Consueto scarico in palestra invece per i titolari. Buone notizie, dicevamo: la prima, quella più importante, arriva da Milinkovic, in gruppo per l’intera seduta. Il provino della rifinitura di sabato non era andato bene, per cui Inzaghi aveva deciso di non convocarlo nemmeno per il match della Sardegna Arena. Stamattina invece ha svolto finanche la partitella a campo ridotto contro alcuni ragazzi della Primavera. Indosso aveva il fratino verde da jolly, in modo da evitare contrasti pericolosi. Il serbo testa la caviglia destra, prima con la mini-formazione in possesso palla, poi in uno spezzone senza la casacca di colore diverso. Il recupero e la convocazione per la finale di Coppa Italia sembrano dunque ormai certi. Anche se probabilmente partirà dalla panchina.

Ancora un pò di ansia invece, per Strakosha, anche lui non partito per Cagliari. L’albanese non ha partecipato alla sfida a spazi ridotti (sostituito da Guerrieri e Furlanetto) e ha continuato a lavorare con Grigioni. Vista la sua presenza in campo, c’è però ottimismo. In campionato la cautela per il fastidio al tendine d’Achille ha prevalso, ma mercoledì sera probabilmente non sarà così. Stesso discorso per Leiva e Immobile, oggi in campo insieme a Wallace, Bastos, Romulo, Cataldi e Durmisi. Unico assente, complice un problema muscolare, invece Patric. Domani pomeriggio, a tre giorni al match che vale una stagione, inizieranno le prove tattiche.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER


Primo Piano

Tamponi Lazio, la rabbia della Figc

Tamponi Lazio, la rabbia della Figc : “Pena incongrua”, faremo ricorso

Avatar

Pubblicato

il

Gabriele Gravina 1
<

Tamponi Lazio, la rabbia della Figc : “Pena incongrua”, faremo ricorso

Tamponi Lazio, la condanna punisce Lotito, ma secondo la Figc la pena è incongrua : “C’è sconcerto per l’irrogazione di sanzioni incongrue e prive di afflittività a fronte di violazioni gravi dei protocolli anti-Covid consumate in uno dei periodi più difficili di pandemia nel nostro Paese“. Ma non è tutto, la Figc starebbe pensando ad un possibile ricorso al collegio di garanzia.

Gravina

IL GESTACCIO DI KOLAROV : MULTATO

Continua a leggere

Primo Piano

Espulsione Luiz Felipe, adesso è emergenza difesa

Espulsione Luiz Felipe, l’unica dolente del match ed adesso è emergenza difesa

Avatar

Pubblicato

il

luiz felipe lacrime lazio inter 159qwdcfg99121ijju0f5q2vfy
<

Espulsione Luiz Felipe, l’unica dolente del match ed adesso è emergenza difesa

Espulsione Luiz Felipe. Il rosso diretto al difensore brasiliano è l’unica nota dolente del match. Espulsione arrivata a fine partita in modo confusionario con il centrale che è poi scoppiato in lacrime. In lacrime anche noi dopo che nessun giocatore dell’Inter ha subito il cartellino rosso aggredendo Felipe Anderson dopo il gol, ma questa è un’altra storia. Adesso il problema sorge spontaneo, senza Acerbi e ora anche Luiz Felipe chi difenderà ? Per Sarri è una vera e propria emergenza difesa.

Luiz Felipe

LA CHIAVE DEL MATCH : I CAMBI DI SARRI

Continua a leggere

Primo Piano

LAZIO INTER SARRI: “Gol Anderson? Loro hanno giocato, noi pure”

Avatar

Pubblicato

il

lazio roma sarri
<

Lazio Inter Sarri soddisfatto della prova dei suoi ragazzi: grande la reazione della squadra nel secondo tempo. Tanta grinta e determinazione per recuperare la partita e ottenere i 3 punti meritati.

Sarri ai microfoni di Dazn: “Siamo rimasti in partita: è quello che ho detto i ragazzi alla fine del primo tempo. Se giochiamo così non possiamo mai perdere. Gol di Felipe Anderson? Loro hanno giocato e anche noi abbiamo fatto lo stesso. E’ l’arbitro che deve fermare il gioco non i giocatori. Queste sono scene che si vedono solo in Italia: in Premier non succede mai. Luiz Felipe non voleva litigare con Correa lo stava salutando. Non era sua intenzione andarci a litigare: c’è stato un fraintendimento dell’arbitro. Anderson è stato aggredito: c’è stato un atteggiamento intimidatorio nei suoi confronti ma i cartellini rossi non sono usciti. Basic dal 1′ minuto? Dobbiamo trovare un minimo di solidità. I giocatori dinamici in questo momento ci servono: serve fisicità. Luis Alberto ci tornerà comodo perché è un giocatore importante come ha dimostrato nel secondo tempo. A livello di intensità ha dei momenti di calo, è una sua caratteristica. Considerando i test fisici Luis Alberto può viaggiare su ritmi più alti. Nel primo tempo abbiamo sofferto l’ampiezza: l’Inter aveva troppi spazi e il cambio di gioco ci ha messo in difficoltà. Nel secondo tempo gli abbiamo tolto i tempi di gioco più spesso”.

INZAGHI ACCETTA LA SCONFITTA CON SIGNORILITA’

Continua a leggere

Articoli più letti