Seguici sui Social

Articolo copertina

Murgia la Lazio se lo tiene stretto: recompra nel contratto. I dettagli

Pubblicato

in

Alessandro Murgia centrocampista della Lazio


la se lo tiene stretto – Il centrocampista romano potrà tornare nella Capitale

Murgia la Lazio se lo tiene stretto – Questa notte tra Lazio e c’è stato un incontro decisivo per la trattativa che porterà Lazzari nella Capitale e Murgia a Ferrara. Per il centrocampista romano, continuerà l’avventura con la squadra di Semplici dopo aver dato il suo apporto da gennaio. Nell’operazione, è stato inserito anche il suo cartellino ma ora è spuntato un retroscena. Secondo il Corriere dello Sport, Lazio e Spal per Murgia, avrebbero inserito la recompra. Sembrava strano che i biancocelesti potessero dar via a cuor leggero un giocatore cresciuto e nato nel settore giovanile della Lazio, specialmente perché a farlo debuttare fu Inzaghi.

I due club, hanno deciso che per riportare Murgia a Roma, se i biancocelesti usufruiranno del diritto di recompra, serviranno ben 14 milioni, il doppio del cartellino pagato per la trattativa Lazzari. Un vantaggio per entrambi. La Spal potrà ottenere il centrocampista che ha sempre voluto e farlo diventare suo, mentre la Lazio, qualora il giocatore esplodesse, potrebbe avere l’opportunità di riportarlo alla base a una cifra già pattuita. Insomma Alessandro e la Lazio non si sono separati ufficialmente…

SEGUICI SU FACEBOOK

LE PAROLE DI JONY

Articolo copertina

L’assessore alla sanità boccia l’idea di riaprire gli stadi a più di mille spettatori

Pubblicato

in

Ingresso Curva Nord stadio Olimpico


CORONAVIRUS: D’AMATO, ‘MA SIAMO SICURI CHE PRIORITA’ E’ RIAPRIRE GLI STADI CON 25 MILA SPETTATORI?’

L’idea di aprire gli stadi a mille persone può essere vista come un passo in avanti verso la normalità. Giustamente però qualcuno ha espresso l’idea di aprire gli stadi anche in proporzione alla capienza dell’impianto sportivo, auspicando come numero massimo 25.000 spettatori. Non è d’accordo l’assessore alla Sanità del Alessio D’Amato che, attraverso un comunicato, esprime senza mezzi termini la sua perplessità al riguardo: “Ma siamo sicuri che la priorità sia riaprire gli stadi con 25 mila spettatori? Mi sembra il modo più rapido per tornare a nuovi lockdown. Attorno a noi città europee stanno attuando o hanno attuato misure restrittive da Londra a Madrid a Parigi. Ci siamo già dimenticati gli effetti deleteri che ebbe la partita Atalanta-Valencia allo stadio Meazza di Milano? E’ una follia. Pensiamo invece a tenere aperte e difendere le scuole e le Università”.

Continua a leggere

Articoli più letti