Gentiletti torna sull’avventura alla Lazio: “Addio fu mia decisione”

L’ex difensore biancoceleste Santiago Gentiletti torna sull’avventura alla Lazio. E a proposito dell’addio, rivela…

Gentiletti torna sull’avventura alla Lazio. Attualmente al Newells Old Boys, ‘El Chueco’ non dimentica le due stagioni con l’aquila sul petto. Proprio di quest’esperienza ha parlato ai microfoni di juvenews.eu. Alla vigilia della sfida tra i biancocelesti e i bianconeri: “Sarà una gara bellissima, una di quelle sfide che ogni giocatore vuol disputare. Immobile è il pericolo numero uno per la retroguardia bianconera, sta attraversando un ottimo momento di forma, siglando tantissimi gol”.

ALL’OMBRA DEL COLOSSEO 

“La prima stagione è stata condizionata dal brutto infortunio che ho accusato alla seconda giornata, quando mi si è rotto il legamento crociato del ginocchio. Sono riuscito a rientrare nel finale di stagione quando ho giocato la finale di Coppa Italia dopo aver conquistato anche la qualificazione per i preliminari di Champions League. Quando è arrivato Inzaghi, ho trovato continuità ma poi un altro problema al ginocchio di ha escluso per altri tre mesi. Alla fine dell’anno ho maturato la decisione di andare al Genoa. Scelsi io di andare via, nonostante l’allenatore mi aveva chiesto di rimanere. Avevo avuto problemi con lo staff medico ed in piccola parte anche con la dirigenza”.

LAZIO

Inzaghi è diventato un grande allenatore e lo si capiva fin da subito che sarebbe potuto diventare un tecnico di primo livello. L’attaccante più forte che ho affrontato? Ne ho affrontati tantissimi forti, ma secondo me Klose, che era mio compagno, era un attaccante incredibile, molto intelligente e forte davvero”.