Seguici sui Social



Articolo copertina

LAZIO Diaconale contro la sospensione: “Occasione per negarci lo scudetto. Come nel 1915”

Avatar

Pubblicato

il

Il responsabile della comunicazione Lazio Arturo Diaconale
PUBBLICITA



Parole dure del portavoce della contro la della per il .

LAZIO Diaconale contro la sospensione. Queste le parole del portavoce dei capitolini nel suo consueto ‘Taccuino biancoceleste’ del lunedì, pubblicato sulla sua pagina Facebook:

“Il sogno dei due scudetti

Da fronteggiare non c’è solo la paura da coronavirus. Almeno per quanto riguarda i tifosi della Lazio c’è una seconda preoccupazione che serpeggia sempre più insistente e che, tanto per rimanere nel clima da emergenza sanitaria in atto, potrebbe venire definita come il frutto della sindrome da scudetto negato del 1915.

La paura, in altri termini, è che il campionato in corso faccia la fine di quello interrotto dallo scoppio della Grande Guerra e che come allora l’interruzione divenne l’occasione per negare alla Lazio il riconoscimento di uno scudetto conquistato sul campo (mancava da giocare la finale tra Lazio e Genoa, ndr), una eventuale interruzione dell’attuale campionato a causa del coronavirus possa impedire alla Lazio di oggi di conquistare quello scudetto verso cui viene al momento proiettata dai brillanti risultati che l’hanno portata al vertice della classifica ad un solo punto dalla Juventus.

Questa sindrome da scudetto negato del 1915 si va diffondendo quasi quanto l’epidemia dell’influenza proveniente dalla Cina. Perché fa scattare l’antico timore che, in una situazione di massima incertezza provocata dall’emergenza sanitaria che paralizza il Paese, gli interessi dei grandi club possano scattare ai danni della società biancoceleste. Così come non bisogna cedere al panico per il coronavirus, non ci si deve abbandonare al panico per sindrome da scudetto negato. Al momento l’interruzione del campionato è una ipotesi ancora da verificare. L’aumento dell’emergenza per cause imponderabili potrebbe forse provocare una pausa. Che, però, potrebbe essere chiusa ad emergenza eccezionale superata, consentendo la ripresa delle partite e la conclusione regolare del campionato. Magari nel mese dedicato agli Europei che potrebbero slittare a loro volta visto che l’epidemia non è solo italiana ma è ormai diffusa anche nel resto del Vecchio Continente.

Queste, comunque, sono tutte ipotesi prive di concretezza. Di certo ci sono due evidenze. Da un lato la ferma volontà della società, della squadra e di tutti i tifosi di pretendere la regolarità del torneo scongiurando il rischio di ripetere il 1915. Anzi, di battersi fino in fondo per fare in modo che nel 2020 si possa festeggiare non uno ma due scudetti: quello antico e quello presente! Dall’altro la consapevolezza che non sarà facile imbrogliare il Presidente Claudio Lotito da parte di ministri demagoghi e dirigenti irresponsabili che non capiscono come fermare il campionato significherebbe far saltare tutti i diritti televisivi e condannare al fallimento la gran parte delle società calcistiche italiane!”.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER


Continua a leggere
Pubblicità

Articolo copertina

Lazio al lavoro in vista del Parma. In campo si rivede Strakosha

Avatar

Pubblicato

il

Archiviata la domenica di riposo dopo il derby, la si è ritrovata a Formello per preparare il match di Coppa Italia contro il Parma

Oggi la squadra si è ritrovata alle 11.00 a Formello per preparare la sfida di giovedì in Coppa Italia. In campo, oltre all’infortunato Cataldi, non si sono visti nemmeno Caicedo e Luiz Felipe. Contro il Parma in difesa giocherà sicuramente Patric, probabilmente accanto ad Acerbi e Hoedt. In avanti potrebbe tornare titolare il Tucu Correa, recuperato e oggi in campo per l’intera seduta. In questo senso Inzaghi dovrà valutare se impiegare dal 1′ Ciro Immobile, ultimamente costretto agli straordinari, oltre alle ipotesi Muriqi e Pereira. Oggi allenamento completo anche per Fares, che sembra aver completamente smaltito il problema alla caviglia e dovrebbe agire sulla corsia sinistra. In cabina di regia, complice la squalifica di Lucas Leiva per due turni, ci sarà Marco Parolo. Al suo fianco due tra Milinkovic, Luis Alberto e Akpa-Akpro, favorito per un posto da titolare con uno dei due big pronto a tirare il fiato. Buone notizie per Thomas Strakosha: il portiere albanese, alle prese con un trauma distrattivo femorale, questa mattina è tornato ad allenarsi a Formello.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità
Novcom Agenzia

Articoli più letti