Seguici sui Social

Articolo copertina

NEWS LAZIO Veron incensa Luis Alberto: “Mi rivedo in lui”

Pubblicato

il

PUBBLICITA



Nella sua ultima intervsta Veron incensa Luis Alberto. La strega argentina riempie di complimenti il mago spagnolo

Uno è argentino, l’altro è spagnolo. Uno indossava la maglia con il numero 23, l’altro indossa la maglia numero 10. In comune hanno il ruolo di regista e di assist man, pedi fatati e gol da cineteca. “Mi rivedo in lui“, Veron incensa Luis Alberto con queste parole durante la sua intervista a Casa Sky Sport. “Mi piace molto il suo tipo di gioco, sta facendo una grande stagione. Siamo simili, ma la mia Lazio, quella dello Scudetto era più forte“. E proprio sul tricolore ha voluto dire la sua: “La Juventus è sempre la favorita, ma la pressione può fare brutti scherzi. Lazio e Inter son un gradino sotto, ma tutto può accadere“.

REBUS ALLENAMENTI, C’E’ LA DATA IMPOSTA DA LOTITO, MA LA LEGA TUONA


Continua a leggere
Pubblicità

Articolo copertina

PAGELLE ATALANTA LAZIO 3-2 Hoedt da horror, Muriqi gran gol

Pubblicato

il

Hoedt visite mediche Roma

Quarto di finale di Coppa Italia. Pagelle Atalanta Lazio 3-2, biancocelesti eliminati

Pagelle Atalanta Lazio

REINA 7.5 – Para il rigore al 65′ a Zapata, è l’ultimo ad abdicare e anche sul primo gol aveva precedentemente fatto il miracolo sul primo tiro. Alza la saracinesca più volte, ma viene tradito dai suoi difensori. Pepe, un gran portiere.

PATRIC 4.5 – Una prestazione irritante durata fortunatamente solo 45 minuti. In un minuto riesce a sbagliare un passaggio e per recuperare commette un fallo killer che gli costa l’ammonizione. Black out e momenti di follia incomprensibili. Dal 45′ PAROLO 6 – Con lui in campo sarebbe stato molto meglio.

HOEDT 3 – PrestazIone da horror con errori eclatanti non degni di un professionista di un top club. Oggi non è praticamente mai sceso in campo. Sbaglia sul 2-2 atalantino facendosi saltare come un birillo da Muriel. Si fa anticipare al limite dell’area dando il via al 3-2 avversario. Procura il rigore con un fallo evitabilissimo su Zapata che, fortunatamente, spara in bocca a Reina dagli 11 metri. Serata da incubo per l’olandese. Dal 70′ IMMOBILE 6 – Gioca più da rifinitore mettendo spioventi in mezzo per Muriqi.

ACERBI 7 – Un gol al 34′ da attaccante vero. Anticipo e discesa in attacco, dribbling ad eludere il difensore e gol di destro. Fantastico. Suo anche l’assist per il gol di Muriqi. In difesa è l’unico a non “ballare”. All’88 sfiora il 3-3 con un colpo di testa ma Gollini gli dice di no.

MARUSIC 6 – Partita ordinata per il montenegrino che giocando alto non concede spazi alle ali atalantine.

AKPA AKPRO 6.5 – Il migliore a centrocampo in casa Lazio. Gioca a tutto campo facendo pressing, legna e inserendosi negli spazi offensivi. Peccato non abbia avuto sostegno dai suoi compagni di reparto.

ESCALANTE 6 – Partita difficile per il mediano che deve far fronte alla fisicità e alla velocità degli avversari. Con la difesa in netta difficoltà, avrebbe dovuto essere più di aiuto al pacchetto arretrato. Dal 62′ CORREA 5 – Non riesce ad entrare in partita, troppo mollo e poco concentrato. Lontanissimo dalla miglior condizione.

MILINKOVIC 5 – Questa sera non ha preso per mano la squadra come fatto in campionato contro il Sassuolo. E’ mancato nei fraseggi e, soprattutto, negli inserimenti. Opaco.

FARES 5 – Neanche in questa occasione è riuscito ad ingranare e a dimostrare il suo valore. Ammonito, lascia il campo all’intervallo. Dal 45′ LAZZARI 6 – Ha il merito di far espellere Palomino al 53′. Peccato che la superiorità numerica non ha giovato alla squadra.

PEREIRA 5.5 – Ci si apsettava molto di più dal brasiliano. Dopo la vivace prova contro il Parma, questa sera il fantasista non è ha trovato i tempi giusti e le verticalizzazioni per i compagni. Occasione sprecata. Dall’80’ LULIC s.v.

MURIQI 6.5 – Un gran bel gol per il kosovaro. Uno stacco imperioso al 17esimo degno del miglior Bobo Vieri. Bella prestazione, anche se è stato servito poco dai compagni. Molto mobile sul fronte d’attacco dimostrando di non essere solo una riete d’area di rigore. Bravo.

ALL. INZAGHI 5.5 – Giusto turnover per questo match. Tradito da Hoedt che ne ha combinate di tutti i colori e dal solito black out nonostante la superiorità numerica. Giusti i cambi ma questa volta non sono serviti. Occasione gettata al vento, ma bisogna lavorare molto sulla mentalità e dare una registrata alla difesa.

Marco Corsini

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Novcom Agenzia

Articoli più letti