Seguici sui Social

Arabic AR Chinese (Simplified) ZH-CN English EN French FR Italian IT Russian RU Spanish ES


News

LAZIO Biava e il 26 Maggio: “Ricordo indimenticabile”

Avatar

Pubblicato

il

Giuseppe Biava ex difensore della Lazio
PUBBLICITA


LAZIO Giuseppe Biava era presente al centro della difesa biancoceleste in quell’indimenticabile 26 Maggio che vide la squadra allora allenata da Petkovic alzare la Coppa Italia a spese della Roma di Andreazzoli. L’ex difensore ha raccontato quel giorno stupendo ai microfoni di Lazio Style Channel.

LAZIO Giuseppe Biava e il ricordo del 26 Maggio raccontato al canale ufficiale della società biancoceleste: “Ricordo tutta la tensione di quella partita. C’era grande tensione poi sfociata in una gioia incontenibile al triplice fischio. Mi sembra passato pochissimo tempo anche dalla semifinale di ritorno di quella Coppa: avevamo subito il pari a un passo dal 90’. Nel recupero Floccari fece 2-1 e pochi istanti più tardi Marchisio ebbe la palla del 2-2 ma riuscimmo a conquistare quella storica finale“.

QUEL LAZIO-SIENA…

“Avevamo rischiato grosso già alla prima partita, contro il Siena: pareggiammo anche lì a pochi secondo dal termine. A Torino, nella semifinale d’andata, invece, la Juventus ebbe molte occasioni ma riuscimmo a pareggiare 1-1 con Mauri, probabilmente con l’unico tiro in porta dell’intera gara. Carrizo era un ragazzo eccezionale, in biancoceleste non ha avuto molta fortuna ma con la sua prestazione contro il Siena ha messo la sua firma in calce sulla conquista del trofeo del 26 maggio 2013. Se abbiamo battuto la Roma in finale è anche merito suo”.

LAZIO, BIAVA E LA TENSIONE DEL 26 MAGGIO

“La tensione saliva giorno dopo giorno, sapevamo bene da tempo che ad attenderci nell’ultimo atto ci sarebbe stata la squadra giallorossa. Non fu una bella partita a vedersi, il confronto fu molto nervoso. Servì il ritiro a Norcia, staccandoci da Formello eravamo riusciti a confrontarci maggiormente sul campo. C’era tantissima tensione, si avvertiva nell’aria, il sostegno saliva sempre più. Eravamo convinti di poter far bene, i nostri volti erano carichi e concentrati, eravamo tutti sul pezzo. Chi non era sceso in campo sosteneva il compagno. Regalare un sogno ai nostri tifosi era la cosa che volevamo di più e per questo saremo ricordati per sempre”.

L’IMPRESA

“Con il pullman scoperto abbiamo percorso pochi metri ma fu necessario molto tempo, c’era tantissima gente intorno a noi. Non capita tutti gli anni di arrivare in finale e giocarsi il trofeo con l’altra squadra della città. Forse la nostra impresa è paragonabile solo alla conquista dello Scudetto del 1974“.

 

Continua a leggere
Pubblicità

News

VERSO SPEZIA LAZIO – Gyasi: “Da sabato voglio altri gol”

Avatar

Pubblicato

il



VERSO SPEZIA LAZIO – Gyasi, attaccante dei liguri, lancia la sfida ai biancocelesti in vista del match di sabato pomeriggio.

VERSO SPEZIA LAZIO – Match cui gli uomini di Vincenzo Italiano arrivano in ottima salute, alla luce di 4 risultati utili consecutivi. Proprio l’ultimo, il 2-2 contro il Cagliari, è coinciso per la punta ghanese con il primo gol in Serie A: “Mi ha reso felicissimo. – ha dichiarato a ‘Tuttosport’ – Ho dovuto affrontare un lunghissimo percorso per arrivarci, lo inseguivo da sempre e alla fine sono riuscito a realizzarlo. E’ stato il coronamento di tutti i sacrifici sostenuti e del lavoro compiuto sinora“. E adesso c’è la Lazio, ma lui non ha alcuna intenzione di fermarsi: “Quella rete è servita alla squadra e ha soddisfatto il mio orgoglio. Sia chiaro però che non mi sento per niente appagato. Anzi, spero proprio che il bello inizi adesso, a partire da sabato“. Attenta Lazio quindi: prima del match ball Champions contro il Bruges (martedì sera all’Olimpico), ci sarà un altro ostacolo da affrontare. E superare.

Continua a leggere

Articoli più letti