Seguici sui Social

News

Viktorija, la figlia di Sinisa Mihajlovic presenta il suo libro

Pubblicato

il

Viktorija Mihajlovic presenta il suo libro
PUBBLICITA



Viktorija Mihajlovic presenta il suo libro “Sinisa, mio padre“. Durante la trasmissione di RaiUno Domenica In, condotta da Mara Venier, Viktorija Mihajlovic, figlia del grande Sinisa, ha presentato il suo libro.

Viktorija Mihajlovic presenta il suo libro “Sinisa, mio padre“. Una commossa Viktorija Mihajlovic, figlia di Sinisa, in compagnia della mamma Arianna Rapaccioni ha presentato il suo libro in collegamento con la trasmissione Domenica In condotta da Mara Venier. Nel libro, intitolato Sinisa, mio padre, la ventitreenne dedica molto spazio alla battaglia che il padre sta ancora combattendo contro la leucemia. Viktorija racconta le mille sfaccettature del rapporto con papà Sinisa: “Volevo dare un’altra visione di mio papà. Tutti lo conosciamo come un uomo a volte duro e severo. Io ci tenevo a far vedere papà per quello che è davvero. Lui è un uomo dolce, sempre presente, generoso. Volevo che la gente mi conoscesse come una ragazza normale che ama il suo papà e la sua famiglia“. Tanta la commozione in studio, tra racconti ed immagini della vita di una famiglia normale e molto unita. Sinisa ha già letto alcune parti del libro: “Mi ha chiamata dicendomi che si era commosso leggendo una piccola parte. Era molto felice“.


Continua a leggere
Pubblicità

News

Olimpiadi 2021: Italia salva, andrà a Tokio

Pubblicato

il

Firmato il decreto del consiglio dei Ministri sull’autonomia del Coni. L’Italia andrà alle Olimpiadi di Tokyo con il Tricolore e l’inno

L’ultimo Consiglio dei ministri del governo Conte bis ha salvato l’Italia da un’amara pagina di sport: è stato infatti approvato un decreto legge sull’autonomia del Coni. Evitata, di conseguenza, la sanzione da parte del CIO. Andando per ordine: in seguito alla riforma del primo Governo Conte, il Coni ha perso la propria autonomia a causa dell’ingresso nell’organo governativo Sport e Salute. La successiva riforma, concepita proprio per cancellare la precedente, non è bastata a evitare il rischio sanzione. Infatti il Comitato esige che a partecipare ai Giochi olimpici siano soltanto le nazioni che godono di autonomia sportiva. Nella fattispecie, l’Italia avrebbe violato l’articolo 27 della Carta Olimpica, secondo cui “i Comitati olimpici nazionali devono preservare la propria autonomia e resistere a pressioni di qualsiasi tipo, incluse quelle politiche, giuridiche, religiose o economiche”.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Novcom Agenzia

Articoli più letti