Seguici sui Social

Arabic AR Chinese (Simplified) ZH-CN English EN Italian IT Russian RU Spanish ES

Focus

LA NOSTRA STORIA L’ex portiere biancoceleste Idilio Cei

Pubblicato

in



LA NOSTRA STORIA Idilio Cei nasce a Monsummano Terme (PT) l’8 giugno 1937. Dopo gli inizi nelle minori della squadra del suo paese nella stagione 1956/57 passa al Foligno.

Tra gli umbri giocano alcuni ex calciatori biancocelesti e l’allenatore è Alzani, per tanti anni uno dei pilastri della formazione laziale. È proprio quest’ultimo che segnala Cei alla Lazio che nel 1958 lo acquista con lo scopo di farlo crescere alle spalle di Bob Lovati. In biancoceleste vince la Coppa Italia vinta nel 1958, la Coppa delle Alpi (per nazioni) nel 1961 e un campionato De Martino nel 1967/68. Nel 1963 Cei fa parte della rappresentativa interleghe italiana. Dopo dieci anni in biancoceleste nel 1968 passa al Palermo. In Sicilia resta per due stagioni dopodiché passa al Siena. Termina la carriera da calciatore nella squadra della sua città, la Larcianese.

Nel 1972 diventa allenatore della Larcianese, dove nel 1974/75 vince il premio ‘Il Seminatore d’Oro’ per la Lega Dilettanti, per poi guidare la Cerretese. Nella stagione 1979/80 allena il Siena. La stagione dopo è alla Sangiovannese. Poi Livorno, Massese, Cuoiopelli e Montalbano. Quest’ultima squadra fu fondata da Cei e dall’ex giocatore del Cagliari Raffaello Vescovi. In memoria del portiere laziale ogni anno si gioca il torneo “Memorial Idilio Cei” per la categoria Allievi o Giovanissimi. A Larciano gli hanno intitolato il Campo Sportivo Comunale. È deceduto a Larciano (PT) il 24 marzo 1996.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

Focus

LA NOSTRA STORIA – Tanti Auguri a Filip Djordjevic

Pubblicato

in

Filip Djordjevic attaccante della Lazio


Il 28 settembre 1987 nasce a Belgrado l’ex attaccante della Lazio Filip Djordjevic. Cresce nelle giovanili della Stella Rossa dove esordisce in prima squadra nella stagione 2005-2006. Anche se non da protagonista in questa prima stagione vince due titoli: il Campionato serbomontenegrino e la Coppa di Serbia e Montenegro.

GLI INIZI

La stagione seguente viene ceduto in prestito in seconda divisione al Rad Belgrado. L’anno dopo torna al club d’origine dove però trova poco spazio e viene ceduto, nuovamente in prestito, al Nantes in Ligue 2. A fine stagione, anche grazie a lui, il club francese si piazza al secondo posto e viene promosso in Ligue 1. Il Nantes decide così di riscattare il giovane attaccante serbo. Ma la stagione non è il massimo e i francesi retrocedono di nuovo in Ligue 2. Dopo quattro stagioni, nella stagione 2012-2013, Djordjevic e il Nantes conquistano di nuovo la promozione.

IL PASSAGGIO ALLA LAZIO

A marzo 2014 annuncia di aver firmato un contratto di quattro anni con la Lazio. Nel gennaio 2015 nel corso della gara vinta 3-1 con il Milan subisce un trauma distorsivo alla caviglia destra. Sottoposto ad esami clinici e strumentali gli viene riscontrata una frattura spiroide scomposta del malleolo peroneale destro. L’infortunio riportato lo costringerà a stare fuori dai campi per quasi tre mesi. A giugno 2018, dopo aver trascorso una stagione da fuori rosa alla Lazio, lascia il club biancoceleste e firma un contratto triennale con il Chievo.

NAZIONALE 

Il 14 novembre 2012 in occasione della amichevole disputata in Svizzera contro il Cile fa il suo esordio con la Serbia ed appena tre minuti dopo sigla il suo primo gol con la maglia della  Nazionale.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

METTI MI PIACE ALLA NOSTRA NUOVA PAGINA FACEBOOK

Continua a leggere

Articoli più letti

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità
Copyright ©2015-2020 | TESTATA GIORNALISTICA NAZIONALE Reg. N°152/2015 - ROMA
Il sito e i suoi contenuti sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons eccetto dove specificato diversamente.