Seguici sui Social



News

LAZIO Fascetti goliardico: “Dopo quel Roma-Lecce dicono il Ponte d’Ariccia fosse pieno…”

Avatar

Pubblicato

il

fascetti lazio
PUBBLICITA



LAZIO Il grande Mister dei -9 Eugenio Fascetti è intervenuto all’interno del programma C’mon Lazio in onda su Nonèlaradio. In studio Alessandro “Mozzarella” e Davide Sperati.

LAZIO Il grande Mister Fascetti è intervenuto alla trasmissione C’mon Lazio. Tra poco la ripresa della Serie A: “È tutto da vedere, è la prima volta che i giocatori stanno fuori per quattro mesi, è tutto un punto interrogativo“.

LA CORSA SCUDETTO

Il centrocampo della Lazio rispetto a quello di Juventus e Inter è superiore, sia fisicamente che tecnicamente. Io credo che Ronaldo giocando in quel ruolo lì sia un po’ sacrificato. Ha bisogno di spazio, se lo comprimi nell’area di rigore perde un po’. Sarri cerca di impostare la Juve sul possesso palla e i fraseggi stretti, ma non so se Ronaldo è un giocatore adatto a questo tipo di gioco. La Lazio comunque non ha niente da perdere, l’obiettivo era la Champions. La partita chiave si giocherà a Torino. Nessuno avrebbe pensato che la Lazio a questo punto sarebbe stata così vicina ai bianconeri”.

QUEL BARI-INTER…

Cassano mi aveva già dimostrato di poter giocare. In quella sfida fui quasi obbligato a far giocare lui ed Enyinnaya. Quest’ultimo era difficile da gestire, poi ha iniziato ad avere grossi infortuni che lo hanno penalizzato. Io tenevo sott’occhio il settore giovanile. Il giovedì parecchi giocatori della Primavera venivano a giocare con noi per delle sfide 11vs11. Quando vidi Cassano fece delle cose incredibili. Poteva giocare in prima squadra anche l’anno prima ma fu fermato dai dottori. Cassano avrebbe potuto segnare un’epoca, era un campione vero”.

I PRESIDENTI BIANCOCELESTI

“I tempi sono cambiati…Calleri e Bocchi salvarono la società dopo degli anni un po’ difficili. Da lì ripartì la storia della Lazio. Lotito è stato tanto criticato ma credo sia un ottimo presidente. Ha portato la Lazio ad alti livelli e soprattutto è una società sana”.

TIFOSI, OLIMPICO E QUEL LAZIO-VICENZA…

“Purtroppo la componente tifo in questo finale non ci sarà. I tifosi della Lazio sono calorosi, trascinanti. Io mi ricordo in particolare la sfida contro il Vicenza, un Olimpico così pieno mi impressionò. Non c’era un posto libero. Uno stadio così pieno lo avevo visto solo in Roma-Lecce dell’86. Dopo quella partita si dice che il Ponte d’Ariccia fosse pieno… Il goal di Fiorini? Io sono sempre stato freddo e lucido, non ebbi una reazione esagerata”.

MILINKOVIC-SAVIC

Milinkovic è un giocatore unico. Può essere decisivo in avanti, indietro, in mezzo al campo. Secondo me non ha ancora espresso tutto il suo potenziale. Un giocatore così costa tanto, come lui non ce ne sono tanti in giro. Se la Lazio dovesse vincere lo Scudetto io non lo venderei per nessuna cifra“.


Continua a leggere
Pubblicità

Conferenza stampa

Lazio-Parma, Inzaghi: “Sfida importante che rappresenta tanto per noi”

Avatar

Pubblicato

il

Lazio inzaghi

Le parole di Inzaghi alla vigilia della gara per gli ottavi di finale di Coppa Italia

Alla vigilia della partita degli ottavi di finale di Coppa Italia che vedrà schierate Lazio e Parma Mister Inzaghi è carico. Dopo la vittoria di venerdì scorso contro la Roma la squadra è ora pronta a dare il massimo anche domani sera all’Olimpico. “Veniamo da un’ottima prestazione nel derby, ma quello che maggiormente mi interessa è che abbiamo una sfida importante in una competizione che in questi anni ha rappresentato tanto per noi. Ci teniamo, ma è normale che farò determinati cambi e voglio verificare alcuni dei giocatori che hanno giocato meno“, ha dichiarato il tecnico biancoceleste . Sul campo ci saranno però dei grandi assenti: Luis Alberto, che si è dovuto operare ieri d’urgenza per un’appendicite acuta e dovrà stare fermo per almeno dieci giorni e Luiz Felipe, che ha dei gravi problemi alla caviglia e dovrà a sua volta essere operato. “Ci mancherà per diverso tempo, ieri non è stata un’ottima giornata, abbiamo avuto notizie non buone anche per quanto riguarda la caviglia di Luiz Felipe, che a sua volta non giocherà per diverso tempo“. In forse anche Immobile e Caicedo; a centrocampo Escalante e Akpa Akpro sostituiranno Leiva e Luis Alberto, in difesa Parolo sul centrodestra con Hoedt e Acerbi a completamento. In porta Strakosha, a sinistra il recuperato Fares. “Dobbiamo pensare una partita alla volta“, ha proseguito Inzaghi. “Cosa mi aspetto? Sarà una gara insidiosa, giochiamo contro un avversario che domenica ha pareggiato con il Sassuolo. Dovremo fare una partita da Lazio per arrivare ai quarti di finale“, ha concluso il mister della Lazio.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità
Novcom Agenzia

Articoli più letti