Seguici sui Social

News

Lazio il sogno continua e qualche “gufo” è caduto dal trespolo…

Pubblicato

in



Una Lazio con grinta e cuore riacciuffa la partita con la Fiorentina che sembrava segnata… Tanti hanno sperato nel crollo dei biancocelesti dopo la sconfitta di Bergamo ma la gufata gli è andata di traverso.

Pubblicità

Lazio il sogno continua… Torniamo a -4 dalla Juventus vincendo con la Fiorentina in una partita dove siamo andati in sofferenza. La condizione fisica è ancora precaria: troppo basso il ritmo dei giocatori della Lazio che sono, per il momento, lontani parenti di quelli che abbiamo lasciato a inizio marzo prima del lockdown. 107 giorni di stop sono tanti per tutti ma la Lazio ha bisogno che i suoi giocatori migliori salgano in cattedra e prendano in mano la squadra per continuare a inseguire il sogno scudetto. Con la Fiorentina ci ha pensato Luis Alberto, a Bergamo era stato Milinkovic ad esaltarsi prima della clamorosa rimonta dell’Atalanta. Eppure c’è qualcuno che non apprezza, o per meglio dire, non digerisce che la Lazio sia così in alto in classifica. Anche gli juventini si sono accorti della forza della squadra di mister Inzaghi e cominciano a mugugnare su “presunti” favori arbitrali. Da che pulpito!

I ROMANISTI CONTINUANO LA “GUFATA”

Non tralasciamo poi i romanisti che ultimamente sono più attenti alle sorti della Lazio che della propria squadra. Sarà che non hanno obiettivi e l’unico rimasto è tifare per lo scudetto alla Juve? Sarebbe veramente il colmo per loro che si definiscono acerrimi rivali dei bianconeri. Questo è un po’ quello che è accaduto agli amici di Dazn ieri sera durante il commento tecnico della partita: Pardo che ancora sta monitorando il fallo da rigore su Caicedo. L’avranno accompagnato in sala Var per ulteriori indagini? I commenti “super partes” di Tiribocchi e della giallorossa Giulia Mizzoni a bordo campo. I due hanno perso il sorriso a fine partita dopo la gioia e la soddisfazione del gol di Ribery nel primo tempo. Per non parlare della delusione di Pradè sul rigore di Caicedo, a suo dire, inesistente. Che peccato! La perla del mago gli avrà fatto passare un brutto quarto d’ora e sicuramente una notte insonne…

Continua a leggere
Pubblicità