Seguici sui Social

Arabic AR Chinese (Simplified) ZH-CN English EN French FR Italian IT Russian RU Spanish ES

Articolo copertina

LAZIO INTER Conferenza Inzaghi: “Domani sfida dura. Miglioriamoci gara dopo gara”

Pubblicato

in



LAZIO INTER Conferenza Inzaghi – Questo pomeriggio il tecnico biancoceleste è intervenuto in sala stampa e ha presentato il match dell’Olimpico, in programma domani alle 15.00

Il livello di Lazio, Inter e Atalanta è rimasto lo stesso o si è creato un gap tra la sua squadra e le altre due?

Sappiamo che tutti noi abbiamo fatto un ottimo percorso, siamo agli inizi, ci sono subito questi due scontri diretti immediati. Mercoledì sera abbiamo giocato abbastanza bene ma abbiamo commesso errori che non ci possiamo permettere. La buona gara non è bastata, con l’Inter dovremo fare meglio e tenere altissima la concentrazione”. 

Fares può giocare dall’inizio?

“Manca ancora l’allenamento di oggi, penso che verrà convocato. Il giocatore è arrivato con una preparazione non adeguata, nel suo club si limitava al lavoro atletico. Sta crescendo e cerca di imparare velocemente, è un ragazzo disponibile ma penso che al massimo andrà in panchina”. 

Che partita cercherà di fare la Lazio?

“Una partita perfetta. L’Inter è una squadra molto fisica, tosta da affrontare, con un ottimo allenatore e tanti giocatori da ruotare. Servirà maggiore concentrazione rispetto alla gara contro l’Atalanta”.

Può aggiungere un centrocampista e giocare solo con Immobile davanti?

“Le valutazioni le faremo oggi, devo vedere come hanno recuperato Immobile e Caicedo dopo la gara di mercoledì. Bisognerà valutare anche le condizioni Correa. Ci sono dei ballottaggi, vedremo cosa fare dopo la seduta di oggi”.

Quanto servono i gol di tutti e non solo quelli di Immobile?

“In questi anni abbiamo segnato tanto con Ciro, ma anche con gli altri. Siamo all’inizio, mercoledì potevamo segnare di più ma non ci siam riusciti. Dobbiamo sempre provare a migliorarci partita dopo partita”.

Ci sono eccessive aspettative sulla Lazio?

“Giusto che ci siano perché veniamo da una grande stagione in cui abbiamo vinto un trofeo e siamo tornati in Champions. Sapevamo di poter incontrare dei problemi nelle prime 3 partite, dobbiamo andare oltre per cercare domani sera di fare una gara importante contro una squadra forte”.

Soddisfatto del mercato? Si priverebbe di Caicedo in attacco?

“Non parlo di giocatori che non sono qui, il ds lavora 24 ore al giorno. Lui sa il da farsi, spero che il mercato si chiuda al più presto in modo che tutti possano essere concentrati esclusivamente sul campo e sulla propria professione”.

Favorevole a un ritiro prolungato per evitare i contagi?

“La previsioni dicevano che con l’autunno ci sarebbe stata un’impennata dei casi, penso che rispetto a febbraio-marzo le autorità sanitarie e il governo sappiano muoversi meglio. Avevano preventivato questa cosa. Bisogna stare tranquilli, cercare di prendere le precauzioni necessarie, spero possa andare tutto bene”.

Continua a leggere
Pubblicità

Articoli più letti