Seguici sui Social

Arabic AR Chinese (Simplified) ZH-CN English EN French FR Italian IT Russian RU Spanish ES

Articolo copertina

PAGELLE LAZIO INTER – Milinkovic con l’ascensore ci porta un punto

Pubblicato

in

Milinkovic


Pagelle Lazio Inter: buon pareggio per i ragazzi di con tanti infortuni e tanta sfortuna. Nonostante sia rimasta in 10 per il rosso a la squadra biancoceleste non perde la testa.

LAZIO (3-5-2):

Strakosha 5 – La Lazio ha problemi difensivi e si vede ma lui non salva mai il risultato. Colpevole sul gol di Lautaro, nessun riflesso e palla sotto la pancia che finisce in porta.

Patric 6 – Nel primo tempo sfondano dalla sua parte e da un rimpallo scaturisce il gol di Lautaro. Lotta come un leone nonostante i suoi limiti in difesa e fa cacciare Sensi durante una rimessa laterale nel finale.

Acerbi 6,5 – Sfortunato nel rimpallo con Patric che porta Lautaro davanti alla porta che non sbaglia. Nella ripresa sforna l’assist per : in difesa è sempre il migliore.

Radu 6 – Gioca in condizioni precarie e Inzaghi lo rischia lo stesso: si stira ed è costretto ad alzare bandiera bianca. Simone questi sono errori da non commettere. Al 25′ Bastos 6 – Cerca di tenere botta con Lukaku, fa a sportellate ma in un allungo sente un pizzico: altro infortunio muscolare. Al 45′ Parolo 6 – In una posizione non sua gioca un’ottima partita di sostanza al centro della difesa.

Lazzari 6 – Parte alla grande sulla sua fascia di competenza sbagliando all’ultimo un passaggio in area che poteva valere il gol della Lazio. Nella ripresa si sgonfia un po’ complice la spinta di Perisic dalla sua parte.

Milinkovic 7 – Il migliore della Lazio: nel primo tempo è stretto nella morsa della mediana neroazzurra ma nella ripresa si scatena. Protegge palla, lotta, le prende tutte di testa. Suo il pareggio che annienta Handanovic sul suo palo con una frustata di testa.

Leiva 6 – Cerca di dare le geometrie come solo lui sa fare ma soffre il pressing dei centrocampisti dell’Inter. Esce a testa alta nella ripresa quando i ritmi si abbassano. Al 79′ Escalante 5,5 – Poche occasioni per farsi vedere, c’è da fare legna in mediana perché l’Inter spinge. Poteva essere più cattivo.

Luis Alberto 6 – L’unico a impensierire Handanovic nel primo tempo, cala nella ripresa complice la stanchezza fisica. Al 79′ Akpa Akpro 6 – Questo ragazzo ha gamba e da un po’ più di vivacità nel finale quando la Lazio era in 10.

Marusic 5,5 – Un giocatore di cristallo: parte bene con il Cagliari con due assist al bacio poi le 3 partite consecutive a stretto giro lo rispediscono ai box. Oggi mai servito, c’era da tenere a bada Hakimi. Al 34′ Fares 5,5 – Una quasi sufficienza per questo ragazzo che esordisce all’Olimpico contro una grande del campionato. Davanti aveva un cliente difficile come Hakimi tutta corsa e tecnica. Da rivedere dopo la sosta.

Correa 5,5 – L’argentino non sta bene ma fallisce due occasioni di testa soprattutto nel primo tempo che potevano portare la Lazio in vantaggio. Bello scatto nella ripresa ma davanti ad Handanovic tira fuori incredibilmente.

Immobile 5 – Ciro sbraccia, tira dalla distanza alla ricerca del gol senza trovare fortuna. Poi al 70′ l’episodio chiave: contrasto con Vidal che fa fallo e lui ingenuamente reagisce con una manata da terra. Rosso diretto: Guida non ha dubbi.

All.: Simone Inzaghi 6 – Buono solo il pareggio oggi: Simone deve capire che deve giocare solo chi sta in forma. Errore grave su Radu che era già malconcio e che ora dovrà stare fermo per lo stiramento. La sosta cade a pennello per lavorare con la squadra al completo ed inserire i nuovi acquisti.

Pubblicità

Articolo copertina

LAZIO FORMELLO – Seduta in piena emergenza in vista del Torino

Pubblicato

in



LAZIO FORMELLO – Prosegue, in casa biancoceleste, l’emergenza (Covid e non solo) in vista del match contro il Torino, in programma domenica alle 15.00

LAZIO FORMELLO – Oggi la squadra si è ritrovata agli ordini di Simone per sostenere il primo allenamento in vista della sfida contro il Torino. Se il tecnico biancoceleste, in occasione della trasferta di Bruges, aveva gli uomini contati, adesso per lui le cose si complicano ulteriormente. Rispetto al match di Champions, infatti, a Formello non si sono visti neanche Patric, Fares e Akpa-Akpro. Lo spagnolo ha lasciato il campo mercoledì dopo aver accusato conati di vomito. Da valutare le condizioni dell’ex Spal, mentre l’ivoriano è partito per la Francia per ragioni legate al passaporto e dovrebbe essere dunque disponibile domenica. Questa mattina, prima dell’allenamento, nuovo giro di tamponi per squadra e staff. Alla seduta odierna, oltre a Reina e Alia che hanno lavorato a parte, si sono visti 11 giocatori di movimento: Hoedt, Acerbi, Vavro, Parolo, Marusic, , Correa, Pereira, Caicedo, Muriqi e Lulic. Il bosniaco, al momento fuori dalla lista del campionato, si è rivisto in campo per una parte dell’allenamento (lavoro propriocettivo, corsa tra gli ostacoli, crossi, tiri e allunghi).

GLI ASSENTI

Tra infortunati e possibili casi di positività al Covid-19, è lunga la lista degli assenti: oltre ai sopracitati Patric, Fares e Akpa-Akpro (assenza legata al passaporto), anche , Cataldi, Strakosha, Lazzari, Djavan Anderson, Luis Alberto, Luiz Felipe, Leiva, Escalante, Armini e Radu. Per gli ultimi due si tratta di problemi muscolari. Il romeno, che sta recuperando dallo stiramento rimediato contro l’Inter, si è rivisto oggi in campo solo per una corsetta blanda. Piena emergenza dunque a due giorni dalla sfida contro i granata. Inzaghi è alle prese con dei dubbi anche relativi al modulo. Se Fares non dovesse recuperare, infatti, il tecnico potrebbe cambiare assetto come nel secondo tempo di Bruges. Tra le ipotesi, un 4-3-1-2 con Marusic (che non ha svolto l’intera seduta) e Acerbi nelle vesti di terzini, Hoedt e Vavro centrali difensivi. Parolo in regia con Milinkovic e Pereira mezzali. Coppia d’attacco, supportata da Correa, composta da Caicedo e Muriqi. Domani, prima della partenza per Torino, scatteranno le prove tattiche.

 

Continua a leggere

Articoli più letti