Seguici sui Social

News

Pippo Inzaghi incorona la Lazio: “Scudetto senza lockdown”

PUBBLICITA

Pubblicato

il

PUBBLICITA

Pippo Inzaghi incorona la Lazio, elogiandone l’ottimo cammino percorso nella scorsa stagione.

Pippo Inzaghi incorona la Lazio. Non è la prima occasione in cui il tecnico del Benevento si esprime con parole al miele nei riguardi della squadra guidata dal fratello. Elogi inevitabili, alla luce dell’ottimo cammino percorso dai biancocelesti nella scorsa stagione, con il ritorno dopo 13 anni in Champions League. Queste le parole pronunciate da ‘SuperPippo’ a margine del Festival dello Sport, cui era presente anche Simone:

Il Covid? Inutile negarlo, siamo preoccupati. Però dobbiamo affidarci a chi ne sa di più. Per fortuna il 90-95% dei positivi è asintomatico, il che deve dare forza per andare avanti con il campionato. Ovviamente stando sempre attenti al protocollo“.

  Verso Lazio Bayern Monaco Klose: "7-1? La Lazio ha qualità, non succederà. Sono felice di incontrarla"

E a proposito di campionato: “La Juventus resta la favorita. L’Inter si è rafforzata molto e lotterà fino alla fine, perchè ha un organico alla pari, se non addirittura. La Lazio? Senza il lockdown avrebbe vinto lo scudetto. Ha un undici forte come quello delle altre squadre. In Champions le auguro di fare cose importanti“.


News

Lulic chiama Inzaghi: “I big qualche partita potrebbero saltarla…”

Pubblicato

il

Lazio Lulic

Non è piaciuta a nessuno la partita di ieri contro il Bologna. Arriva il mea culpa anche di un senatore biancoceleste: Lulic chiama Inzaghi e invoca cambi di formazione per far rifiatare i giocatori.

Lulic a Sky Sport: “Sicuramente è mancata la reazione anche perché i rigori si possono sbagliare. Oggi siamo andati in difficoltà davanti alla porta e non siamo riusciti a fare gol. Non so se abbiamo digerito la sconfitta con il Bayern ma questa era un’altra partita e se vogliamo rigiocare in Champions il prossimo anno queste cose non devono succedere. Abbiamo preso gol da una rimessa laterale e non può succedere, ma comunque ci sono tante partite ancora in cui possiamo dimostrare che non siamo quelli di stasera. Dopo due sconfitte in pochi giorni qualche domanda dobbiamo farcela, analizzando cosa abbiamo sbagliato per non ripetere questi errori. Il rapporto tra noi è ottimo, anche con i nuovi arrivati. Pereira è un giocatore forte che ha bisogno di tempo, quest’anno non ha giocato molto e mi auguro che riesca a darci una mano perché è bravo. I nuovi se hanno l’occasione danno tutto quando scendono in campo, ma è difficile giocare quando davanti a te hai Milinkovic o Luis Alberto. Penso comunque che ogni tanto anche a loro saltare una partita farebbe bene”.

Continua a leggere