Seguici sui Social

Ultime Notizie

Guai in vista per l’autore del video sull’aereo della Lazio

Pubblicato

il

Aereo Milano
PUBBLICITA

L’aereo biancoceleste fa ancora parlare di sè: caccia all’autore del filmato che denigrava il velivolo e il Presidente Lolito

Il nuovo acquisto di Lotito, l’aereo personalizzato biancoceleste, continua a suscitare dibattiti on line. Sotto accusa ora  l’autore del video virale che scherniva il nuovo aereo della Lazio, nonché la squadra stessa e il suo Presidente. A tal proposito è stata avviata un’indagine da Aeroporti di Roma, che si chiama fuori da ogni responsabilità. Serve infatti un preciso permesso per poter effettuare delle riprese nella zona aereoportuale destinata ai velivoli. Ecco le dichiarazioni rilasciate da Aeroporti di Roma attraverso due tweet pubblicati sul suo profilo ufficiale. “Riguardo al video sull’aereo della S.S. Lazio, ADR precisa che la registrazione è avvenuta senza autorizzazione e in violazione delle regole aeroportuali che prevedono il divieto di effettuare foto e filmati (art. 5.1.3 regolamento di scalo di Fiumicino e 5.1.10 di Ciampino). Al momento, non appare coinvolto alcun dipendente di ADR e sono in corso gli accertamenti per individuare le responsabilità dell’accaduto e, all’esito, adottare i provvedimenti conseguenti“. Riguardo al video sull’aereo della S.S. Lazio, ADR precisa che la registrazione è avvenuta senza autorizzazione e in violazione delle regole aeroportuali che prevedono il divieto di effettuare foto e filmati (art. 5.1.3 regolamento di scalo di Fiumicino e 5.1.10 di Ciampino)”, recita il primo tweet. Nel secondo invece, si parla del mancato coinvolgimento di qualsivoglia dipendente dell’azienda Aeroporti di Roma nella vicenda. “Al momento, non appare coinvolto alcun dipendente di ADR e sono in corso gli accertamenti per individuare le responsabilità dell’accaduto e, all’esito, adottare i provvedimenti conseguenti“.


Ultime Notizie

Lazio-Torino, Avv. Chiacchio: “Il ricorso si poteva evitare”

Pubblicato

il


I commenti del legale della squadra granata sulla vicenda

Lazio-Torino. La vicenda arriva al terzo grado, quello finale: Lotito ha infatti presentato ricorso al Collegio di Garanzia del Coni. Sul piatto due possibili esiti: o rigiocare il match, o vittoria 3 a 0 per la Lazio a tavolino. La seconda possibilità è chiaramente quella auspicata dai biancocelesti. Sulla vicenda si è espresso il legale del Torino, l’Avv. Eduardo schiaccio, intervistato ai microfoni di Radio Punto Nuovo: “Si poteva evitare il terzo grado di giudizio, per evitare di condizionare il calendario nella fase finale. La Lazio ha ritenuto di fare ricorso e noi contesteremo le loro richieste. Nella giustizia in genere bisogna essere molto attenti, saremo pronti a contestare ogni cosa dirà la controparte. Sicuramente è un precedente importante Juve-Napoli. I principi di Juve-Napoli possono essere utilizzabili, ma ci sono particolari un po’ diversi. La sostanza comunque non cambia, anche Lazio-Torino si deve giocare”, ha dichiarato Chiacchio.

Continua a leggere

Articoli più letti