Guai in vista per l’autore del video sull’aereo della Lazio

L’aereo biancoceleste fa ancora parlare di sè: caccia all’autore del filmato che denigrava il velivolo e il Presidente Lolito

Il nuovo acquisto di Lotito, l’aereo personalizzato biancoceleste, continua a suscitare dibattiti on line. Sotto accusa ora  l’autore del video virale che scherniva il nuovo aereo della Lazio, nonché la squadra stessa e il suo Presidente. A tal proposito è stata avviata un’indagine da Aeroporti di Roma, che si chiama fuori da ogni responsabilità. Serve infatti un preciso permesso per poter effettuare delle riprese nella zona aereoportuale destinata ai velivoli. Ecco le dichiarazioni rilasciate da Aeroporti di Roma attraverso due tweet pubblicati sul suo profilo ufficiale. “Riguardo al video sull’aereo della S.S. Lazio, ADR precisa che la registrazione è avvenuta senza autorizzazione e in violazione delle regole aeroportuali che prevedono il divieto di effettuare foto e filmati (art. 5.1.3 regolamento di scalo di Fiumicino e 5.1.10 di Ciampino). Al momento, non appare coinvolto alcun dipendente di ADR e sono in corso gli accertamenti per individuare le responsabilità dell’accaduto e, all’esito, adottare i provvedimenti conseguenti“. Riguardo al video sull’aereo della S.S. Lazio, ADR precisa che la registrazione è avvenuta senza autorizzazione e in violazione delle regole aeroportuali che prevedono il divieto di effettuare foto e filmati (art. 5.1.3 regolamento di scalo di Fiumicino e 5.1.10 di Ciampino)”, recita il primo tweet. Nel secondo invece, si parla del mancato coinvolgimento di qualsivoglia dipendente dell’azienda Aeroporti di Roma nella vicenda. “Al momento, non appare coinvolto alcun dipendente di ADR e sono in corso gli accertamenti per individuare le responsabilità dell’accaduto e, all’esito, adottare i provvedimenti conseguenti“.

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS

Le altre notizie sulla Lazio

NEWS DI OGGI