Seguici sui Social

Articolo copertina

LAZIO UDINESE 1-3: friulani corsari all’Olimpico, si salva solo Immobile. Le pagelle del match

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Immobile
PUBBLICITA

LAZIO UDINESE 1-3 – Nel lunch match della nona giornata, i friulani si sono imposti all’Olimpico sugli uomini di Inzaghi

STRAKOSHA 5,5:  L’ultimo dei colpevoli in una giornata storta. Non perfetto sul terzo gol subito sul proprio palo.

PATRIC 5: Impreciso, lento nella manovra. Subisce parecchio le avanzate avversarie. (Dal 76′ Pereira sv.).

ACERBI 6: Leader difensivo. Anche lui oggi soffre la frizzantezza dell’Udinese ma è l’ultimo a mollare e l’unico della retroguardia a tenere il confronto con l’attacco bianconero.

RADU 5,5: Da lui ci si attende qualcosa di più. Non giocava da tanto e  oggi si è visto: lontano dalla migliore condizione, non dà l’apporto sperato ed  è vittima della grande prestazione avversaria.

LAZZARI 6: Spinge per tutta la partita anche se mancano le sue sgroppate offensive, non molla un centimetro e alla lunga è uno dei più positivi. Non riesce a esprimersi al meglio ma non solo per responsabilità sua.

PAROLO 5,5: Brutto primo tempo, prestazione anonima e lontana da quella contro lo Zenit in cui ha mostrato le sue caratteristiche da leader. (Dal 45′ Akpa Akpro 6): Nel secondo l’Udinese si limita a gestire e l’ex Salernitana prova a dare muscoli e dinamismo alla squadra. Fa il suo ma non incide più di tanto.

  BOLOGNA LAZIO Inzaghi: "Deluso dalla reazione, ora testa al Toro"

CATALDI 5: Prestazione opaca anche quella del classe ’94. Nel primo tempo è chiamato a dirigere il centrocampo ma non lo fa come ci si attendeva. (Dal 45′ Lucas Leiva 6): Inserito nella ripresa per disegnare le geometrie mancate nel primo tempo. Prestazione diligente e di esperienza ma non sufficiente a far correre a dovere il motore della squadra.

LUIS ALBERTO 5,5: Uomo fantasia, luce e faro di un centrocampo che sa spesso essere pericoloso anche grazie ai suoi colpi. Tutto questo oggi non si è visto, un paio di giocate interessanti ma poco più. (Dal 63′ Caicedo): Inserito nell’ultima mezz’ora per cercare di rimontare il momentaneo 0-2. Lotta in mezzo ai difensori bianconeri ma non riesce a sfondare il muro avversario.

FARES 5: Prestazione negativa per l’ex Spal. Anche lui sostituito a fine primo tempo. Distratto, macchinoso, impreciso. (Dal 45′ Marusic 5,5): Inserito per spingere sulla corsia sinistra: lo fa a tratti e non dà la carica richiesta da mister Inzaghi.

IMMOBILE 6.5: Un voto di stima, di gratitudine per l’unico che oggi ha provato a tener testa a un’Udinese in giornata. Non brillante come al solito, ma si procura e trasforma il rigore dell’1-3.

CORREA 5,5: Dal Tucu si pretende molto di più: la sua fantasia e la sua esperienza devono fare la differenza in partite come questa.

 

 


Articolo copertina

LAZIO TORINO I tamponi granata negativi non scacciano il rischio rinvio

Pubblicato

il

LAZIO TORINO I tamponi granata negativi non scacciano il rischio rinvio: le ultime.

Lazio Torino, i tamponi granata negativi non scacciano il rischio rinvio. I test sono stati svolti ieri pomeriggio e gli ultimi risultati sono arrivati questa mattina. Un tocco di sereno sul cielo dei piemontesi, dopo quasi una settimana di nubi positive. Per il ritorno alla normalità occorrerà però atttendere il giro di domani. Il bilancio attuale parla di 10 positivi, 8 nella squadra e 2 nello staff. Un numero che sale a quota 16, contando anche i familiari dei contagiati. A preoccupare la Asl è soprattutto il fatto che l’intero gruppo sia positivo alla variante inglese del Covid. Per il momento gli allenamenti in casa granata sono consentiti solo in forma individuale: in caso di tutte negatività anche nei tamponi di domani, si tornerà a lavorare anche in gruppo. La trasferta di martedì contro la Lazio resta dunque a rischio: a tal proposito, l’ultima parola spetterà all’Asl locale, al momento ancora piuttosto perplessa. Da chiarire soprattutto come sarà effettuato il viaggio: il rischio è che possa contribuire a diffondere l’infezione anche tra persone esterne al gruppo squadra.

Continua a leggere