Seguici sui Social

Primo Piano

PUBBLICITA

LAZIO UDINESE 1-3: friulani corsari all’Olimpico, si salva solo Immobile. Le pagelle del match

Avatar

Pubblicato

il

Immobile

LAZIO UDINESE 1-3 – Nel lunch match della nona giornata, i friulani si sono imposti all’Olimpico sugli uomini di Inzaghi

STRAKOSHA 5,5:  L’ultimo dei colpevoli in una giornata storta. Non perfetto sul terzo gol subito sul proprio palo.

PATRIC 5: Impreciso, lento nella manovra. Subisce parecchio le avanzate avversarie. (Dal 76′ Pereira sv.).

ACERBI 6: Leader difensivo. Anche lui oggi soffre la frizzantezza dell’Udinese ma è l’ultimo a mollare e l’unico della retroguardia a tenere il confronto con l’attacco bianconero.

RADU 5,5: Da lui ci si attende qualcosa di più. Non giocava da tanto e  oggi si è visto: lontano dalla migliore condizione, non dà l’apporto sperato ed  è vittima della grande prestazione avversaria.

LAZZARI 6: Spinge per tutta la partita anche se mancano le sue sgroppate offensive, non molla un centimetro e alla lunga è uno dei più positivi. Non riesce a esprimersi al meglio ma non solo per responsabilità sua.

PAROLO 5,5: Brutto primo tempo, prestazione anonima e lontana da quella contro lo Zenit in cui ha mostrato le sue caratteristiche da leader. (Dal 45′ Akpa Akpro 6): Nel secondo l’Udinese si limita a gestire e l’ex Salernitana prova a dare muscoli e dinamismo alla squadra. Fa il suo ma non incide più di tanto.

CATALDI 5: Prestazione opaca anche quella del classe ’94. Nel primo tempo è chiamato a dirigere il centrocampo ma non lo fa come ci si attendeva. (Dal 45′ Lucas Leiva 6): Inserito nella ripresa per disegnare le geometrie mancate nel primo tempo. Prestazione diligente e di esperienza ma non sufficiente a far correre a dovere il motore della squadra.

LUIS ALBERTO 5,5: Uomo fantasia, luce e faro di un centrocampo che sa spesso essere pericoloso anche grazie ai suoi colpi. Tutto questo oggi non si è visto, un paio di giocate interessanti ma poco più. (Dal 63′ Caicedo): Inserito nell’ultima mezz’ora per cercare di rimontare il momentaneo 0-2. Lotta in mezzo ai difensori bianconeri ma non riesce a sfondare il muro avversario.

FARES 5: Prestazione negativa per l’ex Spal. Anche lui sostituito a fine primo tempo. Distratto, macchinoso, impreciso. (Dal 45′ Marusic 5,5): Inserito per spingere sulla corsia sinistra: lo fa a tratti e non dà la carica richiesta da mister Inzaghi.

IMMOBILE 6.5: Un voto di stima, di gratitudine per l’unico che oggi ha provato a tener testa a un’Udinese in giornata. Non brillante come al solito, ma si procura e trasforma il rigore dell’1-3.

CORREA 5,5: Dal Tucu si pretende molto di più: la sua fantasia e la sua esperienza devono fare la differenza in partite come questa.

 

 


Primo Piano

Lazio Europa League, cosa deve fare per accedere agli ottavi

Avatar

Pubblicato

il

Lazio in Europa League
<

Lazio Europa League, grazie alla vittoria di ieri per 3-0 ai danni della Lokomotiv Mosca, gli uomini di Sarri hanno passato aritmeticamente il turno. Ora la Lazio è seconda ed in caso di passaggio appunto da seconda andrebbe a fare i sedicesimi , con il rischio di prendere le terze classificate del girone di Champions. Per evitare ciò ed accedere agli ottavi è decisiva l’ultima gara contro il Galatasaray, la Lazio può solo vincere ed avere così il primato del girone.

lazio el

BERGOMI CONTRO SARRI

Continua a leggere

Primo Piano

Un videomessaggio di auguri dal tuo idolo ? La cifra da sborsare ti farà gelare il sangue

Avatar

Pubblicato

il

2E78955D 6815 444C B5EB 5B009A68229B
<

Tra le tante nuove mode, direttamente dagli Usa prende sempre più piede quella di farsi mandare un videomessaggio di auguri a pagamento dal proprio idolo. Tutto possibile con il sito\app Cameo, sono tantissimi i vip presenti nel database, da attori a sportivi. Quest’ultimi hanno dei costi da far gelare il sangue, come l’ex campione di box, Mike Tyson che chiede l’astronomica cifra di 17000 euro. Presenti anche italiani, come Jorgihno che chiede 351 euro, più economico l’ex portiere dell’Inter e della Nazionale, Zenga, appena 13 euro. Scovando nel database ecco presenti due ex stelle del mondo Lazio, l’ex allenatore svedese Sven Goran Eriksson, l’allenatore dello scudetto chiede 53 euro per un video. Tutt’altra cifra quella richiesta dall’inglese Paul Gascoigne, ben 187 euro per un saluto e 1780 euro per un messaggio motivazionale per la propria azienda.

cameo

L’AGENTE DI MILINKOVIC FA PREOCUPPARE I LAZIALI

Continua a leggere

Primo Piano

Lazio Superlega, l’idea stuzzica Lotito

Avatar

Pubblicato

il

Lotito 9
<

Lazio Superlega, il Patron della Lazio, Lotito ai microfoni di Ansa e Sport Mediaset ha aperto alla Superlega : “Dico che bisogna ripensare il sistema calcistico sulla base di nuove esigenze mediatiche, commerciali e fisiche. I ritmi sono totalmente cambiati, gli atleti spendono molto dal punto di vista dello stress fisico e mentale. Questi sono temi che affronteremo nelle sedi istituzionali preposte, sono sempre disponibile a trovare soluzioni che aiutino i club ad avere maggiori introiti e maggiore visibilità, rispettando al tempo stesso le esigenze degli atleti“.

superlega

INFORTUNIO IMMOBILE : SEGNALI POSITIVI IN VISTA DELLA JUVENTUS

Continua a leggere

Articoli più letti

Editore e Direttore Responsabile: Davide Sperati
Testata Giornalistica - Reg. N°152/2015 - ROMA
Sito non connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.
Copyright ©2015-2021
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica