Seguici sui Social
PUBBLICITA

Arabic AR Chinese (Simplified) ZH-CN English EN French FR Italian IT Russian RU Spanish ES


Articolo copertina

UCL – PAGELLE ZENIT LAZIO Caicedo, graffio da punto d’oro

Avatar

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Terza partita di per i biancocelesti.

Pagelle Zenit Lazio

REINA 6 – Ordinaria amministrazione, nulla può sul gol dei russi. Incolpevole

PATRIC 6 – Prova ordinata, come suo solito.

HOEDT 6 – Si trova incolpevolmente in mezzo nell’azione del gol degli avversari. Poi prende bene le misure agli attaccanti.

ACERBI 6 – Soffre nel primo tempo e si trova fuori posizione sul gol avversario. Meglio nella ripresa: dai suoi piedi parte il cross per il gol di Caicedo.

MARUSIC 6.5 – Non trova gli spazi giusti per i guizzi offensivi, ma fa un gran lavoro in fase di copertura

MILINKOVIC 7 – Senza Luis Alberto è lui il faro del centrocampo. Nel finale un passaggio centrale sanguinoso poteva costare caro alla Lazio: il fuorigioco non permette allo Zenit di festeggiare il 2-1.

PAROLO 5.5 – Soffre la fisicità degli avversari, Inzaghi lo capisce e prepara subito il cambio con Catadi. Cataldi al 52′ 6 – Più nel vivo del gioco rispetto a Parolo. Ha la possibilità di calciare una bella punizione dalla sua mattonella ma colpisce la barriera.

AKPA AKPRO 5,5 – Tanta gamba e legna lì nel mezzo ma il ritmo cala molto nella ripresa. Oggi più ombre che luci.

FARES 5.5 – Da lui ci si aspetta di più: più spinta soprattutto in avanti. Al 59′ Pereira 6 – Entra quando la Lazio comincia a girare: duetta bene con gli attaccanti e i centrocampisti ma gli si chiede più cattiveria agonistica.

CORREA 6 – Da migliorare l’intesa con Muriqi. Meglio quando gioca con Caicedo. Al 85′ Luiz Felipe 6 – Entra lui e tutte le palle di testa sono le sue: dà sicurezza e sostanza al reparto arretrato pur non essendo al 100%.

MURIQI 5,5 – Tanta volontà e grinta, diamogli tempo ma per oggi la sua gara rimane insufficiente. Al 59′ CAICEDO 7.5 – Nel finale di partita è ormai da Pallone d’Oro. Segna un altro gol pesantissimo facendo il cuore alla telecamera.

ALL. INZAGHI 7 – Punto d’oro tra mille difficoltà. Plasma bene la squadra e gestisce bene le risorse (poche) a disposizione.

Continua a leggere
Pubblicità

Articolo copertina

LAZIO ZENIT Conferenza Inzaghi: “Match importante, vogliamo la qualificazione”

Avatar

Pubblicato

il



LAZIO ZENIT Conferenza Inzaghi – Nella giornata odierna, il tecnico biancoceleste è intervenuto in sala stampa e ha presentato il match

Si sente la pressione prima di queste gare?

“Domani ci attende una partita importante. Il nostro obiettivo è passare il girone, mancano 3 partite, ne abbiamo fatte 3 nel migliore dei modi e ora bisogna continuare così. Affrontiamo una squadra forte, di qualità, che recupererà giocatori importanti. Servirà una prestazione di carattere. Dobbiamo recuperare energie, sabato a Crotone è stata una gara dispendiosa”.

Situazione tamponi per domani? Chi recupererà?

“In questo momento non ho ancora notizie ufficiali. Sto aspettando la comunicazione dei responsabili sanitari. L’unica notizia certa è che ci sarà di nuovo Luiz Felipe, un giocatore importante che però è fermo da più di 10 giorni. Deciderò tra oggi e domani se impiegarlo dall’inizio”.

Con la fascia da capitano a Luis Alberto stop definitivo alle polemiche?

“Penso di sì, l’ha dimostrato negli anni cosa rappresenta per la Lazio. Ha dato una grandissima risposta in campo, per quello che ha fatto tecnicamente e il sacrificio dimostrato. Normale che ci aspettiamo conferme anche fuori dal campo, ma non ho dubbi su questo. Ho parlato con lui, è sereno e motivato per far sì che le cose vadano sempre meglio”. 

La Lazio è sottovalutata?

“Raramente ci danno per favoriti, siamo abituati. In questi anni siamo cresciuti sempre, abbiamo portato a casa trofei, all’inizio di questa stagione abbiamo avuto qualche difficoltà dovuta al calendario tosto e alle tantissime defezioni. Il mio augurio è poter recuperare giocatori. Domani avremo qualche problematica, soprattutto a metà campo. Se non parlano di noi, comunque, non mi dispiace. Siamo consapevoli di poter competere e dire la nostra con tutti a disposizione”.

Torna Strakosha? Domani si aspetta di vedere Peruzzi in tribuna?

“Su Peruzzi si sa che in tutte le famiglie e società ci possono essere incomprensioni. Sono convinto che si possano risolvere come successo in passato. Strakosha stamattina ha fatto un lavoro supplementare con Grigioni e Zappalà, è il titolare ma è fuori da tempo. Reina sta facendo bene, giocherà lui”.

Borussia-Bruges: preferirebbe togliere di mezzo una squadra e avere più chance di qualificazione o tentare il primo posto nel girone?

“Una domanda che mi sono posto pure io da solo ieri sera. Difficile dare una risposta: dobbiamo cercare di battere lo Zenit, il resto ci interessa relativamente”.

Continua a leggere

Articoli più letti