Seguici sui Social

News

LAZIO BRUGES INZAGHI: “Abbiamo vinto una finale, gioia enorme”

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Inzaghi
PUBBLICITA

Lazio Bruges Inzaghi gongola per il traguardo raggiunto dai suoi ragazzi: un girone giocato ad alti livelli e una qualificazione meritata.

“70-75 minuti di grandissima Lazio poi con il Bruges sapevamo che non sarebbe stato facile perché buttavano palle velenose in mezzo. Sono però d’accordo con i miei ragazzi: abbiamo meritato la qualificazione, per noi è come un trofeo. Lazio emozionata nel finale? Sì, non siamo riusciti a fare il terzo gol, l’abbiamo sfiorato a più riprese. Poi abbiamo preso il 2-2 e giustamente abbiamo sofferto. I miei ragazzi hanno però dato tutto. Hoedt e Radu insieme agli altri difensori sono stati bravissimi: mi dispiace non aver vinto ma stasera non ci può essere rammarico. Prossimo avversario? Qualsiasi squadra arriverà sarà una grandissima formazione. Non ho avuto il tempo di pensare sinceramente viste le partite ravvicinate. Le finali si sa sono difficili da affrontare ma i ragazzi non hanno sbagliato nulla. Stasera è una gioia enorme: nel giorno dei sorteggi era tutto molto lontano. Ci abbiamo provato per 4 anni, tante squadra in Italia volevano stare al nostro posto, abbiamo dato tutto”.


Focus

LA NOSTRA STORIA – Aron Winter, un lanciere al servizio della Lazio

Pubblicato

il

l'olandese Aron Winter

Ex calciatore della Lazio nato in Suriname ma naturalizzato olandese. Aron Mohamed Winter nasce a Paramaribo il 1° marzo del 1967. Centrocampista, inizia a giocare fra i dilettanti nel SV Lelystad. Nel 1986 passa all’Ajax. Con la formazione olandese vince per due volte la Coppa d’Olanda, un campionato nazionale, una Coppa delle Coppe e una Coppa UEFA.

Nel 1992, per 5 miliardi di lire, passa alla Lazio. Diventa un elemento importante della squadra biancoceleste guidata prima da Zoff e poi da Zeman. Il tecnico boemo lo schiera nel ruolo di laterale sinistro. Si mette in grande mostra per ordine e geometria unite ad un incessante mobilità. Forte tiratore dalla media distanza segna reti fondamentali per prestigiose vittorie biancocelesti. Gioca con la Lazio per quattro stagioni lasciando un ottimo ricordo tra i sostenitori laziali per serietà e rendimento. Winter ha contribuito alla crescita della squadra che a cavallo del 2000 vinse di tutto in Italia e in Europa.

Nel 1996 passa all’Inter dove resta per tre stagioni, vincendo la Coppa UEFA nel 1998. L’anno successivo fa ritorno in Olanda per giocare nell’Ajax e nello Sparta Rotterdam. Con la Nazionale Olandese ha preso parte a tre edizioni dei Mondiali e a quattro degli Europei, vincendoli nel 1988 in Germania. Dopo aver appeso gli scarpini al chiodo diventa allenatore della squadra giovanile dei lancieri e poi della prima squadra. Nel gennaio 2011 viene assunto come allenatore del Toronto FC, per poi venire esonerato nel 2012. Nel 2014 è alla guida della selezione Under 19 olandese. Dal 2016 è tornato ad allenare la formazione A-1 dei lancieri. A luglio 2017 entra nello staff della prima squadra come vice allenatore.

  LA NOSTRA STORIA - Aron Winter, un lanciere al servizio della Lazio

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

DIVENTA NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

LASCIA UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Continua a leggere