Lazio Eriksson: “Avrebbero vinto lo scudetto, sono pronti, lo vinceranno”

Sven Goran Eriksson allenatore svedese

Lazio Eriksson è stato l’ultimo allenatore a vincere lo scudetto in panchina e spera che Inzaghi possa riuscirci nei prossimi anni

Lazio Eriksson parla della Champions e lo scudetto – La Lazio dopo ben 12 anni è tornata in Champions e ora potrebbe arrivare agli ottavi superando così il girone. Per farlo però, dovrà vincere o pareggiare contro il Brugge e poi, dovrebbe attendere il sorteggio per vedere la nuova squadra da affrontare. Ma c’è un allenatore storico che riuscì a portare i biancocelesti fino ai quarti di questa competizione anche se, il format era leggermente diverso. Parliamo di Sven Goran Eriksson che ha lasciato una intervista a Il Messaggero.

LE SUE PAROLE

“Quest’anno ammetto di non aver seguito qualche partita, mi è sfuggita ma nella passata stagione, le ho viste tutte. La squadra gioca un buon calcio, il miglior calcio d’Europa, poi è arrivato il Lockdown ed è sparita. Non so cosa sia accaduto, io non posso esprimermi perché non posso sapere se il problema sia stato a livello mentale o di altro genere. Però questo lo posso dire, senza lo stop la Lazio avrebbe vinto sicuramente lo scudetto. Però è scoppiata una pandemia e nessuno pensava sarebbe successa questa cosa. Ovviamente c’è rammarico però, ora la Lazio è pronta per vincerlo. Sono convinto che prima o poi ci riuscirà. Nella mia squadra avrei voluto Immobile, non capisco come possano criticarlo. Questa squadra sembra la mia, complimenti a Inzaghi e spero riesca a vincere lo scudetto anche lui”.

I SUOI GIOCATORI

Parliamo dei suoi ex ragazzi che ora allenano quasi tutti (Mancini, Inzaghi, Conceicao, Simeone, Mihajlovic): “Non li ho allenati solamente io, ne hanno avuti anche altri (ride, ndr). Però sono felice che abbiano fatto tanta strada. Mi fa sentire bene che oltre ad avergli lasciato qualcosa sul campo ho lasciato il loro qualcosa che gli è servito anche per il futuro. “.

Il Lazio Club Nyc ancora in fiamme nella notte

Qui Bruges – Il programma dei belgi in vista della Lazio