Seguici sui Social

News

Lazio Eriksson: “Avrebbero vinto lo scudetto, sono pronti, lo vinceranno”

Pubblicato

il

Sven Goran Eriksson allenatore svedese
PUBBLICITA

Lazio Eriksson è stato l’ultimo allenatore a vincere lo scudetto in panchina e spera che Inzaghi possa riuscirci nei prossimi anni

Lazio Eriksson parla della Champions e lo scudetto – La Lazio dopo ben 12 anni è tornata in Champions e ora potrebbe arrivare agli ottavi superando così il girone. Per farlo però, dovrà vincere o pareggiare contro il Brugge e poi, dovrebbe attendere il sorteggio per vedere la nuova squadra da affrontare. Ma c’è un allenatore storico che riuscì a portare i biancocelesti fino ai quarti di questa competizione anche se, il format era leggermente diverso. Parliamo di Sven Goran Eriksson che ha lasciato una intervista a Il Messaggero.

LE SUE PAROLE

“Quest’anno ammetto di non aver seguito qualche partita, mi è sfuggita ma nella passata stagione, le ho viste tutte. La squadra gioca un buon calcio, il miglior calcio d’Europa, poi è arrivato il Lockdown ed è sparita. Non so cosa sia accaduto, io non posso esprimermi perché non posso sapere se il problema sia stato a livello mentale o di altro genere. Però questo lo posso dire, senza lo stop la Lazio avrebbe vinto sicuramente lo scudetto. Però è scoppiata una pandemia e nessuno pensava sarebbe successa questa cosa. Ovviamente c’è rammarico però, ora la Lazio è pronta per vincerlo. Sono convinto che prima o poi ci riuscirà. Nella mia squadra avrei voluto Immobile, non capisco come possano criticarlo. Questa squadra sembra la mia, complimenti a Inzaghi e spero riesca a vincere lo scudetto anche lui”.

I SUOI GIOCATORI

Parliamo dei suoi ex ragazzi che ora allenano quasi tutti (Mancini, Inzaghi, Conceicao, Simeone, Mihajlovic): “Non li ho allenati solamente io, ne hanno avuti anche altri (ride, ndr). Però sono felice che abbiano fatto tanta strada. Mi fa sentire bene che oltre ad avergli lasciato qualcosa sul campo ho lasciato il loro qualcosa che gli è servito anche per il futuro. “.

Il Lazio Club Nyc ancora in fiamme nella notte

Qui Bruges – Il programma dei belgi in vista della Lazio


Pubblicità

Conferenza stampa

Inzaghi parla in conferenza prima del derby. Un mister serio e ambizioso. Ave Lazio!

Pubblicato

il

inzaghi

Il tecnico della Lazio Simone Inzaghi ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del derby della capitale.

E’ una gara importante. E’ la gara più importante di ogni stagione, quella più sentita in città, quella che finché non si rigiocherà un altro derby segnerà il destino di una o dell’altra tifoseria. Il derby è alle porte e il nostro mister ha parlato in conferenza stampa sicuro come sempre
sapendo che “Domani non sarà una partita come le altre”. La Lazio ha sicuramente un posto in Europa League ma vorrebbe fare l’impresa di arrivare in Champions sperando in qualche passo falso delle altre pretendenti. “Chiederò ai ragazzi tanta umiltà, quella che poi ci ha permesso di recuperare posizioni nel girone di ritorno”. Il rinnovo contrattuale adesso non è importante e il tecnico lo sa bene perché ora vuole concentrarsi solo sulla gara di domani.

Le fatiche di coppa e Immobile

Inzaghi poi si sofferma sulle parole del suo bomber “Certo abbiamo pagato le fatiche di coppa e il girone di andata non è stato dei migliori però dai abbiamo sempre fatto oltre 70 punti e anche quest’anno vogliamo ripeterci”. Poi riguardo la formazione di domani Inzaghi non si sbilancia ma elogia il suo attaccante Ciro Immobile: “Ciro è un leader e dopo la gara contro il Parma ha detto cose giuste. Sono orgoglioso di allenare un giocatore come lui da cinque anni. Poi in conclusione una breve parentesi sul derby che ricorda con più affetto: “Il derby che ricordo con affetto è quello terminato 2 a 1 nel 2000. In classifica eravamo dietro la Juventus e nel derby perdevamo uno a zero ma poi, grazie alle reti di Nedved e Veron ribaltammo il risultato”. Forza mister, siamo tutti con lei. ! Forza Lazio!
Davide Sperati

Continua a leggere

Articoli più letti