STADI Coni Figc e Lega a Conte: “Obsoleti e carenti, serve confronto”

STADI Coni Figc e Lega a Conte

STADI Coni Figc e Lega a Conte. Le parole in una lettera indirizzata al Premier e ai ministri Gualtieri, Spadafora e Franceschini.

STADI Coni Figc e Lega a Conte: “La terribile situazione che il mondo intero sta attraversando ci porta a condividere una necessaria riflessione sul futuro del calcio italiano. Che è stato colpito e messo a dura prova, come qualsiasi altro settore, dall’epidemia causata dal Covid 19“. “Stiamo attraversando – proseguono – una fase difficile per il sistema sportivo italiano. Le misure urgenti adottate dal Governo per contenere la diffusione del Covid ci stanno costringendo a disputare le manifestazioni senza spettatori. Al tempo stesso però dobbiamo guardare e sperare in un futuro migliore, cercando di essere pronti per quando torneremo a vivere in condizioni di normalità. Per quel periodo, che tutti ci auguriamo il più vicino possibile, il mondo dello sport, e del calcio in particolare, potrà riavere i propri impianti aperti a tifosi e appassionati. Dobbiamo però evidenziare e denunciare lo stato obsoleto e carente delle infrastrutture sportive del nostro paese. Che non sono neanche lontanamente paragonabili agli altri stadi presenti in Europa“.