Seguici sui Social

News

Lazio Lotito a Formello per fissare i bonus scudetto e passaggio ai quarti di Champions

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Lazio Lotito a Formello
PUBBLICITA

Lazio Lotito a Formello per esternare la sua felicità per la vittoria contro l’Atalanta e riferire i bonus per lo scudetto e il passaggio ai quarti di Champions

Lazio Lotito a Formello per salutare e parlare con i gicatori. Nella giornata di ieri il presidente Lotito si è presentato a Formello in primis per parlare con Inzaghi del rinnovo ma anche per fissare i primi stagionali per lo scudetto e la sfida contro il Bayern. I giocatori sono stati molto contenti di incontrare il presidente, lo hanno ringraziato per la mensilità anticipata (coma che non si vede in quasi nessuna società). Visto l’entusiasmo dimostrato dai calciatori per il presidente è stata una vera e propria gioia, non si aspettava di ricevere un’accoglienza del genere e così ha parlato subito dei bonus. Qualora la Lazio riuscisse a piazzarsi prima vincendo lo scudetto ai giocatori andrebbe un premio di 400.000 a testa mentre in caso di passaggio ai quarti di finale superando così il Bayern Monaco, avrebbero da diversi ben 3 milioni. Una cifra davvero alta per un passaggio agli ottavi, infatti i calciatori hanno mostrato subito entusiasmo, un clima ritrovato tra tutti quanti. Anche prima della partita contro l’Atalanta, il presidente aveva fatto capolino a Formello per motivare la squadra in vista di questa partita importante, discorso che ha poi fatto centro.

Lazio Immobile: “Siamo lì e vogliamo giocarcela”

Blasfemia durante Lazio-Sassuolo, Inzaghi patteggia


Focus

LA NOSTRA STORIA – Aron Winter, un lanciere al servizio della Lazio

Pubblicato

il

l'olandese Aron Winter

Ex calciatore della Lazio nato in Suriname ma naturalizzato olandese. Aron Mohamed Winter nasce a Paramaribo il 1° marzo del 1967. Centrocampista, inizia a giocare fra i dilettanti nel SV Lelystad. Nel 1986 passa all’Ajax. Con la formazione olandese vince per due volte la Coppa d’Olanda, un campionato nazionale, una Coppa delle Coppe e una Coppa UEFA.

Nel 1992, per 5 miliardi di lire, passa alla Lazio. Diventa un elemento importante della squadra biancoceleste guidata prima da Zoff e poi da Zeman. Il tecnico boemo lo schiera nel ruolo di laterale sinistro. Si mette in grande mostra per ordine e geometria unite ad un incessante mobilità. Forte tiratore dalla media distanza segna reti fondamentali per prestigiose vittorie biancocelesti. Gioca con la Lazio per quattro stagioni lasciando un ottimo ricordo tra i sostenitori laziali per serietà e rendimento. Winter ha contribuito alla crescita della squadra che a cavallo del 2000 vinse di tutto in Italia e in Europa.

Nel 1996 passa all’Inter dove resta per tre stagioni, vincendo la Coppa UEFA nel 1998. L’anno successivo fa ritorno in Olanda per giocare nell’Ajax e nello Sparta Rotterdam. Con la Nazionale Olandese ha preso parte a tre edizioni dei Mondiali e a quattro degli Europei, vincendoli nel 1988 in Germania. Dopo aver appeso gli scarpini al chiodo diventa allenatore della squadra giovanile dei lancieri e poi della prima squadra. Nel gennaio 2011 viene assunto come allenatore del Toronto FC, per poi venire esonerato nel 2012. Nel 2014 è alla guida della selezione Under 19 olandese. Dal 2016 è tornato ad allenare la formazione A-1 dei lancieri. A luglio 2017 entra nello staff della prima squadra come vice allenatore.

  Champions League Condò difende le italiane: "Tre errori determinanti contro di loro"

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

DIVENTA NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

LASCIA UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Continua a leggere