Seguici sui Social

News

PUBBLICITA

Beppe Signori, una petizione per riabilitare il re

Avatar

Pubblicato

il

Signori

Attacchi e nessuna difesa mediatica per il re Beppe Signori durante il processo sul calcioscommesse: ancor meno quando è stata dichiarata la sua totale innocenza. I laziali adesso possono aiutarlo a combattere un battaglia legittima: uniti ancora una volta per la vittoria. 

E’ stata lanciata una petizione online per “riabilitare Beppe Signori”. Di seguito riportiamo il testo della lettera:

Al Dott. Gabriele Gravina, Presidente Federazione Giuoco Calcio

“Quel primo Giugno del 2011, insieme a lui, hanno arrestato anche tutti noi e ci hanno schizzato addosso lo stesso fango. Non abbiamo avuto bisogno di Beppe Signori per amare la nostra squadra, ma lui ci ha fatto palpitare il cuore, ci ha fatto esaltare e, quando si andava allo stadio sapendo che, là davanti, c’era lui, passavamo i tornelli d’acciaio frementi di aspettative ed improvvisamente alleggeriti da ogni pensiero. Lui ci ha fatto sognare. Anzi, no, molto di più: ci ha consentito di sognare e noi ci siamo nutriti della sua grandezza che è diventata anche la nostra.

Poi, un giorno, ce l’hanno portato via e ci hanno detto che non era quel mito che avevamo fatto entrare nel nostro cuore, che aveva commesso cose spregevoli, le più lontane dai valori sportivi e da quell’immagine eroica, con cui volevamo comunque mantenercelo. Ciascuno di noi si è sentito accusato.

Sono passati dieci lunghi anni, durante i quali l’oblio mediatico ha scolorito i fatti, ma non l’infamante accusa nei suoi confronti e con cui, nel bene o nel male, siamo stati costretti a ricordarlo, anche senza crederci. Per dieci lunghi anni, ci hanno costretto, noi increduli della sua colpevolezza, a giustificarci del nostro immutato ricordo di lui. Hanno danneggiato anche i nostri ricordi.

Dopo dieci anni, un bel giorno, leggiamo sui media che ben due Tribunali della Repubblica Italiana, dopo accurate istruttorie, hanno sancito che i fatti di cui lui era stato accusato non sono mai accaduti, non si sono mai verificati… che erano soltanto illazioni! E veniamo a sapere che, durante quel silenzio decennale, che avrebbe fatto appassire chiunque, lui non si è dato per vinto e ha continuato a lottare per difendere il risultato della sua partita più importante e, alla fine, ha segnato il suo gol più bello e significativo. Abbiamo anche saputo che, per arrivare in porta, ha dovuto prendere la decisione di rinunciare alla prescrizione e chiedere di essere processato e giudicato. Una decisione che nessun colpevole prenderà mai e nella quale ritroviamo il coraggio (lui è stato l’unico ad averlo) e il “non si molla mai” del fuoriclasse, che è stato e che ci ha fatto sognare.

Ora, ci aspettiamo che anche la Giustizia Sportiva faccia la sua parte e lo riabiliti al più presto, restituendo, a lui, il posto che gli spetta nella storia del Calcio Italiano (e non solo) e, a noi, la bellezza dei nostri ricordi e dei nostri sogni.”

Per firmare la petizione clicca qui.


Pubblicità

News

Celta Vigo alla Lazio : “Invidiate la nostra maglietta”

Celta Vigo alla Lazio : “invidiate la nostra maglietta”, una simpatica pubblicità per le strade di Roma

Avatar

Pubblicato

il

5DE444AA 9E72 4C2C AE22 773FCDC7579F
<

Celta Vigo alla Lazio : “invidiate la nostra maglietta”, una simpatica pubblicità per le strade di Roma

Celta Vigo alla Lazio : “invidiate la nostra maglietta” è una simpatica campagna pubblicitaria della nuova maglia da gara della squadra iberica. Le 2 squadre che hanno in comune i colori sociali, con il celeste a farla da padrone hanno presentato nei giorni scorsi le loro maglie. Per le strade di Roma sono apparsi cartelli pubblicitari e pullman con rappresentata la nuova “camiseta celeste” con un messaggioCiao Lazio, oggi la nostra nuova maglia ha fatto un giro a Roma, è bellissima vero ? Ci dispiace laziali ma date un’occhiata alla nostra celeste”. Dalla Lazio ancora nessuna risposta in merito, ma la simpatica pubblicità ha fatto centro.

Tweet

INCONTRO LOTITO SARRI PER IL MERCATO

Continua a leggere

News

Rimborsopoli arbitri, il caso si allarga: tra i coinvolti anche Giacomelli

C’è anche Giacomelli tra i nuovi coinvolti nel caso Rimborsopoli arbitri

Avatar

Pubblicato

il

Giacomelli arbitro italiano
<

Rimborsopoli arbitri, altri fischietti finiscono nei guai. Tra loro anche una vecchia conoscenza del mondo Lazio: Piero Giacomelli.

A Giacomelli, al pari dell’altro indagato, il collega Davide Massa, è stata comminata una sospensione cautelativa. La vicenda si riferisce ai rimborsi delle spese effettuate dai direttori di gara per le trasferte: i conti, secondo chi indaga, in alcuni casi sarebbero stati alterati. Per questo motivo, nei giorni scorsi erano già stati squalificati altri 7 tra arbitri e assistenti, in un elenco in cui spiccavano i nomi di Pasqua e La Penna. Se ci aggiungiamo le dimissioni, causa impegni di lavoro, di Calvarese, non si può certo dire che questo per la classe dei fischietti sia un periodo facile.

Le accuse a carico di Giacomelli e Massa sarebbero più leggere rispetto a quelle contestate agli altri coinvolti. Ciò non dovrebbe tuttavia evitare loro di essere deferiti e convocati dalla commissione disciplinare dell’Aia. Quest’ultima dovrà ascoltarne le ragioni difensive e poi esprimere il proprio verdetto. Che potrebbe consistere in una squalifica minore rispetto ai 12-20 mesi inflitti al precedente gruppo o semplicemente in una multa. Tutto l’iter dovrebbe avere luogo nel giro di qualche settimana.

LEGGI ANCHE LE REGOLE PER IL GREEN PASS ALLO STADIO

Continua a leggere

News

Lucas Leiva, grinta e piedi per terra: “Ci siamo ma serve tempo”

Dal ritiro di Auronzo, Lucas Leiva è intervenuto oggi in conferenza stampa e ha tracciato un bilancio dei primi 10 giorni della nuova Lazio

Avatar

Pubblicato

il

lucas leiva
<

Sta gradualmente prendendo forma la Lazio di Maurizio Sarri. In tal senso sarà decisivo l’arrivo ad Auronzo dei giocatori reduci dagli impegni con le rispettive nazionali. Quel che è certo, è che nel 4-3-3 del tecnico toscano le chiavi della regia saranno affidate ancora a Lucas Leiva. Nella giornata odierna il centrocampista brasiliano è intervenuto in conferenza e ha fatto il punto della situazione: “Siamo all’inizio e abbiamo un nuovo allenatore, stiamo lavorando tanto per arrivare pronti all’inizio della stagione“. L’ex Liverpool ha poi sottolineato l’importanza del ritiro nell’ottica della preparazione: “Lo scorso hanno non ho partecipato a causa dell’operazione al ginocchio ed essere qui oggi per me è fondamentale“.

IL CALCIO DI SARRI

Con Sarri – ha proseguito Leiva – giocheremo un calcio diverso, dovremo imparare a pressare alti e mantenere la linea a metà campo. Siamo sulla buona strada ma sappiamo che ci vorrà del tempo per comprendere a fondo i meccanismi del nuovo modulo“. Il brasiliano ha poi posto l’accento sull’importanza che il tecnico gli ha attribuito: “Alla luce del mio ruolo il mister pretende tanto da me. In campo c’è bisogno di comunicazione e in questo senso devo dare il massimo”. Lucas Leiva, alla domanda sulle posizioni da occupare in campionato, non si è lasciato andare a pronostici sostenendo di contro l’importanza del duro lavoro e dell’assimilare gli insegnamenti del nuovo tecnico.

Lucas Leiva
Lucas Leiva

Di seguito il video della conferenza

https://www.facebook.com/SSLazioOfficialPage/videos/1638262899716089

Continua a leggere

Articoli più letti