Seguici sui Social

Ultime Notizie

PUBBLICITA

La Lazio chiede risarcimento danni alla Gazzetta dello Sport

Avatar

Pubblicato

il

lazio-gazzetta

Notizie Lazio. Il legale biancoceleste è tornato a commentare il capitolo tamponi. Sotto accusa in particolare le illazioni che sono state fatte verso la squadra, colpevole a detta di molti di una possibile “epidemia colposa”. Gentile respinge decisamente queste accuse, e anzi chiede i danni a chi ha tentato di screditare la Lazio. “Nessun giocatore sospetto positivo è mai entrato in campo, mai. Il rischio di epidemia colposa che qualcuno aveva paventato è un’ invenzione divulgata a nostro avviso volutamente per danneggiare l’immagine della Lazio. Abbiamo reagito sul piano giudiziario nei confronti della Gazzetta dello Sport e del direttore, abbiamo raccolto tutti gli articoli per un’azione di responsabilità per ottenere un risarcimento del danno. Quando questa situazione sarà meglio definita faremo i conti perché la più grande sostenitrice della “catastrofe” della Lazio è stata la Gazzetta e se avrà sbagliato dovrà pagare”.

Il punto sulla situazione

Secondo la sua tesi la squadra si è attenuta a quelli che sono i protocolli e le norme in vigore. “Per il caso tamponi il punto determinante che ha provocato la sanzione ai medici e alla Lazio è di carattere giuridico. Cioè comprendere qual è la disciplina che regola gli accertamenti dei tamponi: noi abbiamo sempre sostenuto che fosse compito della sanità pubblica, il tribunale ha detto che questo è vero ma che il compito è anche della società e del singolo soggetto risultato positivo. Può essere una motivazione di carattere civico ma che non si può trarre dalle norme UEFA e FIGC, secondo le quali la raccolta dei dati relativi al numero di tamponi effettuati e dei positivi riscontrati è un servizio pubblico, svolto tramite collaborazione diretta tra il laboratorio che li effettua e la ASL”. E sul caso specifico che ha riguardato Ciro Immobile ha aggiunto: “Nel caso di Immobile, abbiamo avuto nello stesso giorno un tampone positivo o un tampone negativo, il primo fatto col sistema rapido dalla Synlab, il secondo dal laboratorio di Avellino. Nei giorni successivi tamponi e sierologico erano negativi e quindi Immobile è andato a giocare. La Lazio ha fatto ciò che doveva fare secondo il protocollo e le norme in vigore”. Queste le parole dell’avv. Gentile ai microfoni di Radio Incontro Olympia.


Ultime Notizie

Immobile dopo Napoli Lazio: “Chiediamo scusa a tutti”

Avatar

Pubblicato

il

immobile dopo napoli lazio
<

Le parole di Ciro Immobile dopo Napoli Lazio, che ha chiesto scusa ai tifosi biancocelesti per la brutta sconfitta del Maradona

Ai microfoni di Dazn è intervenuto Ciro Immobile dopo Napoli Lazio, terminata 4-0 per i padroni di casa: “Chiediamo scusa a tutti i tifosi biancocelesti. In questi momenti non c’è nemmeno bisogno di parlare della partita, loro sono stati superiori in tutti. Io sono il capitano e mi prendo le responsabilità di questa serata. Purtroppo è andata così e non è la prima volta, dobbiamo rialzare la testa e reagire. Bisogna capire che in campo si va con l’atteggiamento giusto. Se sbagli l’approccio paghi caro gli errori che commetti. Dobbiamo lavorare e rimetterci in carreggiata”.



Continua a leggere

Ultime Notizie

PAGELLE NAPOLI LAZIO – Un 4 a 0 che sa di figuraccia! Sarri scelte incomprensibili

Avatar

Pubblicato

il

calciomercato lazio
<

Le Pagelle Napoli Lazio

Ecco le pagelle di Napoli Lazio 4-0

Reina 5,5 – In questi giorni si è parlato tanto del nuovo colpo della Lazio, ma tutto sommato lo spagnolo non ha colpe sulle quattro reti subite. Una cosa va detta: un portiere di 39 anni non può essere più titolare.

Patric 4 – Preferito a Lazzari, deve contenere le giocate del capitano partenopeo Lorenzo Insigne. Grave errore di posizione sul secondo gol dei padroni di casa. In difficoltà perenne viene sostituito nell’intervallo. Dal 46′ Lazzari 6 – Entra quando ormai la partita è compromessa e comunque è dici volte meglio dello spagnolo. Per qualità, intelligenza e senso tattico.

Luiz Felipe 5 – Soffre la mancanza di copertura degli esterni e la mobilità di Mertens lo manda in apnea.

Acerbi 5 – La reazione di Ace c’è, ma solo la traversa evita il gol al suo colpo di testa. Lotta finché può in una partita che dura quarantacinque minuti di gioco.

Hysaj 6 – L’ex di turno marca lozano e di sicuro gioca meglio di Patric. Anche durante la seconda frazione fa la sua dignitosa partita.

Milinkovic 5 – Dopo un primo tempo di sofferenza, esce al 61′ con un sorriso ironico. Il “sarrismo” non è troppo ideale per il suo gioco e quando non vieni supportato dagli altri due componenti della catena di destra, tutto diventa più difficile. Dal 61′ Basic 5,5 –  Il suo innesto non cambia i valori i campo.

Cataldi 5 – Sul primo gol del Napoli sbaglia un controllo mettendo in difficoltà i compagni. Per il resto in balia degli avversari, con il passare dei minuti diventa anche troppo nervoso. Dal 75′ Leiva s.v.

Luis Alberto 5 – Egregio il tiro al volo al 25′ che per poco non porta il risultato sul due a uno. Per il resto lo spagnolo è autore di una gara anonima.

Felipe Anderson 4,5 – Quando c’è bisogno di “portare  la croce”, il brasiliano non è il più indicato. Poco cercato, non entra mai in partita. Dal 54′ Zaccagni 6 – Il suo rientro in pianta stabile, consentirà a Sarri di alternare gli esterni d’attacco della Lazio.

Immobile 5 – Il capitano ci “mette il fritto”, ed è suo il primo tiro dei biancocelesti. Per il resto, la seconda frazione è come la prima: poco cercato e ben marcato dai centrali partenopei.

Pedro 6 – Dopo la rete realizzata nella gara Europa League, nella sciagurata gara di Napoli è forse il migliore, o il meno peggio. Toccato duro a metà secondo tempo viene sostituito. Dal 75′ Raul Moro s.v.

 

 

 

 

 



Continua a leggere

Ultime Notizie

Kepa Lazio – Alla scoperta del portiere spagnolo, le migliori parate (VIDEO)

Avatar

Pubblicato

il

KEPA LAZIO
<

Kepa Lazio, un binomio che, stando a quanto riportato oggi dal The Sun, potrebbe presto concretizzarsi

Kepa Lazio, una combo di estrema attualità, nella giornata di oggi, in seguito a quanto riportato dal The Sun. Secondo il celebre tabloid d’oltre manica, infatti, il 27enne portiere spagnolo potrebbe arrivare in prestito dal Chelsea al club biancoceleste già nel mercato di gennaio. Nelle ultime settimane ha tenuto banco la questione portiere che, nell’ambiente laziale, sarebbe diventata una priorità nonostante l’esperienza di Pepe Reina. Il Chelsea avrebbe infatti dato l’ok alla trattativa per Kepa che, qualora l’affare dovesse andare in porto, ritroverebbe Maurizio Sarri, che lo ha già allenato a Londra nel corso della stagione 2018/2019.

KEPA LAZIO, UN’OCCASIONE DI RINASCITA

Si tratta di un portiere affidabile, che fa della reattività e dei riflessi pronti il proprio punto di forza. Per il classe ’94, ormai dietro nelle gerarchie del tecnico Tuchel dietro Mendy, l’approdo nel campionato italiano e, nella fattispecie, in un club blasonato come quello biancoceleste, rappresenterebbe un’occasione per rimettersi in gioco alla luce delle sole 14 presenze totalizzate al Chelsea nell’ultimo anno e mezzo. Di seguito il video con le migliori parate di Kepa Arrizabalaga.



Continua a leggere

Articoli più letti

Editore e Direttore Responsabile: Davide Sperati
Testata Giornalistica - Reg. N°152/2015 - ROMA
Sito non connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.
Copyright ©2015-2021
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica