Primo Piano

LAZIO MILAN LE PAGELLE – All’Olimpico si balla la Tucu dance e Pioli torna a casa con il cappotto!

Pubblicato

il

Lazio Milan le pagelle: partita perfetta dei biancocelesti che risucchiano i rossoneri per la Champions. Discorso tutto aperto per il secondo, terzo e quarto posto.

LAZIO (3-5-2):

Reina 6 – Oggi più sicuro tra i pali: blocca alcuni tiri del Milan che potevano essere più insidiosi.

Marusic 6,5 – Ormai si trova a suo agio nella nuova posizione di terzo a destra: l’unica sbavatura l’incertezza nel primo tempo su Calhanoglu quando si è fatto attirare dal giocatore. Per fortuna Reina blocca in sicurezza.

Acerbi 7 – Partita da incorniciare per il leone che insieme a Radu ha annichilito il povero Mandzukic.

Radu 7 – Solo applausi per lui, dalle sue parti non si passa. Uomo imprescindibile per mister Inzaghi.

Lazzari 7,5 – Il motorino torna a rombare: tanto veloce da superare anche la palla quando a fine primo tempo finisce in fuorigioco con il Var che gli toglie la gioia del gol. Per il resto partita splendida fatta di ribaltamenti di fronte continui.

Milinkovic 6,5 – Che bellezza vederlo danzare sulla palla: colpi di tacco, di suola questo ragazzo non ha paura di nulla. Sa solo stupire e stropicciare gli occhi.

Leiva 7 – Oggi abbiamo rivisto il vero Lucas: impenetrabile al centro e filtro perfetto a proteggere la difesa. La brutta prestazione di Napoli sembra ormai alle spalle. Al 87′ Cataldi s.v.

Luis Alberto 6,5 –  Il mago è in ripresa: manca lo sprint finale per il tiro in porta ma c’è molta sostanza. Continuiamo ad aspettare i suoi assist al bacio per sognare un posto in Champions. Al 87′ Akpa Akpro s.v.

Lulic 6,5 – A tratti abbiamo rivisto sprazzi del miglior Senad soprattutto nel primo tempo con la sua solita giocata sulla fascia a rientrare al centro e poi crossare. Cede alla distanza quando l’ossigeno finisce. Al 67′ Fares 6 – Quando entra il Milan comincia a spingere dalla sua parte: è un po’ impacciato ma non commette errori degni di nota. La sufficienza è puro incoraggiamento.

Correa 9 – Se ci fosse stato il pubblico sarebbe stata standing ovation: si carica la squadra sulle spalle con due perle da impazzire. Manda al manicomio i difensori del Milan che non riescono mai a tenerlo. Al 76′ Pereira 6 – Difficile rimpiazzare Correa stasera ma non demerita: prezioso negli ultimi minuti per i contropiede della squadra.

Immobile 7,5 – Tanta sfortuna per Ciro che ci aveva provato a più riprese colpendo anche un palo che ancora sta tremando. Eppure prima di uscire timbra il terzo gol della serata che chiude definitivamente i giochi. Al 87′ Muriqi s.v.

All.: Simone Inzaghi 8 – Stavolta incarta la partita a Pioli e non commette gli errori dell’andata togliendo Lazzari e Milinkovic: la sua squadra regala giocate d’antologia soprattutto con gli spazi larghi. Per la Champions c’è ancora uno spiraglio, non bisogna però più sbagliare.

Articoli più letti

Copyright ©2015-2021 | TESTATA GIORNALISTICA NAZIONALE Reg. N°152/2015 - ROMA
Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.

Exit mobile version