Seguici sui Social

Focus

PUBBLICITA

Focus Lazio – Quante volte ci si ferma per eccessiva sportività, ma a terra si finge l’infortunio?

Avatar

Pubblicato

il

Lazio Inter

Focus Lazio – Lazio Inter è appena finita ma le polemiche sono appena iniziate. La Lazio vince una bella gara, portando a casa altri tre punti prestigiosi, anche perché di fronte non c’era l’ultima arrivata, ma l’Inter campione d’Italia, allenata dall’ex Inzaghi.

Il gol di Felipe Anderson in Lazio Inter

L’episodio chiave di Lazio Inter è stato il secondo gol dei capitolini che, lo diciamo subito, hanno fatto bene a continuare l’azione. A parte che, da regolamento, deve essere l’arbitro a interrompere il gioco e la Lazio non era obbligata a fermarsi, reputando più opportuno continuare l’azione. Anche perché il fallo non era così grave e non interessava un infortunio alla testa (casa che invece obbliga il direttore di gara a interrompere immediatamente il gioco).

Poi è arrivato il gol di Felipe Anderson e i giocatori nerazzurri hanno “rosicato”, come si dice qui a Roma, ma quante volte i giocatori fingono o accentuano i falli subiti? Sempre o quasi sempre.

Quindi hanno fatto bene i giocatori della Lazio ha continuare il gioco, anche perché – nell’azione precedente – gli interisti non hanno detto a Lautaro di fermarsi, ma speravano che l’azione si concludesse con un gol. Cosa che hainoi [!] non è accaduta.

Quindi si era di fronte a due possibilità legittime: o si metteva la palla fuori, oppure no. La Lazio ha deciso di continuare l’azione, come del resto hanno fatto gli interisti, solo che a loro gli ha detto male che non hanno segnato, mentre a noi ha detto bene.

Ovvio, sia chiaro, che ci troviamo davanti a un episodio al limite, però usando un altro modo di dire “A chi tocca nun se ingrugna”, anche perché tutto questo capita per via di una fastidiosissima pratica tipica dei calciatori “checca” che fingono, simulano, strillano, si buttano per terra, anche quando non ce n’è bisogno, solo per arrecare danno agli avversari e vantaggio alla loro squadra. Ora, magari non era questo il caso, perché Di Marco sembra un giocatore corretto e onesto, però che dovevano fare i giocatori della Lazio? Fermarsi? eh no. Scusateci ma troppe volte ci siamo fermati per episodi che non meritavano e siamo stati penalizzati.


Focus

Spareggi Mondiali, come funzionano e contro chi giocherà l’Italia

Avatar

Pubblicato

il

italia
<

Spareggi Mondiali, lo 0-0 contro l’Irlanda del Nord ha condannato gli azzurri ai playoff per giocarsi un posto al mondiale. Finite ieri tutte le gare di qualificazione ora abbiamo un quadro più chiaro della situazione. Saranno 12 le squadre che parteciperanno ai playoff, le 10 migliori seconde dei rispettivi gironi e le 2 migliori della Nations League non qualificate : Italia, Portogallo, Svezia, Polonia, Scozia, Turchia, Austria, Repubblica Ceca, Galles, Russia, Ucraina e Macedonia del Nord.

COME FUNZIONANO I PLAYOFF

Le 12 nazionali saranno divise in 3 gironi da 4 squadre. Un sorteggio che si svolgerà il 26 Novembre deciderà i gironi, che saranno composti da 2 teste di serie e 2 non teste di serie. Le due teste di serie giocheranno contro le due non teste di serie in semifinale, in gara unica e le due vincitrici si sfideranno poi nella finale che sempre in gara unica, decreterà la nazionale qualificata al mondiale in Qatar. Dai 3 gironi, usciranno le ultime 3 qualificate al prossimo campionato del mondo. L’Italia è testa di serie, saranno 6 le teste di serie che quindi non potranno incontrarsi alla prima partita, oltre all’Italia troviamo Portogallo, Scozia, Russia, Svezia e Galles.

covid nazionale italiana

LAZIO JUVENTUS PROBABILI FORMAZIONI



Continua a leggere

Focus

Immobile Italia, viene criticato, ma mancano i suoi gol, è veramente lui il problema di questa Nazionale ?

Avatar

Pubblicato

il

mancini immobile 1uf301quur5qq1ihfobh63nqmo
<

Immobile Italia. A Belfast va in scena una brutta serata per la nostra Nazionale che viene fermata dall’Irlanda del Nord e superata nel girone dalla Svizzera. Il tutto si traduce con gli elvetici ai mondiali e noi almeno per ora no. Dovremmo ricorrere agli spareggi come nel 2017. Due partite, un solo gol di un terzino. La colpa è quindi di Immobile ? Aspramente criticato, ma l’unico in grado di segnare. Capocannoniere in Serie A e unico Italiano in doppia cifra, miglior marcatore ad oggi di questa Italia.

Lazionali

LA LAZIO OMAGGIERA’ GALEAZZI CONTRO LA JUVENTUS



Continua a leggere

Focus

Sarri boccia Muriqi, contro la Juventus pronto un modulo inedito

Avatar

Pubblicato

il

cronaca roma lazio
<

Sarri boccia Muriqi, a meno di 1 settimana dal match dell’Olimpico contro la Juventus, vengono costantemente monitorate le condizioni di Ciro Immobile. In caso di forfait, il tecnico toscano ex della partita è pronto a stravolgere l’attacco biancoceleste con un modulo inedito. Addio punta di peso e benvenuto falso 9. Le prove non convincenti del Kosovaro lo avrebbero convinto a valutare questa nuova opzione. L’interprete del ruolo dovrebbe essere uno tra Pedro, ruolo per lui già ricoperto a Barcellona e in Nazionale o Luis Alberto che giocherebbe in una posizione comunque più vicina alla porta rispetto ad ora.

ss lazio new signing vedat muriqi medical test

MIHAJLOVIC RICORDA GALEAZZI A DOMENICA IN



Continua a leggere

Articoli più letti

Editore e Direttore Responsabile: Davide Sperati
Testata Giornalistica - Reg. N°152/2015 - ROMA
Sito non connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.
Copyright ©2015-2021
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica