Categorie
Lazio News

Acerbi invoca il mercato: “Qualcosina serve”

Acerbi invoca il mercato. La delusione è tanta dopo il pareggio con i turchi e anche per il centrale la soluzione è una sola…

Acerbi invoca il mercato. L’unico, a suo modo di vedere, in grado di portare sui giusti binari una stagione che ad oggi rischia di prendere una brutta piega. Serviva la vittoria ieri sera per accedere, da primi nel girone, direttamente agli ottavi. La palla però non ha voluto proprio saperne di entrare, complici anche le pochissime occasioni che le hanno offerto i biancocelesti. I quali saranno ora costretti a giocarsi il pass negli spareggi di febbraio.

Abbiamo fatto una buona partita – l’analisi del Leone a Sky – Loro ci hanno opposto la tattica del catenaccio e contropiede. Avevamo bisogno di un 1% per andare a segno e purtroppo ci è mancato. Il loro primo posto però è complessivamente meritato, visto che in trasferta hanno sempre tenuto la porta inviolata. I sedicesimi? Ci troveremo di fronte certamente una squadra tosta. Se potessi, eviterei il Barcellona. Ma saranno tutte partite difficili contro squadre forti. Le affronteremo con convinzione, con una squadra certamente più pronta e migliore rispetto a quella vista oggi“.

Su cosa si celi dietro quell’1% mancato, il difensore azzurro non ha dubbi: “Forse un pò di cattiveria, che avrebbe potuto favorirci nell’esito finale della gara. Per il resto, abbiamo seguito le indicazioni del mister, ma quando il risultato è 0-0 vuol dire che non è bastato“.

Adesso si aspetta solo l’inizio del mercato di gennaio per integrare delle forze indubbiamente insufficienti per un doppio impegno: “Quando si gioca ogni tre giorni è sempre difficile. Dalla trasferta a Mosca contro la Lokomotiv siamo rientrati venerdì pomeriggio alle 5 e sabato siamo partiti per Napoli. Dal punto di vista fisico e mentale, tutto ciò incide non poco. Non voglio farlo passare per alibi altrimenti significa che siamo scarsi, ma è ovvio che con certi ritmi qualche elemento in più serve. La squadra però mi sembra forte, deciderà la società“.

PAOLO GENOVESE SULLA LAZIO

Exit mobile version