Braglia: “Ecco perché, se fossi Italiano, non sceglierei la Lazio”

PUBBLICITA

LAZIO NEWS

Braglia: «Se fossi Italiano, alla Lazio non andrei. Ecco perché». Le parole dell’ex portiere sul futuro del tecnico

Simone Braglia, ex portiere rinomato, è intervenuto ai microfoni di TMW Radio per esprimere la sua opinione sulla situazione della panchina della Lazio. Il futuro del tecnico Igor Tudor sarà deciso nelle prossime ore e Braglia ha condiviso il suo punto di vista sugli potenziali approdi di altri allenatori. Scopriamo le sue dichiarazioni.

Opinioni di Braglia sulla Situazione di Allegri

Braglia ha evidenziato come secondo lui sia prematuro fare congetture definitive. «Mi sembra troppo presto per dire certe cose», ha affermato. L’ex portiere ha ipotizzato che Massimiliano Allegri possa mirare a trovare una transazione con la Juventus, considerando che ha ancora un anno di contratto con il club torinese.

Le Riflessioni di Braglia su Italiano alla Lazio

Parlando di Vincenzo Italiano, Braglia è stato chiaro: «Se fossi Italiano, alla Lazio non andrei, perché oggi preferisco una piazza come Bologna». Questa dichiarazione sottolinea la preferenza di Braglia per un ambiente forse più stabile e con meno pressioni rispetto alla panchina biancoceleste.

Bologna come Alternativa Migliore

Secondo Braglia, Bologna rappresenterebbe un’opzione più vantaggiosa per un allenatore come Italiano. Le ragioni possono essere molteplici, tra cui una maggiore serenità lavorativa, minori aspettative immediate e una possibile migliore gestione del progetto tecnico.

La situazione alla Lazio e le varie speculazioni riguardo alla scelta del nuovo tecnico continuano a suscitare grande interesse. Le parole di Braglia offrono un ulteriore punto di vista in questo dibattito, sottolineando le complessità e le considerazioni che entrano in gioco nella scelta di un club di Serie A.


whatsapp canale
facebook canale

LIVE NEWS

PUBBLICITA