lunedì, Giugno 10, 2024

Maestrelli Deluso dalla Lazio. “Il Secondo Posto Sembra un Ricordo Lontano”.

LAZIO NEWS

PUBBLICITA

Massimo Maestrelli: Aggiornamenti sulla Lazio Dopo l’Addio di Igor Tudor e L’annuncio Imminente di Baroni

Massimo Maestrelli è intervenuto ai microfoni di Radiosei per fare il punto sulla situazione della Lazio, tra l’addio di Igor Tudor e l’annuncio imminente di Baroni come nuovo allenatore. Le sue dichiarazioni offrono una panoramica dettagliata del momento attuale del club biancoceleste e della sua visione per il futuro.

Riflessioni sul Passato e sul Futuro della Lazio

Maestrelli ha iniziato il suo intervento ricordando il secondo posto ottenuto dalla Lazio lo scorso anno. “Sembrano passati 20 anni da quell’emozione e gioia per un traguardo che mancava da tanto. Era un risultato che faceva immaginare prospettive diverse,” ha affermato. Tuttavia, Maestrelli ha ammesso di aver sempre saputo che quest’anno sarebbe stato complicato. “Sapevo che sarebbe stato difficile migliorare ulteriormente, ma sembra davvero che siano passati decenni.”

Un Anno di Transizione

Maestrelli ha definito il 2023 come un anno zero per la Lazio. “O si precipita o ci si risolleva, non ci sono vie di mezzo. O si punta a grandi obiettivi o si rischia di vivere uno degli anni più difficili degli ultimi 20,” ha dichiarato. Nonostante le difficoltà, Maestrelli crede nel potenziale della squadra. La Lazio ha avuto una crescita costante negli ultimi anni. Sarri ha portato il club a un altro livello, e il secondo posto dello scorso anno è una prova di ciò.”

Episodi Sfortunati e Dimissioni in Serie

Maestrelli ha sottolineato come la squadra sia stata sfortunata in diverse occasioni. “Se Immobile avesse segnato l’1-0 a Monaco, non avrebbero mai fatto tre gol contro di noi,” ha detto, sottolineando come le annate negative spesso vedano episodi sfavorevoli. Ha inoltre parlato delle dimissioni di Sarri e Tudor, suggerendo che l’assenza di un piano B sia un sintomo di problemi più profondi. “Non ricordo una società con due dimissioni così ravvicinate nel tempo,” ha aggiunto.

L’Importanza di Dare Tempo

Maestrelli ha concluso il suo intervento parlando della necessità di dare tempo al nuovo allenatore per lavorare. “Aspettiamo due o tre mesi e vediamo come lavora Baroni, non prendiamocela con lui subito,” ha detto. Ha infine espresso il suo apprezzamento per le persone che lavorano dietro le quinte, sottolineando come il presidente Lotito non sia uno sprovveduto e che ci siano buone premesse per il futuro della Lazio.

Le parole di Maestrelli sono un richiamo alla riflessione e alla pazienza, elementi fondamentali per una stagione che si preannuncia decisiva per il futuro del club biancoceleste.


facebook

LIVE NEWS