LAZIO INTER Spalletti in conferenza: “Gara decisiva per entrambe”

Luciano Spalletti tecnico dell'Inter

A circa 30 ore da Lazio Inter Spalletti è intervenuto nella consueta conferenza stampa di vigilia e ha detto la sua sul match dell’Olimpico, decisivo per la qualificazione in Champions

A circa 30 ore da Lazio Inter Spalletti è intervenuto nella consueta conferenza stampa di vigilia e ha detto la sua sul match dell’Olimpico, decisivo per la qualificazione in Champions. “Quella di domani sarà una grande partita. Si tratta di una sfida fondamentale sia per noi che per loro, con la differenza che noi saremo costretti a vincere mentre loro avranno a disposizione due risultati su 3. In ogni caso c’è massima fiducia. Siamo esattamente dove speravamo di trovarci a inizio stagione. All’ultima giornata di campionato abbiamo ancora la possibilità di conquistare il pass per la Champions. Il destino è nelle nostre mani, sappiamo che non sarà facile ma daremo tutto per noi, per la società e per i nostri tifosi.

Chi merita di più? Difficile dirlo, loro hanno 3 punti in più ma la stagione non è ancora finita. Quello di domani sera non è un play off. Si tratta di una gara prevista dal calendario, quindi chi avrà la meglio sarà probabilmente la compagine che avrà avuto i meriti maggiori. Domani affrontiamo una grande squadra, una squadra di grande qualità che avrà dalla sua anche il calore del proprio pubblico. Da parte nostra c’è il massimo rispetto nei loro confronti, ma non temiamo nessuno. Sappiamo di avere le carte in regola per raggiungere l’obiettivo e vogliamo giocarcela alla pari. 

Sicuramente si tratta di una delle partite più importanti della mia carriera. Da qui passerà molto del progetto per la prossima stagione, ma questo non deve aumentare la pressione, deve anzi caricarci ulteriormente. Una partita del genere non ha bisogno di altri stimoli. L’obiettivo è lì alla portata e la squadra ha lottato per tutta la stagione con lo scopo di raggiungerlo. Se siamo lì all’ultimo step vuol dire che qualcosa di buono è stato fatto. Sicuramente, come testimoniato dalla classifica, manca quell’ultimo sforzo per concludere al meglio una grande annata.

I punti forti della Lazio? In panchina c’è un allenatore di grande valore che ha saputo creare un organico forte e competitivo nel giro di appena due anni. Sicuramente Anderson e Immobile sono fenomenali nelle ripartenze e abili a muoversi negli spazi, anche nell’uno contro uno. In partite come queste poi conta un po’ tutto. Conta il rimanere in partita, l’avere quella forza caratteriale e mentale di non farsi condizionare da quello che viene detto. Conta quello che sei e quello che hai fatto vedere”.

I CONVOCATI DI SPALLETTI  

SEGUICI SU FACEBOOK