Gli avversari della Lazio in Europa League: Dnipro

Il Dnipro Dnipropetrovsk è una società di calcio di Dnipropetrovsk, in Ucraina. Il club venne fondato nel 1918 come BRIT (Brianskyi Robitnychyi Industrialnyi Tekhnikum) Dnepropetrovsk. Sette anni dopo divenne la squadra della fabbrica Petrovsky, per cui cambiò il nome in Petrovets. Il club esordì nel 1925 nelle competizioni nazionali con il nome di Stal (in Ucraino acciaio), prendendo parte ad una delle leghe minori del campionato sovietico. Nel 1947 la società si fuse con la Dynamo Dnipropetrovsk, altra squadra di Dnipropetrovsk. Dal 1949 al 1961 il club utilizzò il nome di Metalurg, e nel 1954 la squadra raggiunse le semifinali della Coppa dell’Unione Sovietica, dove venne sconfitta dallo Spartak Yerevan. Nel 1961 il club venne sponsorizzato dalla Yugmash, al tempo una delle più importanti e potenti industrie dell’intera Unione Sovietica: il nuovo sponsor impose il cambiamento di nome in Dnepr ma fino al 1968 la situazione nonostante gli ingenti capitali apportati, non portò i risultati sperati. Dopo la suddivisione dell’Unione Sovietica, nel 1992 il Dnepr cambiò il proprio nome nell’ucraino Dnipro e i colori da rosso e bianco in celeste, bianco e blu, divenendo uno dei club fondatori del campionato ucraino. Lo stadio in cui gioca è la Dnipro Arena, impianto che può ospitare poco più di 31mila spettatori. Nella sua storia il Dnipro in campo nazionale ha vinto la Pervaja Liga nel 1971, due Campionati Sovietici (il primo nel 1983 e l’ultimo nel 1988), una Supercoppa dell’URSS nel 1988, una Coppa Sovietica nel 1988-1989 e due Coppe delle Federazioni Sovietiche nel 1986 e nel 1989. Poche le soddisfazioni in campo internazionale: nella stagione scorsa ha eliminato in semifinale di Europa League il Napoli, pareggiando 1-1 nella città partenopea e vincendo in casa per 1-0, per poi essere sconfitto per 3-2 nella finale di Varsavia contro il Siviglia. Attualmente nel campionato ucraino dopo 5 giornate si trova in quinta posizione, frutto di 2 vittorie, 2 pareggi ed una sconfitta.

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS