Felipe Anderson si riprende la Lazio

Dopo un periodo sottotono, non all’altezza delle precedenti prestazioni, Felipe Anderson sembra essere tornato lui. Dopo svariate partite in cui l’esterno brasiliano sembrava aver perso la sua verve e quella semplicità con la quale sul terreno di gioco gli riusciva tutto facile, finalmente sembra essere tornato quel funambolo che nella stagione scorsa aveva illuminato e fatto scintillare gli occhi dei tifosi biancocelesti. Certo non basta una partita, anche se quasi perfetta, a confermare il suo ritorno a grandi livelli ma di certo la sua prestazione è una grande iniezione di fiducia per il futuro, suo e della squadra di Pioli. Ora FA10 deve continuare su questa strada senza fermarsi, deve riuscire ad alzare l’asticella dando conferma di quanto di buono ha dimostrato nell’incontro infrasettimanale con il Genoa. Il tecnico ha sempre avuto fiducia nel ragazzo, le partite precedenti in cui il brasiliano è rimasto fermo al palo, non erano una punizione ma uno stimolo per pungere l’orgoglio del calciatore, che forse a causa di cattivi consiglieri che gli girano intorno, si stava troppo adagiando sui risultati ottenuti in precedenza. Ma il calcio si sa come è fatto, basta poco per diventare una stella di prima grandezza ma basta altrettanto poco per perdersi e ritrovarsi nella polvere. Ora FA10 sembra aver capito la lezione, ha riabbassato la testa e si è rimesso a lavorare sodo, riprendendo la giusta via che lo aveva condotto ad essere quel campione che aveva stupito tutta Italia la stagione scorsa. Se son rose fioriranno ed anche se le spine da estirpare saranno ancora tante quella intrapresa dal ventiduenne brasiliano sembra la strada giusta per tornare a sorridere. Nell’incontro di oggi a Verona giocherà il suo secondo incontro da titolare in campionato. Contro il Genoa è tornato al gol dopo dodici turni di assenza dal cartellino dei marcatori. Ha dimostrato con le sue serpentine, con i suoi rientri in difesa in aiuto dei compagni e specialmente con le sue splendidi reti che la semplicità del suo gioco può essere un grande aiuto per la squadra e per tutto l’ambiente che aspettavano con ansia il suo ritorno. La stagione scorsa, proprio sul campo degli scaligeri, ha realizzato la sua prima rete di testa nella sua carriera. Oggi si vuole ripetere, per confermare la sua crescita e per dimostrare che finalmente il vero Felipe Anderson è tornato, e che con lui all’altezza della sua fama tutto è possibile ed i sostenitori biancocelesti possono riprendere a volare sulle ali della fantasia ed a sognare traguardi che senza il vero FA10 sembrano lontani anni luce.

 

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS