Frosinone ci ripensa, dg Salvini: “Lazio fortunata”

Nella sfida dell’Olimpico fra Lazio e Frosinone gli ospiti ad un certo punto, visto il fortino eretto davanti a Leali, avevano sperato di raccimolare almeno un punto in casa dei capitolini. Poi le due occasioni sporadiche di Soddino e Blanchard avevano illuso i ciociari di fare il colpo grosso all’Olimpico, ed invece l’ingesso dei Keita ha cambiato la storia della partita. Il dg del Frosinone Ernesto Salvini, a mente fredda torna ad analizzare il match di domenica pomeriggio: “Quando affronti avversari più forti come la Lazio, devi fare una partita perfetta e ci siamo quasi riusciti – le sue parole a Rete Oro – abbiamo dimostrato di meritare il salto di categoria, riusciamo a essere rispettati da tutti e non abbiamo timore di nessuno. Nel secondo tempo il Frosinone sarebbe potuto passare in vantaggio, anche nel primo la Lazio è stata molto fortunata. Noi non abbiamo sfruttato le occasioni importanti che ci si sono presentate. I tifosi ci hanno dato grande forza, erano presenti all’Olimpico in più di 4mila. Si sono sempre fatti sentire, in alcune circostanze sembrava ci fosse una sorta di gemellaggio contro Lotito. Il folklore riguardo il presidente Lotito era prevedibile, al resto dello stadio sembrava non dispiacere la cosa. Ovviamente il tutto riferito alla famosa telefonata tra Lotito e Iodice”.

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS