“La Lazio può arrivare terza” parola di Muzzi

Pur avendo lavorato per tanti anni nel settore giovanile della Roma, fino alla scorsa stagione in cui ha allenato gli Allievi Nazionali, Roberto Muzzi non ha mai nascosto la sua fede biancoceleste. Maglia che peraltro ha indossato per 3 stagioni dal 2003 al 2005. Intervistato da lalaziosiamonoi, l’ex punta della Lazio ha parlato di tanti temi, partendo di Keita: Ѐ senza dubbio un grandissimo giocatore che si è messo in mostra nel settore giovanile della Lazio e si sta confermando pure in Serie A. Il suo percorso apre uno spiraglio a tutti i settori giovanili che devono lanciare i ragazzi anche nella nostra Nazionale. Quest’anno per esempio ha esordito in Champions League Soleri che è stato un mio calciatore, dovrebbe funzionare così un po’ per tutti i nostri ragazzi. Keita sicuramente ha un gran talento e infatti mister Pioli lo utilizza spesso, pur non facendolo partire titolare. Io personalmente sono d’accordo con la sua scelta perché credo che i giovani vadano lanciati piano piano, altrimenti si corre il rischio che si montino troppo la testa. Troppa attenzione addosso gli potrebbe far male. Devo fare i complimenti a Pioli per come lo sta gestendo”.

In campionato Muzzi non vede una vera e propria favorita: “Lo ritengo molto interessante, ci sono parecchie squadre che mi incuriosiscono. Roma, Lazio, Napoli e Fiorentina stanno facendo molto bene. Credo che sarà un campionato avvincente, sono curioso di vedere come finirà. La Lazo la vedo molto bene, ha le qualità giuste per ripetere la stagione passata e posizionarsi anche quest’anno tra le prime tre”. In chiusura Muzzi fa una differenza tra i settori giovanili delle due società capitoline: “Credo che la differenza stia nel fatto che la Roma, nella rosa della Primavera, importa tantissimi ragazzi dal proprio settore giovanile, mentre la Lazio tende più a comprare giocatori, tanti anche dal’estero. Ѐ questo secondo me l’aspetto che fa la differenza. La Roma ti può comprare qualcuno ma non fa grandi investimenti perché preferisce prendere dal proprio vivaio e poi gioca spesso sotto età”.

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS