LAZIONALI – Serbia vince sull’Albania, male Berisha. Sconfitta anche l’Argentina di Biglia

AGGIORNAMENTO 09/10 – Nella notte l’Argentina di Biglia, titolare per tutta gara, è uscita sconfitta per 2-0 nel confronto contro l’Ecuador, nella gara valida per le qualificazioni ai Mondiali 2018. La gara più attesa però è stata Serbia-Albania terminata 2-0 a favore della squadra di Milinkovic-Savic e Lulic. Si decide tutto dopo il 90′ con i goal di Kolarov al 91′ e di  Ljajić al 94′. Gravi responsabilità di Berisha nel vantaggio serbo. Per quanto riguarda Cataldi, impegnato in Under 21, da registrare la vittoria per 3-2 della squadra allenata da Di Biagio. La Nigeria di Onazi, infine, è stata sconfitta in amichevole in Belgio per 2-0 contro il Congo.

Un anno fa, in Serbia, la partita fu sospesa per gravi incidenti in seguito al lancio di un drone…ora a quasi un anno di distanza Albania e Serbia torneranno ad affrontarsi, stavolta in casa di Berisha e compagni. “Se la sicurezza non sarà garantita, non giochiamo”. Queste erano le dichiarazioni rilasciate da Alexsandar Boskovic, portavoce della Federcalcio serba, rilasciate dopo il lancio di sassi contro il pullman su cui viaggiavano i serbi. Un vetro del veicolo è stato infranto, mentre i giocatori all’interno sono rimasti illesi, tra i presenti anche il centrocampista biancoceleste Sergej Milinkovic-Savic (alla prima convocazione con la Nazionale maggiore dopo le ottime prestazioni con la Serbia U21). Fortunatamente dopo questo grande spavento la tensione sembra essersi allentata e secondo quanto è emerso da una riunione fra i responsabili Uefa e delle due Federazioni calcistiche, le condizioni di sicurezza non destano preoccupazioni e  Elbasan non sono registrati problemi di ordine pubblico, pertanto il match Albania-Serbia (incontro del Gruppo I valido per le qualificazioni a Euro 2016) si giocherà regolarmente. Il fischio d’inizio del match è in programma per questa sera, alle ore ore 20.45, all’Elbasan Arena.

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS