Seguici sui Social

Arabic AR Chinese (Simplified) ZH-CN English EN Italian IT Russian RU Spanish ES

News

Marco Ligabue a “I Laziali Sono Qua”: “Felipe Anderson è il mio gioiello al Fantacalcio!”

Pubblicato

in

Marco e Luciano Ligabue


La Lazio ha appena battuto il Torino in campionato e sugli 88.100 di Elle Radio, nella trasmissione di riferimento per tutti i tifosi biancocelesti, ““, è intervenuto Marco Ligabue, fratello del rocker Luciano e a sua volta artista fresco di uscita del suo ultimo album, “Luci“. Ma Marco è anche un grande tifoso granata, come confermato al conduttore Danilo Galdino: “Quando ero piccolo, avevo cinque o sei anni, il Torino vinse il suo ultimo scudetto e mi ero accodato all’entusiasmo per la vittoria di quegli eroi granata: Paolo Pulici, Claudio Sala e tutti gli altri. Quindi pur essendo emiliano mi sono affezionato a quella squadra carica di storia, e la passione è rimasta viva in tutti questi anni.

Sulla partita di ieri, Marco Ligabue spiega: “Il match è stato equilibrato fino al gol di Lulic, poi il Torino è andato un po’ in bambola. La squadra riesce a tirar fuori gli artigli quando la situazione si fa difficile, ma fa fatica a trovare continuità ai piani alti della classifica. La Lazio ha meritato senz’altro la vittoria giocando una gran partita. Al Fantacalcio ho , ma della squadra di Pioli mi piace tantissimo anche Biglia: quando c’è lui in campo la Lazio cambia completamente pelle, la squadra comincia a girare al meglio solo sotto la regia dell’argentino.

A Roma c’è un derby che viene vissuto ventiquattro ore su ventiquattro. In casa Ligabue come si vive Torino-Inter (con Luciano grande tifoso nerazzurro)? “Luciano non è mai stato un tifoso estremo, gli piace molto guardare la partita ma con la giusta serenità. Poi va sottolineato come fra Torino e Inter la rivalità non sia mai stata esasperata.”

Si parla anche di musica, con Marco Ligabue che racconta: “I concerti più calorosi della mia carriera sono stati al Sud. Quest’estate in Sardegna al festival organizzato dalla birra Ichnusa c’erano 55.000 persone che aspettavano Caparezza, al quale dovevo fare l’apertura. Dopo un paio di pezzi nessuno mi stava considerando, tutti aspettavano l’headliner: allora ho deciso di rivolgermi al pubblico chiedendo maggiore partecipazione per la mezz’ora di concerto: da lì c’è stato un boato generale e ci sono stati venti minuti di entusiasmo totale, di fronte alla più ampia platea davanti alla quale mi sono esibito. Mio fratello Luciano d’altronde mi è sempre stato di grande aiuto: mi sono lanciato come cantautore tre anni fa, sotto il suo consiglio quando mi disse che a suo parere, chi si scrive le canzoni se le deve anche cantare. Quindi la mia avventura da solista è iniziata dopo l’esperienza con i Rio.

Fabio Belli

News

LAZIO ATALANTA Caicedo: “Penalizzati dall’arbitro. Ora testa all’Inter”

Pubblicato

in



LAZIO ATALANTA Caicedo – Al termine del match, l’attaccante ecuadoregno ha analizzato la sconfitta contro i bergamaschi

LAZIO ATALANTA Caicedo: “Purtroppo gli episodi non ci sono stati favorevoli, ma penso che siamo una grande squadra e parlare dell’arbitro non serve anche se ci ha penalizzato tanto. Pensiamo a recuperare bene in vista dell’Inter. L’Atalanta la conosciamo bene, abbiamo avuto le nostre occasioni, loro invece si sono avvicinati alla porta solo nelle azioni dei quattro gol. Dobbiamo analizzare gli errori e migliorare. Ci faremo trovare pronti domenica, oggi non siamo stati lucidi. Se Ciro segna il 2-3 staremo parlando di un’altra gara, ma va bene così”. 

Continua a leggere

Articoli più letti

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità
Copyright ©2015-2020 | TESTATA GIORNALISTICA NAZIONALE Reg. N°152/2015 - ROMA
Il sito e i suoi contenuti sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons eccetto dove specificato diversamente.