Paganini: “Non temiamo la Lazio”. Pres. Stirpe: “Saluterò Lotito”

“Lazio-Frosinone è sicuramente un derby visto che saranno di fronte due squadre della stessa regione, ma per il sottoscritto lo è soprattutto per le sei stagioni che sono al Frosinone piuttosto che per i sei anni trascorsi nelle giovanili giallorosse”. Parola di Luca Paganini, esterno offensivo del Frosinone, che sulle colonne del Messaggero ha parlato della sfida di domani contro la Lazio. “Le qualità della Lazio sono note, ma noi siamo pronti per disputare una grande partita – ha assicurato il calciatore romano-. Conosciamo la forza degli avversari, però non abbiamo paura. Li affronteremo a testa alta, consapevoli di poterli mettere in difficoltà con le nostre qualità. E, poi, vogliamo allungare la striscia positiva. Tornare dopo un po’ di anni in quello stadio sarà una emozione che a parole non si può descrivere . Da ragazzino facevo il raccattapalle e il tappeto verde lo guardavo da dietro le porte, adesso che potrei giocarci e per di più in serie A, al solo pensiero mi vengono i brividi. Domenica coronerei un sogno che cullavo sin da bambino”.

Lazio Frosinone avrà un sapore particolare, soprattutto per i tifosi gialloblu che ricordano le parole di Lotito a Iodice. Dal canto suo Maurizio Stirpe, presidente del Frosinone e supertifoso della Roma, getta acqua sul fuoco delle polemiche: “Lotito? Lo saluterò molto cordialmente così come faccio con tutti i presidenti delle altre squadre. Quella telefonata è una storia chiusa da tempo e non vale la pena ritornarci su. Contro la Lazio ce la giocheremo come è accaduto contro la Juventus, pensando esclusivamente a strappare almeno un punto che sarebbe di platino per il nostro cammino verso la salvezza”.

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS