Seguici sui Social

News

Reja parola di ex e sui tifosi…

Pubblicato

in



Nel turno infrasettimanale la Lazio affronta l’Atalanta a Bergamo dell’ex , un allenatore che conosce molto bene l’ambiente laziale. “Penso, per quello che ho vissuto, l’Atalanta sia ideale per me – le sue parole in un intervista al Corriere dello Sportuna società che ha nel suo Dna questa carica. C’è una partecipazione totale della tifoseria, si sente molto questo aspetto. E’ proprio una fede. Un ambiente giusto per la mia dimensione. Qui ho ritrovato carica, entusiasmo. Qui ci sono ruoli, compiti, funzioni, doveri. Ognuno sta al suo posto, non ci sono mai invasioni”. Non quello che Reja ha affrontato a Roma e Napoli, lavorando alle dipendenze prima di De Laurentis e poi di Lotito: “Napoli e Roma sono due ambienti diversi, c’è più tensione dal punto di vista mediatico. Le piccole frizioni sono esaltate, qui a Bergamo non succede”.

Stefano Pioli, in conferenza stampa dopo Lazio-Torino, aveva parlato di Reja definendolo un ‘allenatore preparato che ci conosce bene’: “Anche lui non è meno preparato di Reja. Ha dato un’impronta decisiva, una filosofia giusta per la Lazio. Sta facendo risultati importanti. L’anno scorso è stato protagonista di un grandissimo campionato, si sta ripetendo, anche in Europa va bene nonostante i cambi e gli infortuni. In estate ha avuto un momento di difficoltà, con pazienza ha atteso che la squadra crescesse. Ora la Lazio è in forma e, sono sincero, speravo non arrivasse così a Bergamo. E’ in serie positiva, ha il consenso da parte della tifoseria. Mi è piaciuto cosa ha detto Pioli dei tifosi. «Insieme siamo più forti, senza siamo più deboli». Giusto. Cosa avrei dovuto dire io quando venivano in tre o quattro mila all’Olimpico? Se mi davano una mano, forse sarei arrivato in Europa League. Ma lasciamo perdere, inutile tornare indietro”.

Lazio da Champions e Napoli da scudetto: “Tutto può succedere in questo campionato. Ora sta tornando la Juve. Ci sono Roma, Inter, Napoli, Lazio. La Fiorentina ha qualità. E’ aperto a tutti. Tutti lotteranno per lo scudetto. Vincerà chi avrà più qualità e mentalità per arrivarci. Napoli e Roma mi sembrano leggermente avanti alla Lazio, ma la Lazio va rispettata. Di solito Reja con le sue ex squadre riesce sempre a tirare fuori delle gran partite: “Non lo so. Forse perché conosco le caratteristiche delle squadre e dei giocatori. So quali sono i difetti individuali, le preparo in modo diverso, ma non è che mi impegni di più”.

News

PRIMAVERA Oggi Lazio – Torino: ecco l’orario e dove vederla

Pubblicato

in

Logo del campionato Primavera


PRIMAVERA Oggi Lazio – Torino. Inizia la nuova stagione anche per la primavera che oggi affronterà la sua prima sfida

PRIMAVERA Oggi Lazio – Torino. Il campionato della primavera si è concluso a marzo, quando il Coronavirus ha preso piede nel Mondo. Al contrario dei grandi, i piccoli non hanno avuto il via libera per ripartire così hanno visto terminare la loro stagione in modo anticipato, oggi però, ricominceranno a sognare. Alle ore 11.00 inizierà la sfida e sarà possibile seguirla su Sportitalia. In attacco Inzaghi, ha prestato il giovane Raul Moro che guiderà i suoi compagni. Sono molti i giovani che in questa stagone faranno il salto di qualità. Nella rosa risultano anche i figli di Peruzzi e Tare che almeno inizialmente, siederanno in panchina; entrambi ricoprono i ruoli dei loro papà, portiere il primo, punta il secondo. Per Menichini inizia una nuova stagione e spera di poter arrivare ai playoff per giocarsi poi la chance scudetto.

Continua a leggere

Articoli più letti

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?