Seguici sui Social

News

Stendardo: “La punizione del gol non c’era, ma la Lazio ha grandi individualità e un Biglia super”

Pubblicato

in



Dopo la vittoria di ieri sulla Lazio, il difensore dell’Atalanta (ex della gara) Guglielmo Stendardo ha parlato in sala stampa del match. Queste le sue parole, riportate da ‘Tmw’: “Dopo Torino, dovevano a tutti i costi dare un segnale positivo, giocando da Atalanta. Abbiamo affrontato una grande squadra, sopratutto nel primo tempo ho visto grandi individualità, oltre a un Biglia che faceva la differenza. Noi siamo stati bravi e anche un po’ fortunati: nella ripresa siamo partiti meglio di loro e alla fine abbiamo vinto. Adesso siamo più sereni, ma, anche se la classifica è buona, non dobbiamo abbassare il livello della concentrazione. La partita di ieri è passata, domenica abbiamo il Bologna, che ha appena cambiato allenatore e quindi è il peggiore avversario che ci potesse capitare. Dovessimo sbagliare l’approccio, rischieremmo una brutta figura. Ieri nell’intervallo il mister era soddisfatto della prestazione: la punizione del gol non c’era e poi nel secondo tempo la Lazio è calata vistosamente. Con le due ammonizioni di Biglia e Onazi, spostando Moralez la gara è cambiata completamente. Credo che sia un match da dividere in due parti: la prima, in cui la Lazio ha meritato il vantaggio, e la seconda, dove invece noi l’abbiamo superata di gran lunga come intensità di gioco“.

News

Immobile, l’entusiasmo del bomber biancoleste: “E’ il momento più alto della mia carriera”

Pubblicato

in

Ciro Immobile saluta i tifosi della Curva Nord


Speranze e progetti del capocannoniere biancoleste in vista dell’inizio della nuova stagione calcistica

L’attaccante della Lazio ha espresso tutta la sua soddisfazione per il Campionato appena trascorso e ha parlato dei progetti per quello che sta per iniziare.
Sulla vittoria della Scarpa d’oro, che lo ha incoronato capocannoniere nella scorsa stagione, ha dichiarato: “La Scarpa d’Oro era un mio traguardo, un sogno, ci sono andato molto vicino 2 anni fa e per via di un infortunio persi quel treno. Quest’anno il Covid ha provato a fermarmi, ma sapevo che i miei compagni mi avrebbero aiutato in ogni modo. È la soddisfazione più grande della mia carriera, ma a livello di gruppo ne ho avute diverse. Abbiamo vinto tanto con la Lazio e giocato bene anche con la Nazionale, è il momento più alto della mia carriera.”

L’orgoglio di vestire la maglia della Nazionale e quella biancoceleste

Il bomber ha poi espresso la sua soddisfazione nell’indossare la divisa degli Azzurri: “La maglia della Nazionale è il sogno di tutti, ma una fortuna per pochi. Quando indossi quella casacca devi goderti al massimo tutte le emozioni che ti regala. È una gratificazione enorme, indossare i colori della propria nazione è un motivo di grande orgoglio.” Immobile sembra non vedere l’ora anche di indossare nuovamente la maglia biancoceleste: “Siamo una squadra con un giusto mix tra senior e giovani, abbiamo fatto un percorso eccezionale finora e su di noi ci sono tante aspettative. Questo ci dà uno slancio in più per giocare l’Europeo. Con la Lazio quest’anno giocheremo la Champions e vogliamo tornare a far divertire i nostri tifosi come accadeva prima del lockdown. Queste le sue dichiarazioni alle frequenze di Radio Esercito.

Continua a leggere

Articoli più letti