Seguici sui Social

Focus

La Lazio non esce dalla crisi, è solo 1-1 con il Palermo

Pubblicato

in

Lazio Palermo loghi


È una Lazio che deve vincere quella che si presenta in campo contro il Palermo. Dall’altra parte un Palermo che, dopo l’esonero di Iachini, è guidato dall’ex di turno Ballardini. La partita è sentita da ambo le parti, ed i primi 20′ di gioco scorrono così tra contrasti a centrocampo ed un pizzico di paura per entrambe. La Lazio sente la partita, forse troppo, e spesso è confusionaria. Parecchi gli errori tecnici ed i passaggi sbagliati. Al 22′ il primo scossone alla partita: Lazaar da fuori tira male ma il più veloce è Goldaniga che gira in porta e fa 0-1. Il clima è difficile e la Lazio vuole reagire. Quello che ci prova di più è Keita, che sulla fascia sinistra più volte arriva sul fondo ma non trova nessuno che ribadisca in rete i suoi cross. Anche Milinkovic prova a farsi vedere e prendersi responsabilità importanti ma i suoi tiri da fuori non impensieriscono mai Sorrentino. La Lazio si riversa in attacco e colleziona ben 8 corner nella prima frazione, ma solo una volta Hoedt riesce a costringere il portiere rosanero a sporcarsi i guanti. A fine primo tempo la Lazio è sotto e rientra negli spogliatoi accompagnata dai fischi dei tifosi. Nella ripresa i biancocelesti si presentano in campo con gli stessi 11 del primo tempo, in anticipo rispetto ai 15′ di pausa, come a voler dimostrare di essere pronti a cambiare marcia in questo secondo tempo. Al 5′ la Lazio va in gol con Hoedt, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma l’arbitro annulla per una spinta dì Djordjevic. In panchina cominciano i primi movimenti, ma chi va davvero vicino al gol è il Palermo con Chocev che a tu per tu con Marchetti spara sul portiere laziale. Le prime mosse di Pioli sono Matri e Candreva che al 55′ subentrano a Felipe Anderson e Djordjevic. I risultati non cambiano, a far paura sono sempre i rosanero che ancora con Chocev vanno vicinissimi al gol e solo un ottimo intervento di Marchetti evita il capitombolo in casa Lazio. Al 70′ circa l’episodio che può cambiare la partita, Lulic salta un uomo e viene steso, rigore. Dal dischetto va Candreva che non trema. L’uomo più discusso del momento fa 1-1. Manca ancora tanto da giocare, la Lazio ci prova e spinge con tanti uomini, ma le idee sono davvero poche. L’unica palla gol la ha Kishna, sulla testa, ma la mira è davvero sballata. Primo pareggio stagionale per la Lazio, che però non vince e non convince.

Continua a leggere
Pubblicità

Focus

LA NOSTRA STORIA Tanti auguri a Mauricio dos Santos Nascimento

Pubblicato

in

Mauricio ex difensore della Lazio


Il 20 settembre 1988 nasce a Mauá, in Brasile, Mauricio dos Santos Nascimento. Ex difensore della Lazio meglio noto come Mauricio. Centrale forte fisicamente in possesso di buona accelerazione, spesso utilizzato anche come terzino destro. Le sue migliori qualità sono la marcatura corpo a corpo, l’elevazione aerea e un buon senso dell’anticipo.

Mauricio cresce nel Palmeiras. Nel 2007 passa in prestito al Clube de Regatas Brasil nel Campeonato Brasileiro Série C. L’anno dopo torna al club d’origine dove vince il Campionato Paulista. Nel 2009 è allontanato dal club per aver alzato le mani verso il compagno di squadra Obina. Tra il 2010 e il 2012 passa, sempre in prestito, a vari club brasiliani: Grêmio, Portuguesa, Vitória e Joinville. La maggior parte delle volte nella Série B brasiliana. Nel 2013, svincolatosi dal Palmeiras, firma per lo Sport Club do Recife dove resta un solo anno. Da qui allo Sporting Lisbona per circa 450.000 euro.

A gennaio del 2015 passa in prestito con obbligo di riscatto fissato a 2,65 milioni di euro alla Lazio. Con i biancocelesti si lega fino al 2019. Ad agosto 2016 viene ceduto a titolo temporaneo ai russi dello Spartak Mosca. A fine stagione, contro ogni previsione, fa il suo ritorno a Formello. A settembre 2017 vista l’emergenza del club biancoceleste con quattro difensori centrali infortunati la società decide di reintegrarlo nella lista dei venticinque tagliando fuori Luca Crecco. Il centrocampista resterà a disposizione per l’Europa League. Il 28 febbraio 2018 viene ceduto temporaneamente ai polacchi del Legia Varsavia. A maggio vince la Coppa di Polonia e il campionato polacco. Terminato il prestito torna di nuovo alla Lazio. A ottobre 2018, dopo aver rescisso il contratto con la società romana, si accorda con il club malese dello Johor Darul Ta’zim.

SEGUICI ANCHE SU GOOGLE EDICOLA, TWITTER E FACEBOOK

LACRONACADIROMA.IT – SEGUI ANCHE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Continua a leggere

Articoli più letti

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?