Seguici sui Social

Non solo Lazio

Durante le partite in tv si mangia troppo e male, lo rivela uno studio…

Pubblicato

in



Questa settimana torna la Champions League con Juventus e Roma impegnate a conquistare la qualificazione agli ottavi. Due partite fondamentali che terranno incollati alla tv milioni di tifosi, con pizza, salatini e boccali di birra ad accompagnare i 90 minuti di gioco. Una dieta sbagliata, che può avere deleteri effetti sulla salute, come sottolineato da uno studio del «Polli Cooking Lab», l’osservatorio dell’omonima azienda italiana che analizza le tendenze nazionali e internazionali sul mondo dell’alimentazione, realizzato attraverso interviste a circa 90 esperti tra medici, nutrizionisti e chef a proposito dei rischi che corrono i tifosi nel seguire la partita da casa senza prestare particolare attenzione a cosa e come mangiano. Tra i comportamenti alimentari che rischiano di compromettere il benessere dei tifosi, gli esperti segnalano la tendenza a mangiare troppo durante la partita, con il rischio di non rendersi conto di quanto e di cosa si sta mangiando, non avvertendo il senso di sazietà. Deleterio anche mangiare in piedi o sdraiati sul divano: in questo modo il sangue fa più fatica a refluire nell’intestino e si rischia d’incorrere in congestioni e fastidiosi dolori. Dall’indagine emergono anche i cibi da evitare e quelli da preferire. Sul podio della ‘blacklist’ dei nutrizionisti svettano i fritti, gli alimenti troppo salati, i cibi surgelati, gli alcolici, le bibite gassate e i dolci. Per quanto riguarda invece gli alimenti consigliati dai nutrizionisti per il menù da Champions spiccano le verdure di stagione, l’insalata di pasta e il pesce. «Per velocizzare i tempi molto spesso si tende a comprare panini super farciti, appesantiti con patatine fritte cucinate con oli di bassa qualità o tranci di pizza oversize: uno spuntino che può arrivare anche a 2000 kcal. Ecco perché consiglio un panino integrale fatto in casa con mozzarella e verdure grigliate o pomodori, il tutto condito con poco sale e insaporito con erbe aromatiche a piacere come basilico, origano, erba cipollina», ha sottolineato la professoressa Stefania Ruggeri, ricercatrice presso il Crea-Nutrizione e autrice del libro «La Nuova Dieta Mediterranea», scritto con Chef Rubio. «Consiglio tre ricette semplici e veloci, facili da consumare con gli amici: alici su pane integrale, da mangiare come antipasto, un’insalata di pasta con pomodori secchi e aromatizzata con succo di limone e dei filetti di cernia croccante panata con avocado», ha concluso la professoressa Ruggeri.

Fonte: AdnKronos

Continua a leggere
Pubblicità

Non solo Lazio

Diletta Leotta, la verità sul legame tra lei e Ibrahimovic

Pubblicato

in

Diletta Leotta Ibrahimovic


Ecco le dichiarazioni della giornalista sportiva sul suo presunto flirt con il giocatore del Milan

Parla chiaro la giornalista sportiva più amata dal pubblico maschile sulle voci che la volevano coinvolta sentimentalmente con l’attaccante del Milan. In un’intervista che uscirà domani sul noto settimanale Chi, che la vede protagonista anche in copertina, la Leotta chiarisce finalmente la situazione. “Stare con un uomo impegnato è una cosa inaccettabile per i miei principi, con tutta la scelta che c’è nel mondo devi avere la lucidità di non metterti in situazioni sbagliate”.

La situazione sentimentale di Diletta Leotta

Adesso sono single. Sono sempre stata fidanzata, dovevo trovare il coraggio di ritagliarmi uno spazio per conoscermi nel profondo e fare scelte importanti, per riuscire a stare da sola sul divano a vedere un film senza dover rendere conto a nessuno”. Diletta commenta anche la fine del suo rapporto con Daniele Scardina: “Non rinnego niente, fra di noi c’è stato un amore profondo”.

Le scelte professionali : il passaggio a Dazn

Nell’ultima parte dell’intervista rilasciata a Chi la conduttrice di Dazn ricorda gli inizi professionali nell’ambiente del giornalismo sportivo come un periodo non semplice. “All’inizio non è stato facile, una collega mi aveva anche detto ‘ti hanno presa solo per le tette’, ma non ho certo lasciato Sky per questa ragione… Ho scelto di andare a Dazn perché era una nuova sfida e perché sentivo che il mercato della tv satellitare stava cambiando”.

Continua a leggere

Articoli più letti