Seguici sui Social



News

FORMELLO – Questa difesa non s’ha da fare: per ogni ritorno…un nuovo assente lo sostituisce

Pubblicato

il

PUBBLICITA



Ci siamo dopo il riposo concesso ieri da mister Inzaghi è arrivato il momento di rimettersi al lavoro. Questo pomeriggio alle 16 la squadra biancoceleste si è ritrovata nel centro sportivo di Formello per iniziare la preparazione in vista della sfida casalinga contro l’Empoli di domenica prossima (ore 18). Un’ora e mezza di lavoro sul campo del Fersini, Inzaghi mischia le carte, non consegna indicazioni in vista del match con l’Empoli, ma le basi tattiche sono solide: anche contro gli uomini di Giampaolo sceglierà il 4-3-3.

Come ogni inizio settimana, si spera di recuperare qualche giocatore dall’infermeria e forse finalmente c’è un motivo per tornare a sorridere: Dusan Basta torna ad allenarsi con i compagni saltando solamente la partitella finale. Domani farà tutto l’allenamento con i suoi compagni compresa la partitella (lo ha confermato il preparatore atletico Fabio Ripert a Lazio Style Radio 89.3 FM). Il numero 8 biancoceleste potrebbe tornare disponibile per la sfida con i toscani. Così come è pronto a scendere in campo dal primo minuto il connazione Milinkovic-Savic: il gigante serbo pregusta il rientro da titolare, è pronto a riprendersi il suo posto. Ha recuperato dalla lesione muscolare al polpaccio e non vede l’ora di poter dare una mano ai suoi compagni, ma la concorrenza ora è agguerrita: a Palermo, infatti, Onazi ha fatto un’ottima partita, ripagando a pieno la fiducia datagli da Simone Inzaghi: ha garantito equilibrio e macinato chilometri, non sarà facile per il mister biancoceleste rimandarlo in panchina. Ma la Lazio si sa, è una coperta corta: risolvi un problema se ne crea un altro…anzi due: all’allenamento del pomeriggio non ha partecipato Lulic: il bosniaco è rimasto riposo e non è sceso in campo con i compagni. Era stato recuperato all’ultimo da un affaticamento per la trasferta di Palermo. Nel pomeriggio si risparmiano nella sfida in famiglia anche Bisevac (problema al ginocchio) e Klose. Non si vuole rischiare nulla: Konko continua a lavorare in modo differenziato, potrà tornare disponibile solamente fra due settimane dopo la partita con la Juventus. Mentre  Radu e Braafheid sono out per problemi muscolari. Assenti anche gli altri infortunati Berisha, Mauri e Kishna. Domani pomeriggio potrebbe scattare le prime indicazioni di Inzaghi in vista dell’Empoli.

MORRISON – L’inglese spera di avere finalmente più spazio in questo finale di stagione. Il rapporto con Pioli non è mai nato e la speranza è di riuscire a mettere in difficoltà Inzaghi: “Il rientro inizia ora, non c’è tempo da perdere” aveva twittato nel suo account ufficiale nella giornata di ieri: un tweet che a molti è apparso come un modo per darsi la carica dopo un periodo difficile mentre per altri era semplicemente l’ennesima dimostrazione della sua volontà di tornare a casa. L’unica cosa certa è che dopo circa un mese di assenza può finalmente sperare di far parlare il campo: oggi è tornato a lavorare in gruppo e non è certo una semplice coincidenza. Il suo “atteso” rientro ha fatto seguito al cambio della guida tecnica in casa Lazio, con Inzaghi sembra poter coltivare più speranze (e questo darebbe una chiave di lettura positiva al suo tweet). Ora l’inglese ha una nuova chance saprà sfruttarla?


Pubblicità

News

LAZIO PARMA Muriqi: “Mi sono sbloccato, ora voglio altri gol”

Pubblicato

il

Lazio Muriqi

LAZIO PARMA Muriqi decisa la sfida propiziando l’autogol di Colombi grazie a un suo tiro in porta

LAZIO PARMA Muriqi finalmente si mette in mostra e porta la squadra alla vittoria. Il suo colpo di testa finisce sul palo, la palla poi rimbalza sulla testa del portiere e finisce in rete mandando la Lazio ai quarti di finale. Sul tabellino non risulterà il suo nome ma per i tifosi e la squadra la vittoria è arrivata grazie al pirata Muriqi. Non solo questo colpo di testa ma nel primo tempo ha preso un altro palo e poco dopo ha visto respingere un suo tiro indirizzato in rete dal portiere Colombi. Una bella prova da parte del kosovaro che finalmente sembrerebbe essersi sbloccato. Le sue parole alla Rai al termine della partita: “Sono felice per il mio primo gol con questa maglia. Devo proseguire in questa direzione e migliorare sempre di più. Contentissimo per aver raggiunto i quarti di finale”.

A LAZIO STYLE RADIO

“Felice per il gol e il passaggio. Il mio arrivo non è stato dei migliori, sono stato immediatamente sfortunato subendo ben 2 infortuni, poi ho avuto il Covid e l’infortunio non mi ha fatto svolgere la preparazione estiva con la squadra, i 90′ non erano facili da disputare, il mio cammino è stato diverso dai compagni. Tutti quanti mi hanno sempre aiutato supportandomi e ora ne sto raccogliendo i frutti. La squadra è molto forte, abbiamo grandissime qualità e lo stiamo dimostrando. Sono un attaccante e come tutti quando non segno perdo un po’ di fiducia. Ora però bisogna guardare subito avanti alla prossima partita che sarà contro il Sassuolo, una squadra difficile e dobbiamo concentrarci sul gruppo e non sul singolo. Sono pronto a dare tutto, continuiamo a vincere. Spero di continuare a segnare moltissimi gol, mi sono appena sbloccato”.

Continua a leggere

News

Roma in crisi e nel caos: la squadra si rifiuta di allenarsi

Pubblicato

il

Roma in crisi e nel caos

Roma in crisi e nel caos, la squadra decide di non allenarsi per protesta e fa saltare così l’allenamento mattutino

La Roma in crisi e nel caos dopo il derby perso per 0-3 non vive un bellissimo momento, infatti la squadra appare disunita e la batosta in Coppa Italia ha inciso ancora di più sulla situazione. Dopo appena 4 giorni dalla brutta sconfitta contro la Lazio, la squadra di Fonseca è dovuta scendere in campo per disputare gli ottavi di finale contro lo Spezia, un turno che sembrava essere già indirizzato. Già, sembrava, perché lo Spezia nonostante avesse le riserve è riuscito a conquistare i quarti eliminando una Roma ai supplementari totalmente in confusione. I primi 20 minuti della partita sono iniziati già con 2 reti di svantaggio, dopo di ché nei supplementari è arrivata la brutta figura: doppia espulsione in 20 secondi e il 6 cambio non possibile da effettuare. Proprio questo è stato al centro dei discorsi in questi giorni e ora la situazione appare complicata.

NIENTE ALLENAMENTO, LA SQUADRA SI RIFIUTA

Il presidente Friedkin si è infuriato per la brutta figura che la Roma ha fatto a livello europeo e mondiale, per questo ha deciso di far pagare l’errore della sesta sostituzione al giovane Gomber e Zubiria. Ma a far infuriare i giocatori è stato il licenziamento del 28enne Gomber, secondo loro molto professionale per essere mandato via. Infatti hanno chiesto il reintegro del ragazzo perché l’errore è stato da parte di tutto lo staff non del duo in particolare e ha quindi deciso per protesta di non scendere per il consueto allenamento. Nel frattempo Fonseca e lo staff erano sul campo di Trigoria ad attendere la squadra, ignari della protesta dei giocatori. Sono stati molti i messaggi di supporto per il giovane ragazzo, da Pau Lopez a Pellegrini, si sono spesi tutti per ringraziare Gomber. Ma a far scatenare questo non è stata solo la difesa del team manager ma anche un problema tra uno dei calciatori più importanti e Fonseca. Dopo qualche ora di attesa e confronto, la squadra ha deciso di svolgere la seduta di allenamento e nel pomeriggio è tornata a Trigoria per concentrarsi sullo Spezia.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

Articoli più letti