CALCIOMERCATO – Rodrigo Caio situazione in stallo. Obiettivi Cerci e Perin

Si complica la trattativa per Rodrigo Caio. Il San Paolo va avanti per la sua strada e non vuole fare sconti. La Lazio sapeva che i brasiliani non mollano facilmente, lo ha già riscontrato quando con la società papista trattò l’acquisto di Hernanes, non è detto però che anche questa volta possa esserci lo stesso dolce finale. Oltretutto ora ci si è messo di mezzo pure il Siviglia, che ha offerto 7 milioni per rilevare il 50% del cartellino. Se le cifre fossero confermate, la Lazio si chiamerebbe fuori dall’asta. A quel punto – secondo quanto riporta “Repubblica.it” – I biancocelesti potrebbero puntare su Wallace titolare insieme a De Vrij finché non si trova un altro centrale valido. Si va dal sogno Acerbi del Sassuolo, fino alle operazioni minori che portano a Barba dell’Empoli e Goldaniga del Palermo, passando per la via di mezzo rappresentata da…Ranocchia dell’Inter. Sinceramente affidarsi all’ex capitano interista sarebbe un clamoroso autogol visto che da diverse stagioni ormai il giocatore è una fase di declino costante. L’unica sua utilità al momento è il fatto di essere un prodotto del vivaio nazionale.

PRODOTTI NAZIONALI – Infatti con le partenze di Candreva e Onazi, più quella in bilico di Keita, riempire 8 caselle tra prodotti del vivaio nazionale e biancoceleste rischia di diventare un bel problema serio. Forse è anche per questo è stato fatto un sondaggio con l’Atletico Madrid per Alessio Cerci (prodotto Roma), visto che al momento per il settore giovanile nazionale ci sono solo Immobile, Parolo, Oikonomidis (che però è classe 1995 e potrebbe giocare anche senza essere in lista) e Marchetti. Ma anche per quest’ultimo c’è un problema visto che il portiere è tra i possibili partenti (almeno per volontà della Lazio), anche se in realtà potrebbe essere un “falso”problema qualora dovesse concretizzarsi lo scambio il portiere del Genoa Perin (Preziosi glissa, ma i discorsi vanno avanti da tempo), lasciando così appunto invariata la situazione degli italiani.

VIVAIO – Per quanto riguarda i 4 cresciuti a Formello, invece, oggi c’è il solo Cataldi, più Keita aggregato nonostante sia un ’95. Sicuramente sarà inserito in lista il centrocampista della Primavera Murgia, in caso di necessità si aggiungeranno pure l’attaccante Rossi e il terzino Dovidio. Intanto aumentano gli stranieri con l’arrivo dell’ormai ex Borussia Dortmund Leitner. Urge ricorrere ai ripari alla svelta.

Lazio – Rosa 2016/2017 – 26 calciatori + 9 Under 21
Giocatori formati nel vivaio del club: Danilo Cataldi, Antonio Rozzi, Alessandro Murgia
Giocatori formati nel vivaio nazionale: Federico Marchetti, Marco Parolo, Ciro Immobile
Altri elementi della rosa: Etrit Berisha, Ivan Vargic, Stefan De Vrij, Wesley Hoedt, Mauricio, Milan Bisevac, Stefan Radu, Dusan Basta, Vinicius, Patric, Lucas Biglia, Ronaldo Pompeu da Silva, Alvaro Gonzalez, Senad Lulic, Ravel Morrison, Felipe Anderson, Filip Djordjevic, Brayan Perea, Jordan Lukaku, Wallace.
Under 21: Franjo Prce, Thomas Strakosha, Joseph Minala, Christopher Ikonomidis, Sergej Milinkovic-Savic, Keita Baldé, Ricardo Kishna, Cristiano Lombardi, Mamadou Tounkara