Seguici sui Social

Conferenza stampa

CONFERENZA – Inzaghi: “Il risultato del derby influenza tutta la stagione”. Poi su Salah e Spalletti…

Avatar

Pubblicato

il

Simone Inzaghi allenatore della Lazio in conferenza stampa
PUBBLICITA

Queste le parole di Simone Inzaghi in conferenza stampa alla vigilia di Lazio Roma, derby della capitale:

Come si vince il derby?

0;I due derby di andata e ritorno sono due partite a se in un campionato. Da giocatore ne ho giocato tanti, da allenatore sarà il primo in prima squadra. Abbiamo preparato la partita come fatto di solito. Affrontiamo una squadra forte, con l’umiltà e determinazione di sempre possiamo fare un buon derby e vincerlo. La grinta e il voler lottare su ogni pallone devono essere più accentuata domani. Giovedì c’era molta gente, i ragazzi hanno percepito che non sono soli. Domani la curva sarà esaurita e siamo contenti perché era uno dei nostri obiettivi. Ci sono volute 14 partite fatte bene. Ora siamo lì in classifica, vogliamo rimanerci ma il difficile comincia adesso. Ci aspettano sfide importanti come quella di domani contro la Roma. Cercheremo di dare una soddisfazione ai tifosi”.

Le squadre si equivalgono? 

“La classifica dice questo. Il nostro cammino è buono, forse ci manca qualche punto con e Bologna, però a Palermo avremmo potuto pareggiarla dato che non abbiamo trovato il doppio vantaggio. La classifica non mente”.

Che umore c’è nello spogliatoio?

“Buono, perché stiamo facendo un buon percorso in cui tutti sono partecipi. Fin dall’inizio ho cercato di creare un gruppo unito coinvolgendo tutti. Abbiamo avuto diversi contrattempi e infortuni, ma ci siamo compattati. Abbiamo dovuto fare dei cambi di ruolo ma i ragazzi si sono uniti, remando tutti dalla stessa direzione. Abbiamo fatto bene ma il difficile inizia desso”.

Salah?

“E’ un grandissimo giocatore, un valore aggiunto per la Roma. Chi giocherà al suo posto vorrà fare bene e magari aiuterà di più dietro. L’assenza di Salah può essere un’arma a doppio taglio. Non possiamo sapere se la sua assenza sia un bene o un male. Ho grande rispetto per la Roma e per Spalletti che stimo perché è un allenatore che dà grande mentalità ala sue squadre e le fa giocare bene. Cercherà di metterci in difficoltà ma noi faremo altrettanto”.

La vittoria del derby potrebbe significare un salto di qualità?

“Può influenzare il trand della stagione: se lo vinci è il massimo che puoi chiedere. Noi faremo sì che vada bene. La gente si aspetta che la Lazio faccia la sua partita, come sempre in queste 14 partite. E’ un derby e ci vuole qualcosa in più, serve la partita perfetta da parte di tutti e 11 più i 3 che entrano, non bastano solo alcuni”.

Milinkovic?

“Ha preso una botta, valuteremo domattina sia lui che de Vrij. Indipendentemente da come sta la Roma, valuteremo come staremo noi”.

Hai spiegato ai nuovi che vuol dire giocare un derby? Li hai caricati?

“Si sono caricati da soli, con la nostra gente giovedì. Girando per Roma hanno il termometro di quello che significa un derby per i tifosi. Molti l’hanno già giocato e lo sanno. Il derby è una gara particolare, ma bisogna avere la giusta umiltà e concentrazione”.

Avresti preferito una Roma al completo?

“Quella di Salah è un’assenza dell’ultima ora ma io guardo in casa mia e anche noi abbiamo avuto assenze importanti. Abbiamo dovuto fare a meno contemporaneamente di e de Vrij, molti si erano fasciati la testa ma chi li ha sostituiti ha fatto bene permettendoci di arrivare a meno un punto dalla Roma. Chi giocherà al posto di Salah farà bene”.

La gente voleva la maglia blu per il derby…

“La maglia celeste ha una storia. Oggi nel calcio ci sono altri fattori, come il marketing, che determinano quale maglia indossare in campo. E’ stato strano indossare la seconda maglia in casa contro il Genoa ma ha portato bene, così come a Palermo . Tuttavia, io sono per giocare il derby con la maglia celeste”.

La tua Lazio come quella di Maestrelli impone il proprio gioco con sana arroganza?

“La squadra è consapevole che sta facendo bene e sta ottenendo risultati. Stiamo disputando buone partite offrendo un buon calcio. Quando parlo di umiltà parlo ad esempio del cambio modulo a Napoli. La squadra deve essere anche quello. Il Napoli è una grande squadra che andava limitata. Domani abbiamo la possibilità di cambiare in corsa, se serve qualche cambio tattico guardando gli avversari, la squadra lo farà seguendo alla lettera le indicazione del tecnico”.

La classifica è giusta?

“Rispettiamo la Roma che ha tante qualità, costruita per vincere lo e lottare in Champions. Noi abbiamo iniziato tra la diffidenza, poi siamo stati bravi. Ora tutti parlano di noi e come è giusto che sia dovremo fare un grande derby”.

Testa più importante delle gambe?

“Ho allenato entrambe. Per la testa ci hanno pensato i tifosi giovedì, soprattutto per i nuovi. Per le gambe, ci abbiamo pensato io e il mio staff lavorando sull’aspetto tattico e domani prenderemo le scelte”.

Un pareggio ti andrebbe bene? Chi ha più pressione?

“Non si può dire prima. Noi giochiamo in casa davanti ai nostri tifosi, vogliamo vincerla. Non posso sapere come finirà ma io farò di tutto per dare una soddisfazione ai tifosi”.

Come giocherà la Roma senza Salah?

“C’è un po’ di pretattica da parte loro, sicuramente cambieranno qualcosa a livello tattico. Non so chi giocherà al suo posto, potrebbe anche giocare Iturbe che aveva fatto benissimo a Verona. Al di là dei moduli è importante la nostra interpretazione della gara”.

Preoccupato dall’arbitraggio?

“Domani arbitrerà Banti che è stato l’ultimo arbitro a espellermi in campo in un Inter Atalanta. L’anno scorso mi espulse in Lazio Inter alla terzultima di campionato. Quest’anno ci ha arbitrato nella vittoria di Bergamo e ha fatto benissimo. Se l’hanno deesignato nel derby e c’è un motivo. Massima fiducia in lui che è abituato a dirigere grandi partite”.

A Bergamo la Roma ha dimostrato di soffrire di blackout. Proverete a sfruttarlo?

“Tutte le squadre hanno dei momenti difficili nel corso della partita, c’è anche il merito dell’avversario. Cercheremo di colpirli cercando di non subire contropiedi da parte loro”.

Piepoli

 


Pubblicità

News

Inzaghi in conferenza: “C’è rammarico per la Champions, ma resta un’ottima stagione”

Avatar

Pubblicato

il

Inzaghi in conferenza

Inzaghi conferenza stampa, l’ultima della stagione, traccia il bilancio di ciò che è stato, senza però sbilanciarsi sul suo .

Inzaghi in conferenza stampa si ritiene soddisfatto della stagione che sta per volgere al termine. Il afferma che “E’ stata una stagione estenuante e che – praticamente – è come se ne avessimo vissute due in una”.
E’ vero che “La torna in per la quinta volta consecutiva. C’è amarezza per non aver centrato la Champions League, ma resta comunque un’ottima stagione”. Su questo ultimo punto ce ne sarebbero di cose da dire.

“Fra i momenti più belli ricordo il derby dell’andata (3-0 ndr), la vittoria contro il MIlan (3-0) e la prima gara della Champions dopo tredici anni. Battere il Borussia Dortmund per 3 a 1 è stata una grande prova di orgoglio perchè conoscevamo il valore degli avversari che sono usciti ai quarti contro il Manchester City.”
Per quanto riguarda la gara di oggi contro il Sassuolo, Inzaghi dovrà fare a meno di diversi uomini fra cui Luiz Felipe, Luis Alberto, Milinkovic e forse anche Immobile alle prese con un po’ di febbre. Una gara utile solo per terminare al meglio il campionato e aggiornare l’almanacco.

Continua a leggere

Conferenza stampa

Inzaghi parla in conferenza prima del derby. Un mister serio e ambizioso. Ave Lazio!

Avatar

Pubblicato

il

inzaghi

Il tecnico della Lazio Simone ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del derby della capitale.

E’ una importante. E’ la gara più importante di ogni stagione, quella più sentita in , quella che finché non si rigiocherà un altro derby segnerà il destino di una o dell’altra tifoseria. Il derby è alle porte e il nostro mister ha parlato in conferenza stampa sicuro come sempre
sapendo che “Domani non sarà una partita come le altre”. La Lazio ha sicuramente un posto in Europa League ma vorrebbe fare l’impresa di arrivare in Champions sperando in qualche passo falso delle altre pretendenti. “Chiederò ai ragazzi tanta umiltà, quella che poi ci ha permesso di recuperare posizioni nel girone di ritorno”. Il contrattuale adesso non è importante e il tecnico lo sa bene perché ora vuole concentrarsi solo sulla gara di domani.

Le fatiche di coppa e Immobile

Inzaghi poi si sofferma sulle parole del suo bomber “Certo abbiamo pagato le fatiche di coppa e il girone di andata non è stato dei migliori però dai abbiamo sempre fatto oltre 70 punti e anche quest’anno vogliamo ripeterci”. Poi riguardo la formazione di domani Inzaghi non si sbilancia ma elogia il suo attaccante Immobile: “Ciro è un leader e dopo la gara contro il Parma ha detto cose giuste. Sono orgoglioso di allenare un giocatore come lui da cinque anni. Poi in conclusione una breve parentesi sul derby che ricorda con più affetto: “Il derby che con affetto è quello terminato 2 a 1 nel 2000. In classifica eravamo dietro la Juventus e nel derby perdevamo uno a zero ma poi, grazie alle reti di Nedved e Veron ribaltammo il risultato”. Forza mister, siamo tutti con lei. ! Forza Lazio!
Davide Sperati

Continua a leggere

Conferenza stampa

Ultime notizie Lazio – Inzaghi: “Con Fiorentina fondamentale per la classifica”

Avatar

Pubblicato

il

ultime notizie lazio

Ultime notizie – Il mister della Lazio Simone ha rilasciato delle brevi dichiarazione prima del match di domani sera che vedrà la sua Lazio in visita a .

Il mister Inzaghi ha rilasciato alcune dichiarazioni durante la stampa di oggi, tenutasi alla vigilia del match contro la Fiorentina. Ecco le sue parole: “Quella di domani è una gara importantissima. Servirà una partita da grande squadra, perché per noi è fondamentale per la classifica“. Importante il ritorno in rosa di Luiz Felipe; per il suo è stato Wesley Hoedt a essere tolto dalla lista dei 25 giocatori. “Ora siamo più coperti al centro della difesa, ha dichiarato Inzaghi ai microfoni di Radio, “ho dovuto fare una scelta tecnica. Ringrazio Hoedt per la stagione che ha fatto, si è sempre allenato bene ed è sempre stato disponibile“.

Continua a leggere

Articoli più letti