LAZIALI FUORI PORTA – Ronaldo dirige e la Salernitana vola. Guerrieri ci ricasca…

Guido Guerrieri portiere della Lazio

Nuovo appuntamento con Laziali Fuori Porta, la rubrica che settimanalmente aggiorna i nostri lettori sulle prestazioni dei giocatori della S.S. Lazio attualmente in prestito ad altre squadre italiane o straniere: Berisha (Atalanta), Guerrieri (Trapani), Ronaldo e Luiz Felipe (Salernitana),Filippini (Cesena), Crecco (Avellino), Palombi e Germoni (Ternana), Rozzi (Lupa Roma), Pollace (Gubbio), Mauricio (Spartak Mosca). Elez (Rijeka), Oikonomidis (Aarhus), Perea (Lugo).

SERIE A

Berisha: secondo stop consecutivo per la sorpresa di questa prima parte di stagione, l’Atalanta di Gasperini. Stavolta la sconfitta è inattesa: i bergamaschi vengono battuti a domicilio da una sorprendente Udinese, corsara grazie alle reti di Zapata, Fofana e Thereau, che vanificano il momentaneo pareggio di Kurtic. Ancora ai box Etrit Berisha, in ripresa dopo l’operazione al menisco. Per lui si profila un rientro dopo la sosta.

SERIE B

Luiz Felipe e Ronaldo: bella e difficilmente pronosticabile vittoria per la Salernitana, che espugna il campo del Frosinone con un perentorio 1-3, in virtù delle reti messe a segno da Rosina e da Coda (doppietta). I granata giocano bene, diretti a centrocampo da un magistrale Ronaldo Pompeu: il brasiliano, tra i migliori in campo, dirige l’orchestra dei suoi con grande personalità, mettendo in mostra tutta la sua tecnica. Regala aperture millimetriche, ma spesso lo ritrovi anche a fare il lavoro sporco del mediano, quando bisogna contrastare e picchiare. Fuori dalla lista dei convocati Luiz Felipe Marchi, alle prese con qualche problema fisico.

Guerrieri: brutta prestazione del portierino romano nel pareggio esterno per 2-2 del suo Trapani contro la Virtus Entella, acciuffata nel recupero dal gol di Citro. Il classe ’96 gioca un’ottima gara praticamente fino al 78’, quando commette un errore da dilettante lasciandosi sfuggire un destro non irresistibile di Ceccarelli. Masucci ne approfitta e realizza il gol del pareggio. Un errore, il suo, che rischia di lasciare a bocca asciutta la sua squadra. Nel negativo campionato dei siciliani, sempre ultimi in classifica, c’è anche lo zampino di Guerrieri.

Crecco: bel pari nel derby campano tra Avellino e Benevento: a Verde in apertura per i padroni di casa, risponde Cissè a 10 dal termine. Nell’1-1 del Partenio non trova spazio Luca Crecco, che dopo l’opaca prova sfoderata contro l’Ascoli viene relegato in panchina per tutti i 90 minuti dal tecnico Walter Novellino.

Filippini: non si passa allo stadio Manuzzi di Cesena. Per i romagnoli arriva la terza vittoria di fila tra le mura amiche, a farne le spese stavolta è il Cittadella, sconfitto con un 3-0 che non ammette repliche. Ancora fuori per problemi fisici Lorenzo Filippini, quarta partita consecutiva saltata per lui.

Palombi e Germoni: esce indenne dalla delicata trasferta di Carpi la Ternana di Benny Carbone, che impatta sul campo degli emiliani con il risultato di 1-1: al gol delle Fere di Palumbo risponde Lasagna. Titolari tra gli umbri Germoni e Palombi: il difensore gioca una partita molto attenta in fase difensiva, soprattutto nella ripresa. Ripresa in cui sfiora anche il gol al minuto 10. L’attaccante non conferma invece le ultime, ottime prestazioni, anche se cerca sempre di dare tutto in campo, non risparmiandosi mai fino al minuto 70, quando viene sostituito da Di Livio.

LEGA PRO

Rozzi: rivede il campo Antonio Rozzi, dopo oltre un mese di sosta ai box per un problema fisico. L’attaccante entra in campo al minuto 82 nella difficilissima trasferta contro la capolista Alessandria, terminata 3-0 per i padroni di casa. 10 minuti per riassaggiare il terreno di gioco.

Pollace: bella vittoria per il Gubbio, che dopo due stop consecutivi vince in goleada contro il Bassano. 4-0 il risultato per gli umbri, in una partita che Pollace può osservare solo dalla panchina, l’ennesima di questa fin qui deludente stagione.

RUSSIAN PREMIER LEAGUE Russia

Mauricio: inizia la lunga sosta invernale del campionato russo, che riprenderà solo nel primo weekend di Marzo. Lo Spartak Mosca di Mauricio, guidato da Massimo Carrera, arriva allo stop da capolista, con 5 punti di vantaggio sulla prima inseguitrice, lo Zenit San Pietroburgo.

PRVA HNL Croazia

Elez: ancora una vittoria e primo posto consolidato per il Rijeka, che a Spalato batte l’RNK per 0-2 e conferma le 6 lunghezze di vantaggio sulla seconda in classifica, la Dinamo Zagabria. Solita, solida prova al centro della difesa della squadra di Fiume per Josip Elez, tassello inamovibile in una squadra la cui retroguardia rimane molto spesso imbattuta.

SUPERLIGAEN Danimarca

Oikonomidis: dopo la bella vittoria esterna della scorsa settimana sul campo del Midtjylland, si ferma l’Aarhus, sconfitto a domicilio dalla capolista Copenaghen per 0-1. Parte titolare largo a sinistra Chris Oikonomidis, che gioca 70′ di buona intensità, prima di essere rilevato da Junker.

SEGUNDA DIVISION Spagna

Perea: bella vittoria, la seconda consecutiva, per il Lugo, che si sbarazza 3-1 del Numancia grazie alla doppietta di Joselu e al gol di Djalo. Ancora solo panchina per Brayan Perea: “il nuovo Cavani” non riesce proprio ad ingranare nella sua avventura spagnola.

Giulio Piras