Chiara Insidioso, l’appello della mamma: “Sono disperata, non chiedo elemosina ma un lavoro”

Dopo la richiesta di aiuto lanciata qualche settimana fa dalle telecamere di ‘Le Iene’ Danielle, la mamma di Chiara Insidioso, rivolge l’ennesimo appello ad Alessio Pascucci, il sindaco di Cerveteri.

Questo il messaggio postato su Facebook rivolto al primo cittadino di Cerveteri dalla mamma della Insidioso: “Sono disperata. Chiara è ricoverata a Roma in un centro per lungo degenti gravi. Io sono accanto a lei tre giorni a settimana per assisterla. Non lavoro e non ho una casa. Da quando è accaduta la disgrazia tre anni fa le ho chiesto aiuto per avere un lavoro e una casa. Dopo due anni ho ottenuto dai servizi sociali un assegno di trecento euro al mese. Che però mi è stato sospeso dopo pochi mesi per mancanza di fondi. Ora non ho più soldi per mangiare e per viaggiare col treno per andare da Chiara. Sono veramente disperata. Chiedo un lavoro per vivere dignitosamente. Non chiedo l’elemosina!”.

LEGGI ANCHE LA CONFERENZA DI NANI

SEGUICI SU TWITTER

LEGGI ANCHE LA CONFERENZA DI INZAGHI