Inzaghi: “Il nostro obiettivo è restare in alto e giocarcela con tutti”

Il canale ufficiale della Serie A Tim dopo la doppia intervista postata ieri con protagonisti i due tecnici di Roma e Lazio ha postato la seconda parte dell’intervista a Simone Inzaghi.

Le parole di Inzaghi sui suoi inizi nella capitale: “Sono arrivato qui a Roma che ero un ragazzino nel ’99. Adesso sono passati quasi venti anni e sono ancora qua. Ho fatto tutte le mie trafile da giocatore, poi ho cominciato ad allenare. Adesso allenare la prima squadra per me è la realizzazione di un sogno”.

Su Roma: “Ho due figli romani e laziali. Ormai Roma come città la sento mia. I tifosi laziali vogliono molto bene a me, alla mia squadra, a tutti i ragazzi. Con i tifosi romanisti c’è sempre grandissimo rispetto”.

Sugli inizi alla guida dei giovani biancocelesti: “Ho fatto sei anni di trafila nelle giovanili dove ho potuto sbagliare con più serenità. È stata un’esperienza molto utile per me. Adesso sto cercando di mettere tutto me stesso in questa grande chance che mi è stata data”.

Sulle grandi sfide con la Juventus: “Il 13 agosto siamo stati bravissimi. Poi abbiamo dimostrato che quella partita non fu un caso perché siamo riusciti a battere nuovamente la Juventus in campionato. Si può dire che sia stata quasi un’impresa perché vincere contro la Juventus è veramente difficile. I ragazzi però sono stati straordinari in quelle due partite.

Sugli obiettivi: “Stiamo facendo bene, però sappiamo che siamo agli inizi, perché ci sono dieci mesi da affrontare a grandi livelli. Adesso ne sono passati tre, sappiamo di aver fatto un buon lavoro, ma è solo l’inizio. L’obiettivo è rimanere nei piani alti della classifica, assieme alle altre squadre più blasonate e attrezzate di noi. Vogliamo rimanere lì con loro e giocarcela fino alla fine”.

LEGGI ANCHE LE PAROLE DI TOMMASO PARADISO

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

FELIPE ANDERSON CARICA LEIVA