Seguici sui Social

News

PUBBLICITA

SCUDETTO 1915 – L’avv. Mignogna: “Da laziali combattiamo insieme fino alla fine”

Avatar

Pubblicato

il

Striscione Lazio campione d'Italia 1914-1915

L’avvocato Gian Luca Mignogna, ai microfoni di Laziali On Air ha parlato della situazione riguardante lo Scudetto del 1915. Di seguito riportiamo le sue parole.

“Ho letto come tutti le parole del presidente Lotito, da un lato mi hanno fatto estremamente piacere, dall’altro non mi hanno sorpreso perché hanno confermato ciò che dico da diversi mesi. Questa iniziativa è nata in maniera autonoma ed è sempre stata ben vista in società, ma la Lazio non poteva schierarsi per il presidente Lotito che sarebbe caduto nel conflitto di interessi in quanto consigliere federale. Ieri si è confermato un aspetto importante, Lotito può svolgere un ruolo di garanzia verso le opposizioni alla rivendicazioni. A livello mediatico si può ribattere, ma su ciò che nasce all’interno del palazzo è bene che ci sia una figura di garanzia che può frapporsi agli intenti di qualcuno che non vuole che questo Scudetto arrivi sulle maglie della Lazio. Ma da laziali siamo sempre abituati a combattere fino alla fine.”

SULLA SITUAZIONE

“La situazione si è arenata lo scorso anno quando iniziarono i contrasti per la rielezione del Presidente federale. La situazione è poi peggiorata con le frizioni all’interno delle leghe, che hanno portato al commissariamento della Lega di Serie A e di Serie B. Il Consiglio non poteva dunque deliberare su questo tema a carattere straordinario perché mancava il numero per poter decidere. Con l’eliminazione dell’Italia dai Mondiali si è aperta infine un’apocalisse istituzionale che forse mai si era registrata nel mondo del calcio italiano. In settimana sono successe però cose importanti: il CONI ha preso atto del fatto che non ci sono i termini per commissariare la FIGC, e in più c’è stata l’elezione del presidente della Lega di B e della relativa Governance. Questo lascia pensare che questa crisi sia in via di risoluzione: lunedì sarà importante seguire l’elezione del presidente della Lega di Serie A”.

SUL NUOVO PRESIDENTE FEDERALE

 “In tutto questo l’elezione del nuovo presidente federale porterà un nuovo rallentamento. Se nel giro di tre mesi questi tasselli andranno a posto, la questione potrà essere finalmente affrontata: dobbiamo essere grati al presidente Tavecchio perché è lui che ha aperto il procedimento di riesame ed è stato il presidente che ha nominato la Commissione dei Saggi, che ha già dato parere favorevole all’assegnazione dello Scudetto. Ma mi dispiace doverlo dire, è anche vero che il presidente Tavecchio ha perso l’occasione di scrivere il suo nome nella storia del calcio, correggendo un’ingiustizia e riconoscendo un diritto sacrosanto della Lazio e dei laziali, compresi gli eroi del 1915 che aspettano giustizia da un secolo dopo che la storiografia ne ha vergognosamente nascosto le gesta.”

POI MIGNOGNA CONTINUA…

“Interpreto positivamente le parole del presidente Lotito arrivate in questo momento, perché lascerebbe pensare che determinati tasselli stiano andando al loro posto. Il problema può essere politico, visto che dal punto di vista legale questo Scudetto doveva essere da tempo sulla maglia della Lazio. La cartina di tornasole sarà anche la prossima assemblea di Lega di A che lunedì eleggerà il presidente e la nuova Governance. Un altro segnale può essere la campagna lanciata dalla Lazio che ha messo in vendita con la Macron alcune maglie storiche vittoriose, e c’è anche quella del 1915… chissà!”

AI TIFOSI…

“Io faccio sempre appello al supporto dei tifosi laziali che devono aiutarci a combattere i poteri avversi che non vogliono che questa sacrosanta rivendicazione si concretizzi. Abbiamo visto come spesso la stampa internazionale abbia dato più risalto alla questione di quella italiana, invece tesi avverse hanno trovato immediatamente sostegno mediatico. Dobbiamo essere uniti per vederci riconosciuto qualcosa che la storia ci aveva già assegnato da tempo.”

SEGUI LA NOSTRA NUOVA PAGINA FACEBOOK

SEGUI IL NOSTRO PROFILO TWITTER

LEGGI QUI LE PAROLE DI PINELLI SU LAZIO FIORENTINA

 


News

Sarri carica la Lazio: il messaggio nel confessionale prima del Verona

Sarri carica la Lazio: il retroscena poco prima della partenza per il Veneto.

Avatar

Pubblicato

il

sarri carica la lazio
<

Sarri carica la Lazio: il retroscena poco prima della partenza per il Veneto.

Sarri carica la Lazio. Il tecnico ha chiamato a sè tutti i giocatori e li ha messi in riga. Nel suo modo di fare calcio infatti la psiche, il carattere hanno un’importanza fondamentale. Perciò, prima di scendere in campo per la prossima sfida, ha deciso di scuotere il gruppo. Un modo per far sì che l’aspetto mentale acquisti quella stabilità che finora è stata piuttosto deficitaria. Tutti nel confessionale quindi, con un solo obiettivo: cancellare il tracollo di Bologna. “Non dobbiamo ricascarci”, avrebbe intimato Sarri ai suoi ragazzi a questo proposito. Il tecnico, al pari di tutto il mondo biancoceleste, non riesce a spiegarsi cosa possa portare la squadra a subire delle debacle così repentine. Alla base del meeting quindi proprio cercare di trovare una risposta a questo mistero. Che si protrae ormai da anni e che Sarri è deciso a risolvere in maniera definitiva. Vuole che la sua Lazio conduca il gioco in maniera aggressiva e continua. Oggi al Bentegodi avrà quindi luogo il primo banco di prova per capire se il messaggio è stato recepito oppure no.

Continua a leggere

News

Campagna abbonamenti Lazio 2021/22. Tutte le novità per i tifosi

Parte la campagna abbonamenti Lazio 2021/22. Nei prossimi giorni i tifosi potranno di nuovo abbonarsi dopo l’emergenza Covid.

Avatar

Pubblicato

il

Campagna Abbonamenti Lazio 2021/22
<

Campagna abbonamenti Lazio 2021/22

Anche la Lazio partirà con la propria campagna abbonamenti. Una bella notizia che i tanti tifosi biancocelesti aspettavano da tempo. Dopo l’accordo con il nuovo sponsor Binance e la grande vittoria in rimonta contro i campioni d’Italia dell’Inter, la Lazio continua a sorprendere i suoi fantastici tifosi.

La Lazio ancora non ha fatto sapere il giorno, ma si vocifera che dalla prossima settimana dovrebbe muoversi qualcosa dagli uffici di Via Santa Cornelia. Nell’abbonamento ci saranno tutte le gare di campionato, più l’ultimo match del girone di Europa League contro il Galatasaray.

La prima gara valida per l’abbonamento Lazio 2021/22 dovrebbe essere quella del 20 novembre contro la Juventus.

Dalle prime indiscrezioni, la campagna abbonamenti Lazio 2021/22 verrà incontro alle tante esigenze dei propri sostenitori. Infatti i prezzi degli abbonamenti stagionali saranno suddivisi in base alle fasce d’età: ci sarà l’abbonamento intero, i prezzi speciali riservati alle donne e agli over 65 e infine gli sconti per i piccoli aquilotti capitolini.

Campagna abbonamenti Lazio 2021/22

Dove acquistare l’abbonamento della Lazio?

L’abbonamento della Lazio 2021/22 sarà in formato digitale e si potrà acquistare attraverso il circuito Vivaticket (dove è già possibile acquistare i match della Lazio), per poi essere caricato sulla carta Millenovecento Fidelity Card.

La società ha previsto anche un periodo di prelazione per i vecchi abbonati (si parla di una settimana circa), che dovrebbe partire dagli ultimi giorni di ottobre, dopodiché la vendita sarà aperta a tutti i fans.

Ancora segreto lo slogan che accompagnerà la campagna abbonamenti della Lazio 2021, ma nel frattempo godiamoci questo ritorno alla normalità dopo un periodo veramente difficile. Forza Lazio!!!

Campagna abbonamenti Lazio 2021/22

Continua a leggere

News

LAZIO Zaccagni di nuovo ko: le condizioni del centrocampista e i tempi di recupero

LAZIO Zaccagni di nuovo ko: tegola per Maurizio Sarri alla vigilia della trasferta di Verona.

Avatar

Pubblicato

il

lazio zaccagni di nuovo ko
<

LAZIO Zaccagni di nuovo ko: tegola per Maurizio Sarri alla vigilia della trasferta di Verona.

LAZIO Zaccagni di nuovo ko. Non è certo quello che si direbbe un momento d’oro per l’esterno biancoceleste. Costretto nuovamente a fermarsi, a poche ore dal ritorno da avversario al Bentegodi. Il problema, fa sapere lo staff medico, sarebbe stato accusato giovedì sera, nel corso dell’incontro di Europa League con il Marsiglia. Un “trauma distorsivo a carico del ginocchio destro”, così recita la diagnosi. Cui, prosegue il comunicato, sono seguiti gli accertamenti e le cure del caso. Un nuovo controllo, sotto il profilo “clinico e strumentale”, sarà effettuato nei prossimi giorni. Solo allora si saprà quando il giocatore potrà tornare a disposizione di Sarri.

Zaccagni era rientrato da circa una settimana, dopo che un altro infortunio, lo scorso 19 settembre, lo aveva tenuto ai box per quattro partite. Problemi che ne hanno ampiamente limitato il minutaggio sin qui collezionato in stagione. Altro ne perderà sicuramente nel prossimo impegno di campionato. La speranza è che la striscia negativa non si prolunghi oltre modo. Di solito, i tempi di recupero per simili infortuni oscillano tra le due e le quattro settimane. Discorso ben diverso se invece Zaccagni dovesse essere costretto ad operarsi: in quel caso la sosta forzata sarebbe di 4-8 mesi. Ma è un’ipotesi che nessuno vuole prendere in considerazione.

Continua a leggere

Articoli più letti