Seguici sui Social

News

Bazzani: “Samp Lazio gara da X”. Poi torna su Lazio Fiorentina…

Pubblicato

in

Fabio Bazzani ex attaccante di Lazio e Sampdoria


L’ex di Lazio e Sampdoria Fabio Bazzani ha analizzato la sfida di domenica sera tra le due compagini. “Domenica sera nel posticipo di Genova fra Sampdoria e Lazio prevedo una partita palpitante, aperta a qualsiasi tipo di risultato – ha spiegato Bazzani a Radio Incontro Olympia -. Tuttavia, alla fine di questa battaglia calcistica, prevedo sia un x il segno che uscirà in schedina. Giampaolo ed Inzaghi rispettivamente in casa ed in trasferta hanno costruito le loro fortune fino a questo momento, indi per cui credo che nessuno prevarrà sull’altro. Mi aspetto una gara con diversi gol perchè sia i blucerchiati che i biancocelesti giocheranno a viso aperto. Zapata e De Vrji sono i due giocatori che se fossi l’allenatore delle due compagini sceglierei di rubare all’avversario.  La Samp può puntare al sesto posto e quindi all’Europa League, mentre la Lazio fa parte delle cinque squadre che si contenderanno le prime quattro posizioni valevoli per la qualificazione alla prossima Champions League.  Saranno decisivi in tal senso gli scontri diretti nel girone di ritorno. Il Var? Non è più calcio reale, non è più calcio dinamico… Se la tecnologia funzionerà da supporto al direttore di gara, come la gol line tecnology, ben venga. In caso contrario, l’arbitro cosa ci sta a fare? Riguardo a . non capisco perché la Var stessa è stata utilizzata per il rigore su Pezzella e non per quello su Parolo. A velocità normale il rigore fischiato ai viola non lo avrei mai concesso, ed infatti, giustamente non era stato assegnato… Se poi ti fermi per due minuti a rivedere le immagini è normale che il dubbio ti sorga. Ma ripeto, non diventa più sport reale ma virtuale…”.

SEGUICI SU TWITTER

LEGGI LA TOCCANTE LETTERA DI FELIPE ANDERSON AI LAZIALI

News

Immobile, l’entusiasmo del bomber biancoleste: “E’ il momento più alto della mia carriera”

Pubblicato

in

Ciro Immobile saluta i tifosi della Curva Nord


Speranze e progetti del capocannoniere biancoleste in vista dell’inizio della nuova stagione calcistica

L’attaccante della Lazio ha espresso tutta la sua soddisfazione per il Campionato appena trascorso e ha parlato dei progetti per quello che sta per iniziare.
Sulla vittoria della Scarpa d’oro, che lo ha incoronato capocannoniere nella scorsa stagione, ha dichiarato: “La Scarpa d’Oro era un mio traguardo, un sogno, ci sono andato molto vicino 2 anni fa e per via di un infortunio persi quel treno. Quest’anno il Covid ha provato a fermarmi, ma sapevo che i miei compagni mi avrebbero aiutato in ogni modo. È la soddisfazione più grande della mia carriera, ma a livello di gruppo ne ho avute diverse. Abbiamo vinto tanto con la Lazio e giocato bene anche con la Nazionale, è il momento più alto della mia carriera.”

L’orgoglio di vestire la maglia della Nazionale e quella biancoceleste

Il bomber ha poi espresso la sua soddisfazione nell’indossare la divisa degli Azzurri: “La maglia della Nazionale è il sogno di tutti, ma una fortuna per pochi. Quando indossi quella casacca devi goderti al massimo tutte le emozioni che ti regala. È una gratificazione enorme, indossare i colori della propria nazione è un motivo di grande orgoglio.” Immobile sembra non vedere l’ora anche di indossare nuovamente la maglia biancoceleste: “Siamo una squadra con un giusto mix tra senior e giovani, abbiamo fatto un percorso eccezionale finora e su di noi ci sono tante aspettative. Questo ci dà uno slancio in più per giocare l’Europeo. Con la Lazio quest’anno giocheremo la Champions e vogliamo tornare a far divertire i nostri tifosi come accadeva prima del lockdown. Queste le sue dichiarazioni alle frequenze di Radio Esercito.

Continua a leggere

Articoli più letti